Archivi tag: Chris Whitecross

Il NATO Defense College ospita il 65° seminario dell’Associazione degli Anciens

PANELISTS

Roma, 19 Ottobre 2018 – L’associazione degli Anciens del NDC, composta dai precedenti frequentatori del Senior Course, si è riunita oggi presso il NATO Defense College di Roma, in occasione della 65esima edizione del loro seminario annuale: un appuntamento, questo, che viene celebrato dal 1954.

Oltre 120 i partecipanti tra ufficiali e membri dell’associazione che hanno preso parte al seminario all’interno del Main Auditorium del College. Il tema di quest’anno “Projecting Stability: NATO’s new challenge?” ha affrontato le sfide odierne e future dell’Alleanza Atlantica.

NDC_0544

Il comandante del NDC, generale di corpo d’armata (Canada) Chris Whitecross, ha dato il suo benvenuto ai presenti sottolineando l’importanza e l’attualità del tema prescelto, in relazione alle situazioni di instabilità che caratterizzano il sistema internazionale e alle relative minacce per la sicurezza dell’Alleanza.

Illustri gli ospiti presenti anche per questa edizione, provenienti sia dal mondo militare che accademico. Ospite d’onore di quest’anno sua altezza reale il principe di Giordania, Rashid Bin El Hassan, keynote speaker della conferenza e il generale Petr Pavel ex capo del comitato militare della NATO a Bruxelles.

NDC_0460

Nutrito il parterre dei conferenzieri che sono intervenuti nel corso della mattinata: dottor Noureddine Jebnoun, ricercatore alla Georgetown University, USA; il dottor Kevin Koehler, Faculty Adviser e ricercatore del NDC; il dottor Guillaume Lasconjarias, defence education adviser presso il ministero dell’Istruzione francese. Moderatore degli interventi e’ stato il direttore della Research Division del NDC, il dottor Thierry Tardy. L’intervento conclusivo è stato a cura del dottor Matthew Fisher, editorialista di Postmedia’s International Affairs.

Journalists

Al momento, l’Associazione Anciens conta oltre 7000 membri in tutto il mondo. Molti di loro occupano posizioni di grande responsabilità a livello nazionale ed internazionale, a testimonianza degli altissimi livelli di preparazione militare e diplomatica che il NATO Defense College è stato in grado di fornire sin dalla sua fondazione che risale al 1951 nella città di Parigi.

© All rights reserved
Fonte e immaginiNATO Defense College
____________________________________________

Concluso il 131 senior course al NATO Defense College

Main Auditorium

Roma 2 febbraio 2018 – Si è celebrata oggi, al NATO Defense College di Roma, la cerimonia di chiusura del 131 Senior Course alla presenza del presidente del comitato militare dell’Alleanza Atlantica generale Petr Pavel, e di numerosi ambasciatori dei Paesi alleati e partner, insieme ad importanti autorità civili e militari nazionali. 

Il generale Pavel, al suo arrivo, è stato accolto dal comandante dell’istituto, il generale c.a. Chris Whitecross. Nel suo discorso introduttivo, il comandante si è congratulato con tutti i frequentatori, futuri leader dei paesi dell’Allenza e paesi partner per l’importante risultato raggiunto che sottolinea, ancora una volta, l’alta valenza strategica del corso. 

Pavel speech

In seguito, il generale Pavel nel suo discorso ha sottolineato l’importanza dei tre pilastri della NATO “Adaption, Coherence e Cohesion” ed infine ha concluso affermando che “le sfide richiedono risposte dalla NATO, ma anche da ONU, UE e da altri attori disposti a difendere i valori che tutti noi rappresentiamo: questi sono la fonte primaria della nostra forza”.

Nel corso della cerimonia, il preside del NATO Defense College, BrigGen (ret.) František Mičánek ha assegnato insieme al general Pavel il premio Eisenhower al tenente colonnello Tobias Aust (Germania) per la migliore ricerca individuale.

La cerimonia si è conclusa con la consegna del diploma ai corsisti da parte del presidente del comitato militare della NATO, il generale Pavel e del comandante del NDC, generale c.a. Whitecross.

SC131_Graduation_12_0

Al 131 Senior Course hanno partecipato 67 tra ufficiali e diplomatici provenienti da 31 Paesi sia NATO e partner. Nell’ambito dei circa 6 mesi di corso sono stati svolti importanti periodi di studi strategici in aula e all’estero con la partecipazione a viaggi d’istruzione (cosidetti “Field Study”) che in particolare hanno riguardato tre macroaree: “European Securities Perspectives”, “Transatlantic Links” e “Regional Approaches”. Per i frequentatori è stata un’ottima opportunità per approfondire la conoscenza dell’ambiente NATO e di affrontare le future sfide che coinvolgono la sicurezza globale.

© All rights reserved
Fonte e immaginiNATO Defense College
___________________________________________

NATO: 64° seminario dell’associazione Anciens del NDC dedicato al “NATO and information warfare in the post-truth era”

131_64AnciesnSeminar_5_0

Roma, 20 Ottobre 2017 – L’associazione Anciens del NATO Defense College, ovvero l’associazione formata dagli ex frequentatori anche quest’anno si è riunita nelle sede del NATO Defense College di Roma per la 64esima edizione, appuntamento che ricorre dal 1954.

“NATO and information warfare in the post-truth era”, è il titolo della conferenza di quest’anno che ha affrontato un tema cruciale dell’attualità e delle relazioni internazionali. Oltre 120 gli ufficiali e i membri dell’associazione che hanno presenziato al seminario.

Il comandante del NDC, generale di corpo d’armata Chris Whitecross, ha aperto i lavori con un discorso inaugurale nel quale ha evidenziato l’importanza e l’attualità del tema prescelto in relazione alle situazioni di instabilità che caratterizzano il sistema internazionale, una concreta minaccia per la sicurezza dell’Alleanza, sottolineando che “La posta in gioco è la nostra idea di libertà”.

131_64AnciesnSeminar_2a_0

Il generale Whitecross ha poi presentato gli autorevoli ospiti, provenienti dal mondo militare e dell’informazione: il dott. Matthew Fisher, editorialista di Postmedia’s International Affairs, che ha tenuto l’intervento iniziale; il dott. Keir Giles, direttore del Conflict Studies Research Center nel Regno Unito; il dott. Peter Pomerantsev, giornalista, autore e produttore Tv; il dott. Jamie Shea, Deputy Assistant Secretary General  for Emerging Security Challenges presso il quartier generale della NATO a Brussels ed infine il dott. Nik Gowing, Visiting Professor in War Studies presso il Kings College di Londra, moderatore degli interventi e del dibattito seguente.

I relatori hanno affrontato il tema da differenti punti di vista in considerazione della sua complessità e della sua ricaduta nell’ambito dell’Alleanza.

Nel suo intervento, Matthew Fisher ha esposto tutte le sfide ed i problemi posti dalla guerra ibrida, sottolineando come l’Occidente non abbia ancora reagito ai pericoli posti dalla manipolazione delle informazioni. “Nessuno ha ancora dato una definizione precisa di fake news ma le loro conseguenze sono difficili da misurare con metodi convenzionali” ha detto Fisher, aggiungendo che “stiamo perdendo questa guerra perché non la stiamo affrontando affatto”.

Keir Giles ha fatto eco a queste parole aggiungendo che “la consapevolezza si rivela cruciale nel contesto della manipolazione delle informazioni, e cruciale è anche la diffusione di questa consapevolezza”.

Peter Pomerantsev ha invece illustrato come al giorno d’oggi non sia più necessario far apparire come vere le falsità, dal momento che nei meandri di Internet ogni messaggio otterrà comunque l’effetto sperato nelle comunità interessate.

Il dott. Jamie Shea si è invece soffermato sul concetto di resilienza: “Le guerre ibride hanno senso solo se al contempo c’è una situazione di vulnerabilità e rimedio alla vulnerabilità è proprio lo sviluppo dell’idea di resilienza”.

____ . ____ . ____ . ____ . ____

Al momento, l’associazione Anciens conta oltre 7000 membri in tutto il mondo. Molti di loro occupano posizioni di grande responsabilità a livello nazionale ed internazionale, a testimonianza degli altissimi livelli educativi raggiunti dal NATO Defense College e del prestigio di cui gode tra i Paesi Membri e quelli Partner.

© All rights reserved
Fonte e immagini: NATO Defense College
____________________________________________

NATO Defense College: inaugurato dal generale Farina il 18° NATO Regional Cooperation Course

NDC_0195

Roma, 18 Settembre 2017Inaguration lecture del generale Salvatore Farina per il 18° NATO Regional Cooperation Course (NRCC 18) presso il NATO Defense College.

Oggi, al NATO Defense College di Roma, si ѐ tenuta la cerimonia di inaugurazione della diciottesima edizione del NATO Regional Cooperation Course (NRCC 18).

Per l’occasione, il generale Chris Whitecross, comandante del NDC, ha dato il benvenuto al generale Salvatore Farina, comandante del NATO Joint Forces Command di Brunssum (Olanda), il quale ha presieduto l’evento con un “Inauguration lecture” nell’Auditorium del college.

NDC_0209

Il NRCC è stato istituito il 2009, e da allora ha sottolineato il generale Whitecross, è stato riconosciuto dai leader NATO come una pietra miliare dell’impegno dell’Alleanza nei confronti dei Paesi Partner.

Il corso NRCC, uno dei programmi educativi più importanti offerti dal NDC, annovera questa volta 46 partecipanti provenienti da 20 Paesi, tra cui Stati Membri della NATO, paesi aderenti al Programma Partnership for Peace (PfP), al programma Mediterranean Dialogue (MD), alla Istanbul Cooperation Initiative (ICI) e membri appartenenti ad altri Paesi Partner.

Gli obiettivi del corso comprendono il rafforzamento del dialogo e della cooperazione internazionale in merito alla sicurezza e alla stabilità della regione Medio Orientale: la diffusione della conoscenza riguardo la realtà storico-politica dell’area: lo sviluppo della capacità analitica dei partecipanti attraverso discussioni e dibattiti e l’analisi dei punti chiave riguardanti la relazione tra l’Alleanza Atlantica ed il Medio Oriente. Nel sottolineare questi propositi, il comandante del college ha inoltre ricordato come non vi sia alcun dubbio che la stabilità e la sicurezza dei paesi NATO sia cruciale per il resto del mondo e dunque lo stesso principio valga per il Medio Oriente e i suoi partners.

Successivamente il comandante ha dato la parola al generale Farina, oratore principale dell’evento, per la sua lezione inaugurale.

NDC_0222

Durante il suo intervento il generale Farina ha illustrato il processo di adattamento dell’alleanza per fronteggiare le nuove sfide, offrendo la prospettiva del comandante operativo joint di Brunssum.

In particolare nell’esporre il focus dei 3 Core Tasks della NATO: Collective Defence, Crisis Response Operations e Cooperative Security il generale Farina ha sottolineato come a fattor comune la prevenzione, la dissuasione e il dialogo debbano sempre accompagnare qualsiasi misura di adattamento dell’Alleanza.

Altrettanto importante il ruolo della NATO nella Cooperative Security e nel supporto alla lotta contro il terrorismo.

Si dovranno quindi prevedere forze credibili, pronte e ben addestrate unitamente a chiari messaggi ed iniziative non escalatorie e non provocative.

Infine, rispondendo a specifici quesiti il comandante di JFC Brunssum ha elogiato la decisione di costituire l’HUB for the south in seno al comando “gemello” di Napoli, riconoscimento dell’iniziativa dei Paesi del fianco sud e chiaro successo della leadership italiana nel portare avanti detta proposta.

© All rights reserced
Fonte e immagini: NATO Defense College
_______________________________________

NATO: cerimonia di fine corso per i frequentatori del 130 Senior Course al Defense College di Roma

Roma 21 Luglio 2017 – Oggi, con la “Graduation Ceremony” si è concluso il 130̊ Senior Course frequentato negli ultimi sei mesi da 54 tra ufficiali e diplomatici provenienti da 19 Paesi dell’Alleanza.

Admiral M.HOWARD adressing the speach 2

L’ammiraglio Michelle Howard, comandante del comando alleato interforze di Napoli, accolta dal comandante del Nato Defense College, il generale di corpo d’armata canadese Chris Whitecross ha presieduto la cerimonia.

Presenti, inoltre, all’evento numerosi ambasciatori dei Paesi alleati e partner, insieme ad importanti autorità militari italiane.

Il generale Whitecross, comandante del NATO Defense College ha sottolineato sia l’importante impegno e gli studi condotti dai frequentatori del Senior Course e sia la loro partecipazione ai tre “Field Study” all’estero dove hanno avuto l’opportunità di conoscere le principali capitali europee, dell’America del Nord e del Canada e di visitare i Ministeri della Difesa e i principali comandi militari dei Paesi Alleati e partners.

Inoltre, il generale Whitecross ha evidenziato come la frequenza di questo corso ha consentito di acquisire le necessarie conoscenze e stimoli per affrontare al meglio i principali dibattiti dalle questioni inerenti al ruolo della NATO, della sicurezza internazionale, alle questioni regionali e mondiali con autorevoli personalità provenienti dal mondo accademico.

L’ammiraglio Howard nel suo discorso ha sottolineato a 360 gradi, l’importanza del comando di Napoli posto alle sue dipendenze, il Joint Force Command che, soprattutto nell’ultimo anno sta assumendo una crescente importanza nello scenario strategico del Mediterraneo e si sta trasformando sotto la guida strategica della NATO nel nuovo hub meridionale dell’Alleanza in grado di fronteggiare le attuali e le future sfide riguardanti la sicurezza globale.

Delivering Diplomas

Il Senior Course è la principale attività accademica del Nato Defence College. Si svolge due volte all’anno e comprende diversi periodi di studio, nonché viaggi di istruzione all’estero (cosiddetti “Field study”) nei principali Paesi della NATO e nei paesi Partner.

© All right reserved
Fonte e immagini: NATO defence college
___________________________________________

 


OpinioniWeb-XYZ

Opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Ornitorinco Nano

Blog musicale personale

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

Rassegna di analisi, ricerche e studi sulle relazioni internazionali nel Mar Mediterraneo

Rassegna Stampa Militare

News e Foto su Difesa e Cooperazione Internazionale, di Antonio Conte | Edito da 08/2009

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade