Annunci

Archivi tag: Claudio Berto

Casta 2018: il ministro Pinotti e il capo di SME alla cerimonia di chiusura

il Ministro passa in rassegna lo schieramento

Sestriere, 10 marzo 2018 – CaSTA 2018 è stata una kermesse di addestramento e sport dove hanno gareggiato 1500 militari, in 40 km di movimento scialpinistico, su oltre 2000 metri di dislivello in 3 giorni, con 11 nazioni partecipanti, decine di gare disputate, migliaia di ore passate a sfidarsi e ad esercitarsi sulle nevi del Piemonte. Questi in estrema sintesi i campionati sciistici delle Truppe Alpine che si sono oggi conclusi oggi al Sestriere, alla presenza del ministro della Difesa senatrice Roberta Pinotti e del capo di Stato Maggiore dell’Esercito generale di corpo d’armata Salvatore Farina

Il soccorso in ambiente montano è stato il cardine della 70^ edizione della manifestazione, dove il ministro ha partecipato anche all’esercitazione mattutina in cui hanno operato in sinergia diversi corpi dello Stato, squadre soccorso militare dell’Esercito, squadre soccorso del Corpo Nazionale di Soccorso Alpino e Speleologico, Guardia di Finanza e unità cinofile e personale dei Carabinieri.

“Professionalità diverse e integrabili per assicurare capacità d’intervento tempestivo in caso di emergenza. Un vero esempio di “sistema Paese”, dove la Difesa contribuisce in maniera importante con le proprie eccellenze (donne e uomini) formate da costante addestramento” così ha commentato il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, assistendo all’esercitazione “Chaberton 2018”

Il Ministro premia il Comandante del 7° reggimento Alpini

Il generale Farina, nel salutare i militari presenti, italiani e stranieri, ha ricordato che “quelle che si concludono oggi non sono state solamente giornate di sport ma, soprattutto, un’occasione addestrativa che ha concorso a promuovere lo scambio, la cooperazione e l’interoperabilità tra unità d’elite di eserciti alleati e amici, creando, al contempo, soliti legami tra gli uomini e le donne che ne fanno parte”.

“Sono state giornate intense ed entusiamanti con i ritmi serrati ed impegnativi della montagna – ha salutato così i 1500 militari dei CaSTA il comandante delle Truppe Alpine generale di corpo d’armata Claudio Berto – giornate che hanno sicuramente contribuito ad accrescere il vostro addestramento e la vostra capacità alpina”.

Un appuntamento addestrativo che nasce nel 1931 per valutare la preparazione dei reparti alpini e oggi, giunto alla 70^ edizione, è ormai considerato una sorta di olimpiade per reparti militari. Negli anni si è anche superata la specificità alpina ed i campionati sono stati aperti alla partecipazione di militari di altri corpi dell’Esercito e, dal 1979 di delegazioni straniere accomunate dal comune addestramento montano.

le Autorità con una squadra soccorso alpino militare delle truppe Alpine

Molte le competizioni che hanno visto cimentarsi atleti di diverse categorie con una gara su tutte, che testa la capacità di un plotone militare ad operare in montagna. Slalom con equipaggiamento militare, prove topografiche e massacranti trasferimenti a tempo con anche un pernottamento in alta quota hanno fatto selezione in questa gara vinta, per dovere di cronaca, dal plotone del 7° reggimento Alpini.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Comando Truppe Alpine
______________________________________________
Annunci

Presentata CaSTA 2018, la 70^ edizione dei campionati sciistici delle Truppe Alpine

28059313_10213162590432565_667967466474642902_n

Torino, 22 febbraio 2018 – Il generale Claudio Berto, comandante delle Truppe Alpine, ha presentato la 70^ edizione dell’importante manifestazione internazionale che si svolgerà in Piemonte dal 5 al 10 marzo, al circolo dell’Esercito di Torino.
Soldati di 13 nazioni saranno in gara per contendersi i trofei in palio, con l’obiettivo di confrontarsi e verificare il livello di addestramento raggiunto dai reparti nel saper operare in ambiente montano invernale ed in condizioni talvolta estreme.

CMCSc Paolo MASSARDI

La cerimonia di apertura, a Sestriere lunedì 5 marzo (con diretta streaming a partire dalle ore 15), darà il via ad un’edizione dei campionati caratterizzata dal tema della “sicurezza in montagna”. Un meeting dedicato all’argomento e la condotta di un’esercitazione in cui le squadre soccorso alpino militare delle truppe alpine – impiegate anche recentemente, in concorso alla Protezione Civile, per prestare soccorso alla popolazione colpita da eventi nivologici di devastante entità – opereranno congiuntamente a personale e velivoli dell’aviazione dell’Esercito, del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico e ad una Squadra soccorso con unità cinofila della Guardia di Finanza.

Verranno evidenziate ancora una volta le spiccate capacità duali dell’Esercito, in grado di intervenire tempestivamente con i propri assetti – addestrati e formati per l’impiego nei teatri operativi internazionali – anche in Patria in caso di necessità.

CMCSc Paolo MASSARDI

Testimonial in sala il caporalmaggiore capo Marco Majori, il caporalmaggiore scelto Marco Farina ed il 1° caporalmaggiore Maurizio Giordano, alpinisti dell’Esercito in forza al Centro Addestramento Alpino che stanno preparando una spedizione alpinistica in cui saranno prossimamente impegnati nella catena montuosa del Baltoro Muztagh, al confine tra Cina e Pakistan.

L’appuntamento è in Alta Val Susa e Val Chisone, sulle montagne olimpiche di Torino 2006, per una settimana di sport ed eventi trasmessi in diretta streaming sui siti www.ana.it e www.meteomont.org.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Comando truppe alpine
______________________________________________

 


Esercito: il capo di SME visita i comandi di vertice del nord Italia

Il generale Errico ha incontrato gli uomini e le donne delle Forze Operative del nord Italia, del comando truppe alpine e delle forze operative terrestri di supporto

 Visita al COMFOPNORD

Bolzano, 8 febbraio 2018 – Il capo di Stato Maggiore dell’Esercito Italiano, generale di corpo d’armata Danilo Errico, in previsione del suo prossimo avvicendamento, ha incontrato il personale del comando delle forze opertative di supporto di Verona, del comando delle forze operative nord di Padova e del comando truppe alpine di Bolzano dove ha presieduto al passaggio di consegne tra il generale di corpo d’armata Federico Bonato e il parigrado Claudio Berto.

Nelle sue visite di commiato a Verona e Padova, il capo di SME ha parlato a lungo con il generale di corpo d’armata Amedeo Sperotto e il generale di corpo d’armata Paolo Serra. Ha poi firmato l’albo d’onore e rivolto un breve saluto al personale militare e civile dei due alti comandi ringraziandoli per la sempre puntuale professionalità e dedizione dimostrate.

Allocuzione del Capo di Stato Maggiore dell'Esercito Generale C.A. Danilo ERRICO - Copia - Copia

Il generale Errico, nel suo saluto, ha evidenziato l’importanza dei compiti dei tre comandi di vertice della Forza Armata: il COMFOTER di supporto presiede al coordinamento e controllo dei comandi e delle unità di supporto tattico e logistico dell’Esercito Italiano, delle quali assicura l’approntamento a premessa di un impiego operativo sia all’estero che in territorio nazionale; il COMFOP-Nord responsabile delle operazioni e concorsi operativi che la Forza Armata fornisce a Istituzioni e associazioni locali, alla protezione civile ed alle forze di Polizia su tutto il centro-nord Italia (bonifica da ordigni bellici, calamità naturali, ecc.); il COMTA che raccoglie in sé la maggioranza dei reparti da montagna dell’Esercito Italiano e ne è responsabile per l’addestramento e la preparazione.

Al comando truppe alpine, il capo di Stato Maggiore dell’Esercito, si è prima intrattenuto con il comandante cedente, generale di corpo d’armata Federico Bonato e il parigrado subentrante Claudio Berto, per poi ufficializzare il passaggio di consegne tra i due ufficiali generali. La cerimonia si è svolta all’aeroporto militare di San Giacomo (BZ), sede del 4° reggimento dell’Aviazione dell’Esercito.

Tra le tante autorità locali partecipanti anche il sindaco di Bolzano, dottor Renzo Caramaschi.

Durante la cerimonia sono state brevemente ripercorse le attività svolte dalle truppe alpine che, guidate dal generale Bonato hanno attraversato un complesso processo di riorganizzazione e visto le Brigate dipendenti intensamente impiegate in numerose operazioni sia in Patria sia all’estero.

Significativo il concorso fornito dagli alpini alla Protezione Civile, con le Squadre Soccorso Alpino Militare dei reparti dipendenti prontamente intervenute in situazioni di emergenza in occasione del verificarsi di pubbliche calamità.

Rivolgendo al generale Bonato parole di stima e l’apprezzamento della Forza Armata per il lavoro svolto, il capo di Stato Maggiore dell’Esercito ha ringraziato le autorità locali per l’accoglienza da sempre dimostrata nei confronti dell’Esercito e degli apini in particolare. Ha poi espresso parole di gratitudine alle Truppe Alpine: “il vostro straordinario impegno nelle emergenze avute sul territorio nazionale ha evidenziato il vero significato del dual use dei soldati.”  Il capo di SME ha concluso il suo discorso ricordando l’impegno degli oltre 4000 militari impiegati nelle missioni all’estero e dei 7000 inseriti nel dispositivo Strade Sicure, la cui opera consente al cittadino di apprezzare l’importanza e le capacità dell’Esercito Italiano.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Stato Maggiore Esercito
____________________________________________

A Viterbo 133 allievi della scuola sottufficiali dell’Esercito ricevono il grado di maresciallo

Gli Allievi della Scuola Sottufficiali dell’Esercito del 16° corso “Valore” ricevono i gradi di Maresciallo.


​​​​​​Viterbo 26 settembre 2015 – Ieri, in occasione del cinquantennale della Scuola Sottufficiali dell’Esercito nella sede di Viterbo, 133 allievi marescialli ​del 16° corso “Valore”, hanno ricevuto gli ambiti gradi di maresciallo al termine del biennio formativo.

Al significativo evento, presieduto dal comandante per la Formazione e Scuola di Applicazione dell’Esercito, generale di divisione Claudio Berto, erano presenti autorità militari, istituzionali locali, civili e religiose. Significativa la consueta, sentita partecipazione dei familiari e degli amici degli allievi neo-promossi che, provenienti dalle diverse regioni della Penisola, hanno preso attivamente parte all’evento consegnando il grado di maresciallo ai propri congiunti.

Nel corso della cerimonia, il comandante per la Formazione e Scuola di Applicazione dell’Esercito, generale di divisione Claudio Berto, ha consegnato la Croce di Bronzo al Merito dell’Esercito, al neo maresciallo Yari Cipriani, onorificenza conferita per la missione ISAF, in Afghanistan, nell’anno 2011.

​ I 133 neo Marescialli, giunti alla Scuola Sottufficiali il 10 settembre 2013, lasceranno l’Istituto di Formazione di Viterbo il prossimo mese di gennaio per raggiungere le Scuole d’Arma e Specialità dove completeranno il loro iter formativo triennale, al termine del quale 119 di loro conseguiranno la laurea in “Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali” e 14 quella in “Infermieristica”.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Comando per la Formazione, Specializzazione e Dottrina dell'Esercito

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

Dott.ssa Ilaria Rizzo

PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA

PODIO

can che abbaia non morde

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa, Cooperazione Internazionale e scenari europei

Libano

immagini e documentazione raccolta da quotidiani libanesi

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade