Annunci

Archivi tag: Centro Sportivo Esercito

Oro mondiale a squadre per la spadista Roberta Marzani

Roberta Marzani

Uzbekistan, 9 aprile 2015 – La giovane Italia della scherma non finisce di stupire, e con lei neanche la piccola ma esplosiva spadista della nazionale italiana under 20 Roberta Marzani.

Dopo aver conquistato nel 2015 due bronzi europei e, per il secondo anno consecutivo, la Coppa del Mondo giovani, quest’oggi, ai mondiali under 20 di Tashkent, in corso di svolgimento in Uzbekistan, il diciannovenne caporale della sezione scherma del Centro Sportivo Esercito si laurea campione del mondo a squadre nella spada, battendo in finale la Russia con il punteggio di 45/35.

Il risultato dell’azzurra, che ha seguito di poche ore l’oro vinto dalla collega Chiara Mormile nella sciabola, ha confermato l’alto profilo tecnico della scherma giovanile targata Esercito Italiano.

Il successo del quartetto azzurro, composto oltre che dalla Marzani anche da Nicol Foietta, Alice Clerici ed Eleonora De Marchi, è maturato al termine di una combattutissima finale in cui l’alta scuola italiana ha saputo fronteggiare, stoccata su stoccata, gli insidiosi assalti delle quotate avversarie.

Il cammino verso il primo gradino del podio, iniziato ieri dopo aver superato nei turni preliminari prima il Kirghizistan per 45-13 e poi l’Austria per 45- 29, è proseguito nella giornata odierna con la vittoria sulla Polonia per 45/39 ai quarti e sulla Germania, per 45/33, in semifinale.

Al termine della gara Roberta Marzani ha ringraziato chi le è stata vicino e l’ha aiutata a conseguire questo traguardo: “Una medaglia che mi riempie di gioia che segue una prova individuale chiusa amaramente al quinto posto dopo aver lottato, stoccata su stoccata, contro l’avversaria tedesca. Questo mondiale mi ha comunque dato la possibilità di conquistare i punti necessari per aggiudicarmi, per la seconda volta consecutiva, la coppa del mondo giovani di specialità che voglio dedicare a tutti coloro che mi hanno aiutato in questo momento della stagione, densa non solo di impegni sportivi, ma anche di impegni scolastici. Spero di non tralasciare nessuno: ringrazio molto la mia famiglia, l’Esercito che crede molto nelle mie potenziati lista e che ringrazio doppiamente per avermi scelta lo scorso anno e chiaramente il mio tecnico che giornalmente mi segue sulle pedane di allenamento della mia città.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Stato Maggiore dell'Esercito
Annunci

Campionati italiani di snowboard: il c.m. Aaron March medaglia di bronzo nel gigante parallelo

Aaron March

Canazei (TN), 27 marzo 2015 – Si è conclusa oggi la stagione dello snowboard con la disputa del gigante parallelo dei Campionati Italiani Assoluti. Il caporal maggiore Aaron March, unico atleta del Centro Sportivo Esercito al via, ha conquistato la medaglia di bronzo, ripetendo quanto fatto ieri dal compagno di squadra, caporal maggiore scelto Roland Fischnaller, nello slalom parallelo. La rassegna tricolore dello snowboard si conclude così con sei medaglie conquistate dall’Esercito di cui una d’oro, due d’argento e tre di bronzo.

© All rights reserved
Fonte: Stato Maggiore dell'Esercito

Coppa del mondo di sci: esercito conquista un bronzo

Damiano Lenzi

Cuneo, 27 marzo 2015 – La quinta ed ultima tappa della Coppa del Mondo 2015 di sci alpinismo si è aperta oggi a Prato Nevoso, Cuneo, dove i migliori sci alpinisti al mondo si sono sfidati nella gara vertical. Il tracciato molto impegnativo ha fatto selezione sin da subito e condurre la gara sono presto rimasti in tre.

A spuntarla, dopo 26′ di gara, è stato il ventiduenne tedesco Anton Palzer, autore di un forcing finale che gli ha permesso di precedere di 10” lo spagnolo Kilian Jornet Burgada e di 18” il 1° caporal maggiore Damiano Lenzi. Bella gara quella dell’azzurro, che conferma il grande momento di forma conquistando il primo podio stagionale nel massimo circuito. Ai piedi del podio altri due atleti della sezione sport invernali del Centro Sportivo Esercito, con 4° il caporal maggiore Robert Antonioli e 5° il caporal maggiore capo scelto Manfred Reichegger, giunti appaiati a 30” dal podio di giornata.

Il programma di gare prevede domani la gara individuale mentre domenica andrà in scena la spettacolare sprint in cui Antonioli dovrà difendere la leadership nella classifica di Coppa del Mondo.

© All rights reserved
Fonte: Stato Maggiore dell'Esercito 
Immagine: A. Tognetto


De Fabiani vince la 15 km in tecnica classica nel circuito di Coppa del Mondo

Il caporal maggiore Francesco De Fabiani del Centro Sportivo Esercito ha trionfato nella 15 km in tecnica classica nello sci di fondo.

Gara De Fabiani del Centro Sportivo Esercito

Roma, 9 marzo 2015 – . Ieri il caporal maggiore Francesco De Fabiani del Centro Sportivo Esercito ha trionfato nella 15 km in tecnica classica nello sci di fondo con il tempo di 34’51’’2, nella quale si è reso artefice di una strepitosa conclusione di gara dove ha recuperato numerose posizioni ed è finito sul gradino più alto del podio nel circuito di Coppa del Mondo. Il caporal maggiore dell’Esercito ha lasciato alle sue spalle l’agguerrita concorrenza di Alexey Poltoranin (KAZ), al secondo posto con un distacco di 3’’0 e Sami Jauhojarvi (FIN) al terzo con 4’’6 di ritardo.

Per De Fabiani è la prima vittoria della carriera in una gara della Coppa del Mondo, risultato che gli consente anche di prendere la leadership nella speciale classifica di Coppa del Mondo riservata agli Under23.

Podio De Fabiani del Centro Sportivo Esercito

Con il risultato di ieri, la mente corre veloce alle gesta di altri azzurri del passato come Franco Nones, primo vincitore di una gara in tecnica classica alle Olimpiadi di Grenoble, ma anche Fauner e Maj nel 1997 e 1999 in Coppa del Mondo. Su tutti però il ricordo più grande è legato all’alpino e maresciallo dell’Esercito Marco Albarello che per ben 2 volte primeggiò in competizioni in tecnica classica.

Il Centro Sportivo Esercito nasce il 1° gennaio del 1960 e si affilia, come indicato dallo Statuto Societario, alle Federazioni sportive nazionali d’interesse con scopi che mirano essenzialmente ad incentivare e sviluppare la pratica sportiva.

© All rights reserved
Fonte: Stato Maggiore dell'Esercito

Undici nuovi giovani atleti azzurri in servizio al centro sportivo olimpico dell’esercito

Roma, 17 giugno 2014 – Il primo bando del concorso 2014 per atleti del Centro Sportivo Esercito assegna alla Cecchignola di Roma undici promesse dello sport italiano, pronti a puntare con determinazione ai prossimi impegni nazionali ed internazionali, primi tra tutti i Giochi Olimpici di Rio de Janeiro, quindi Tokio 2020.
Nel quadro della programmazione degli arruolamenti del personale atleta, ieri, presso il Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito di Roma hanno preso servizio 11 giovani atleti di 8 discipline sportive.
Simone Sabbioni e Niccolò Di Fabio per il nuoto, Gabriele Foschini e Roberta Marzani per la scherma, Cristiana Rizzelli e Cristina Gaspa per il taekwondo, ed ancora Aron Caneva per la lotta, Chiara Gandolfi per la ginnastica artistica, Maria Schiava per il tiro a segno e Gioele Bertolini e Francesco Maietta per il ciclismo e pugilato, questi i nomi dei neo assegnati con il grado di Caporale, che questa mattina alle ore 8,00 hanno varcato la soglia della storica caserma “Silvano Abba” della Cecchignola di Roma, in passato sede di servizio dei più grandi campioni dello sport italiano come i calciatori Francesco Totti, il motociclista Max Biagi, il marciatore Francesco Da Milano, il pugile Francesco Damiani, ecc., ecc..
11 giovani atleti che hanno già dimostrato di avere le carte in regola per competere ad alto livello nei principali impegni agonistici nazionali ed internazionali e puntare con determinazione ad una eventuale partecipazione sia ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro del 2016 che a quelli di Tokio 2020.
Una scelta lungimirante da parte del management dell’Esercito fatta su solide certezze suggerite principalmente dai risultati sino ad ora conseguiti da ogni singolo atleta, risultati che consolidano ciascuna sezione agonistica del Centro Sportivo Esercito e che lanciano significative indicazioni al futuro dello sport italiano.

© All rights reserved
Fonte: Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito


Torino, salone del libro: la storia militare protagonista allo stand Difesa

Torino, 10 maggio 2014 – La storia militare è stata la grande protagonista di ieri nello stand del Ministero della Difesa al Salone del Libro. Una prima assoluta nel panorama degli studi militari il Repertorio degli Ufficiali dei Carabinieri Reali 1814 – 1871, presentato dal tenente colonnello Carbone, con la partecipazione del prof. Giovanni Paoloni, dell’Università La Sapienza di Roma, e del colonnello Paesano Capo Ufficio Storico di SMD.

In tarda mattinata c’è stata la presentazione di Dall’Isonzo al Piave. 24 ottobre – 9 novembre 1917. Relazione ufficiale della Commissione d’inchiesta di Caporetto, a cui sono intervenuti il prof. Mola e il colonnello Zarcone (capo ufficio storico di SME) dimostrando che, con le testimonianze raccolte all’epoca, la disfatta di Caporetto non fu un “tradimento” ma un evento che può succedere in un conflitto bellico.

Nel pomeriggio è stata presentato il volume Il Generale Roberto Segre (1872-1936) che narra le vicende di uno dei più alti ufficiali di religione ebraica del Regio Esercito Italiano. Infine l’anteprima del V Volume di Flavio e Ferruccio Russo (collana Technè) dove si esalta il ruolo trainante della cultura militare nella evoluzione tecnologica. “L’evoluzione degli eserciti – ha sottolineato il colonnello De Leo – e quella della scienza hanno spesso coinciso”.

Di grande interesse tra il pubblico è stata la conferenza su L’Esercito Italiano e la montagna, che ha illustrato le imprese alpinistiche militari e la meteorologia militare dedicata alla montagna. Il colonnello Marco Mosso, capo del Centro Sportivo Esercito di Courmayeur, ha parlato di quattro decenni di spedizioni del gruppo di alta montagna dall’Everest, all’Aconcagua al Monte Vinson. Il tenente colonnello Silvano Gandino, ha invece sottolineato l’importanza del servizio di previsioni Meteomont nella prevenzione del rischio delle valanghe. Un servizio che l’Italia  sta sostenendo anche in Afghnaistan con l’addestramento  di tecnici locali e una rete di rilevamento meteo-nivometrica alle autorità di Kabul.

Infine, il direttore della Rivista Aeronautica, tenente colonnello Stefano Cosci, ha introdotto il volume La Storia dell’Aeronautica Militare: i velivoli dell’AM (Aviator Edizioni), di Gregory Alegi. Alla presentazione è intervenuto il generale ispettore Basilio Di Martino (vicedirettore di Teledife), noto ricercatore storico ed autore di numerose opere di carattere aeronautico, che ha enfatizzato come “ogni nuova macchina che è stata introdotta in Aeronautica Militare ha sempre prodotto anche una piccola o grande rivoluzione culturale”.

A seguire, il capo dell’ufficio storico dell’Aeronautica Militare, colonnello Vittorio Cencini, ha presentato l’opera L’Italia nella guerra aerea – Dalla difesa della Sicilia all’8 settembre. L’opera, scritta da Ferdinando Pedrali, esplora i fatti accaduti durante la seconda guerra mondiale sul territorio siciliano, evidenziando aspetti inediti, sulle capacità ed i risultati ottenuti dai valorosi piloti italiani. L’autore ha infatti dimostrato come solo il 6% dei caccia italiani siano stati abbattuti in combattimento.

Per ulteriori approfondimenti consultare cliccare qui.

© All rights reserved
Fonte: Stato Maggiore Difesa
Foto: © Stato Maggiore Difesa


Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

Dott.ssa Ilaria Rizzo

PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA

PODIO

can che abbaia non morde

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa, Cooperazione Internazionale e scenari europei

Libano

immagini e documentazione raccolta da quotidiani libanesi

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade