Annunci

Archivi tag: Carabinieri Forestali

Le Forze Armate attendono i più piccoli a “Firenze dei bambini” dal 12 al 14 aprile

DSC_7444_MNFI_bandita.jpg

Firenze, 10 aprile 2019 – Anche quest’anno le Forze Armate saranno presenti, da venerdì 12 a domenica 14 aprile, alla manifestazione che la città di Firenze dedica ai bambini con coinvolgenti attività, laboratori e mezzi presso la sede dell’Istituto Geografico Militare, nella piazza della Santissima Annunziata e presso il Giardino dell’Orticoltura.

Nella storica sede dell’Istituto Geografico Militare sarà possibile apprendere il mestiere del “Cartografo”, grazie alla presenza degli specialisti appartenenti agli enti cartografici delle Forze Armate (Istituto Geografico Militare dell’Esercito Italiano, Istituto Idrografico della Marina, e CIGA – Centro Informazioni Geotopografiche dell’Aeronautica Militare) con laboratori interattivi dedicati alle tematiche topografiche. Giovani e adulti potranno cimentarsi nelle attività che ci permettono di rappresentare su carta un luogo geografico consentendoci di orientarci sul terreno, sul mare e in cielo.

Nella meravigliosa cornice di piazza della Santissima Annunziata, sarà allestito un “Campo Base Interforze” che permetterà agli uomini e alle donne dell’Esercito, della Marina, dell’Aeronautica e dell’Arma dei Carabinieri di far conoscere le capacità operative ed i mezzi utilizzati anche per aiutare le popolazioni colpite da calamità naturali o in situazioni di crisi.

In quest’area, sarà possibile toccare con mano alcuni dei mezzi in dotazione alle Forze Armate come il “Lince” dell’Esercito, una moto d’acqua della Marina, la cabina di pilotaggio dell’aereo MB339 dell’Aeronautica, utilizzato dalle Frecce Tricolori per le loro acrobazie, e due moto operative dei Carabinieri.

Inoltre i bambini potranno anche giocare, cimentandosi nella “scalata di una parete di roccia” insieme agli alpini o cimentarsi nella realizzazione ad arte di nodi sotto la guida dei maestri della Marina. Sarà possibile partecipare ad alcune procedure messe in atto dell’Aeronautica nelle operazioni di aerosoccorso, mentre i Carabinieri faranno conoscere le attività del Nucleo Antisabotaggio ed insegneranno a non cadere nelle trappole dei falsari grazie ai consigli degli esperti del nucleo Antifalsificazione monetaria.

Sarà inoltre possibile assistere alle esibizioni cinofili dell’Esercito, dell’Aeronautica e dei Carabinieri.

I Carabinieri Forestali allestiranno un “Villaggio Natura” nella cornice naturalistica del Giardino dell’Orticoltura, con un percorso didattico e sensoriale per conoscere alcune realtà della natura e delle biodiversità da difendere.

Le Forze Armate vi aspettano sabato 13 e domenica 14 aprile dalle ore 10.00 alle ore 18.00; la sede dell’Istituto Geografico Militare sarà aperta, per le scuole che si volessero prenotare, anche venerdì 12 aprile dalle ore 09.00 alle ore 14.00. Peraltro, presso l’ente cartografico di Stato, sarà possibile effettuare visite guidate gratuite alla biblioteca storica e al museo della cartografia.

© All rights reserved
Fonte: Stato Maggiore Difesa - Immagine: Monica Palermo
_____________________________________________________________
Annunci

La Difesa partecipa per la prima volta a Outdoor Expo di Bologna

expo

Bologna, 28 febbraio 2019 – Il Ministero della Difesa partecipa per la prima volta alla manifestazione “Outdoor Expo.EU 2019”, l’appuntamento per gli appassionati di sport, turismo e attività all’aria aperta.

Terra, aria, fuoco e acqua, sono gli elementi che gli uomini, le donne e i mezzi delle Forze Armate italiane attraversano tutti i giorni e che li accomunano alla fiera degli sport e del turismo en plein air.

Dal 1° al 3 marzo sarà possibile incontrare i militari dell’Esercito Italiano, della Marina Militare, dell’Aeronautica Militare e dell’Arma dei Carabinieri, per conoscere le loro esperienze a contatto con i quattro elementi e sperimentare alcuni dei loro allenamenti, attraverso percorsi ginnici e simulatori. Un importante momento per conoscere le capacità duali del personale, dei mezzi e dell’organizzazione militare di operare in qualsiasi condizione ed in ogni elemento, sia in caso di operazioni militari che in attività di supporto alla popolazione.

Presso il Padiglione 21 della Fiera di Bologna, i visitatori potranno familiarizzare con il Military fitness dell’Esercito, un percorso ginnico-sportivo che simula l’addestramento di base del soldato dove, mediante un circuito con ostacoli e sotto l’attenta supervisione di istruttori, sarà possibile effettuare esercizi con vari ostacoli per mettere alla prova resistenza, agilità e forza fisica.

Oppure cimentarsi con l’affascinante simulatore di barca a vela della Marina Militare che consentirà a giovani e meno giovani di provare il meraviglioso sport della vela, riproducendo le manovre necessarie a sfruttare al meglio la direzione e la velocità del vento con istruttori militari al loro fianco.

L’aria sarà sperimentabile attraverso il simulatore di volo interattivo Typhoon dell’Aeronautica Militare che, riproducendo alcune sensazioni e la visuale soggettiva del pilota, darà la possibilità di sperimentare in pochi minuti l’ebbrezza di volare.

Infine, con i Carabinieri Forestali, che hanno anche il compito di tutela della fauna e del territorio, si potrà visitare il villaggio natura, una rappresentazione del mondo delle biodiversità e delle ricchezze naturali da tutelare. Sarà inoltre esposto il motociclo Aprilia CapoNord, mezzo di trasporto enduro stradale usato dall’Arma in ambiente misto e accidentato.

Outdoor Expo si pone l’obiettivo di riunire tutte le realtà del mondo Outdoor in un’unica, grande manifestazione.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Stato Maggiore Difesa
___________________________________________

Arma dei Carabinieri, scuola ufficiali, il ministro della Difesa dà inizio al nuovo anno accademico 2018 -2019

d0e602fb-ce05-499f-a69a-50ab9616ccdf19medium

Roma 24 gennaio 2019 – L’anno accademico 2018 – 2019 per i futuri ufficiali dell’Arma è stato inaugurato il 22 gennaio con una cerimonia presso l’aula magna della Scuola Ufficiali Carabinieri di Roma. La cerimonia, aperta dal comandante della Scuola Allievi Ufficiali, generale di divisione Riccardo Galletta, si è svolta alla presenza del presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte, dei ministri dell’Interno Matteo Salvini, della Difesa Elisabetta Trenta e dell’Ambiente Sergio Costa.

1b212593-43bd-421e-9979-1a699484a04407medium

Fra le tante personalità presenti, autorità parlamentari, di governo e diplomatiche, il segretario generale della Corte Costituzionale, esponenti delle magistrature, i vertici delle Forze Armate, delle Forze di Polizia delle Agenzie di Informazione e Sicurezza, il presidente del Gruppo Medaglie d’Oro al V.M., i presidenti dell’Associazione Nazionale Carabinieri e dell’Associazione Nazionale Forestali in congedo ed esponenti degli organismi di rappresentanza dell’Arma.

Intervento del comandante della scuola

Il generale di divisione Riccardo Galletta, dopo aver ringraziato le autorità presenti, ha evidenziato “l’ambita dimostrazione riservata a questo Istituto che ha il delicato compito di formare la futura classe dirigente dell’Arma”. Il generale salutando i presenti e illustrando le attività didattiche svolte dall’Istituto ci ha tenuto a sottolineare che al termine dell’anno accademico i reparti saranno raggiunti dai primi ufficiali del ruolo forestale dell’Arma ed “a loro sarà affidato il compito di proseguire la missione a tutela dell’ambiente, ora forti dello spirito dei Carabinieri e della gloriosa tradizione del Corpo Forestale dello Stato”. 

d43dee46-c572-4b2f-b771-a3eaac9b2df609medium (1)

Sarà una “formazione permeata dei principi etici e giuridici che ispirano la nostra carta costituzionale” ha evidenziato il generale rivolgendosi al ministro della Difesa. Problematiche attuali verranno affrontate nella formazione dei nuovi ufficiali, come la globalizzazione, l’emigrazione e l’incontro di popolazioni diverse. Un modulo sarà dedicato alla sicurezza cibernetica, implementato da tecniche di investigazione nell’ambiente digitale con l’ausilio della più moderna tecnologia. Insieme all’università Roma Tre due compendi, uno che racchiude tutta la normativa antimafia e uno rivolto allo studio della minaccia terroristica. Per una sinergia tra teoria e pratica sono stati interpellati investigatori del ROS (Raggruppamento Operativo Speciale), del RIS (Raggruppamento Investigativo Scientifico) e dell’Istituto Superiore di Tecniche Investigative per una condivisione della loro esperienza sul campo.

La formazione etica “è l’impegno più ambito e sentito” ha precisato il comandante dell’Istituto, insieme alla “riflessione sui valori che devono caratterizzare l’ufficiale quale comandante dei Carabinieri. Rettitudine, senso del dovere, consapevolezza delle proprie responsabilità, desiderio di porsi al servizio della comunità per proteggere i diritti e le libertà di ogni persona”.

Intervento del comandante generale dell’Arma

779117a7-932a-4319-bcfe-97d191ac7b9713medium

Il comandante generale Giovanni Nistri, che si è rivolto agli ufficiali allievi frequentatori dei corsi, ribadendo loro la centralità sulla persona in termini di responsabilità, coscienza e coerenza: “Chiunque indossi questa uniforme porta il peso della responsabilità. La vostra, in quanto comandanti, è la più alta. Sarete chiamati a intercettare disagi e bisogni, a garantire la libera fruizione dei diritti di ognuno, ad assicurare il rispetto della dignità di tutte le persone, specie di quelle in condizioni di fragilità e sottoposte alla nostra custodia, affinché l’affermazione della legalità sia sempre scevra da gratuita violenza e proterva angheria, come la Costituzione ci impone”. 

La coscienza dell’autorità rivestita richiede di migliorare costantemente sé stessi, per far sì che i dipendenti alimentino e accrescano le proprie conoscenze, sostenendo la loro motivazioni attraverso l’ascolto attento e il giudizio equilibrato. Così si può meritare la considerazione degli uomini e delle donne rimessi alla propria responsabilità.

“Si è autorevoli solo se si è credibili” sottolinea il comandante dell’Arma “testimoniando ogni giorno con la propria condotta i principi che sono e restano la grammatica etica della nostra condizione di militari prima e di tutori dell’ordine” – ricordando – “… Noi Carabinieri dobbiamo essere i primi a giudicare, con rigore e senza tentennamenti chi di noi si allontani dalla via del dovere. Perché oltre 100.000 donne e uomini, capaci di dare un volto alla fiducia dei cittadini, sovrastino i pochi che possono venir meno all’impegno assunto”.

a61ca74f-7730-4dfa-9d0a-349d81c316bb10medium.jpg

Il generale Nistri ha poi tracciato un sintetico quadro delle attività e dei risultati ottenuti lo scorso anno. L’Arma, unico presidio di polizia per il 48% della popolazione che vive nei centri con meno di 50.000 abitanti, ha perseguito il 73% dei reati denunciati nel Paese e ha operato nel 63% dei casi scoperti in Italia. Oltre 4 milioni di pattuglie, 11.000 ogni giorno, hanno garantito la prevenzione e il pronto intervento 24 ore su 24. Nel settore investigativo sono stati tratti in arresto 783 persone per associazione di tipo mafioso e 7 latitanti pericolosi. Sono stati sequestrati e confiscati beni per oltre 1 miliardo di euro.

Il comandante ha sottolineato il rischio connaturato a questo costante impegno e il pensiero è andato ai 7 carabinieri deceduti in servizio e ai 1583 rimasti feriti nel 2018.

Un coraggio quotidiano, fatto spesso di semplici gesti di solidarietà, come ha rimarcato il Presidente della Repubblica nel discorso di fine anno, ricordando uno dei tanti episodi di vicinanza alla popolazione dell’Arma.

Un impegno che valica i confini nazionali con le missioni internazionali di pace, che vedono oltre 1.000 carabinieri nei vari teatri operativi. Il modello Carabinieri è un solido punto di riferimento per la comunità internazionale, un ruolo svolto anche nei comparti di specialità. Il comando Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale, a 50 anni dalla costituzione, fornisce all’Unesco i caschi blu della cultura, provvedendo all’addestramento di molte polizie straniere, e il Comando Unità Forestali Ambientali e Agroalimentari, a due anni dalla sua istituzione, ha sviluppato le capacità di proiezione all’estero dei reparti forestali.

In generale ha rimarcato che tra le tante minacce attuali quella cibernetica è di grande rilevanza e sottolinea che “nell’investimento tecnologico affrontiamo la sfida alla cyber security,  nuova frontiera della minaccia. Il computer attivo presso il comando generale garantisce con continuità prevenzione e reazione ad eventi cibernetici”. 

Il generale Nistri ha quindi auspicato soluzioni per consentire l’abbassamento dell’età massima di primo arruolamento e un provvedimento legislativo che delinei le modalità di esercizio del diritto all’associazionismo sindacale.

In conclusione, il comandante generale si è rivolto nuovamente agli ufficiali allievi, ai quali ha ricordato che fare parte dell’Arma è una scelta esistenziale.

Intervento del ministro della Difesa

1f4952f2-d1f7-4522-9fd6-5447068b894615medium

Il ministro della Difesa dottoressa Elisabetta Trenta, ha ringraziato i Carabinieri “perché tutti i giorni rischiano la loro vita per difendere la libertà” lavorando con passione, amore, coraggio e onestà e rivolgendosi ai giovani allievi ufficiali ha sottolineato “Ciò che sarete, ciò che potrete dare, dovete costruirlo qui, con il massimo impegno e la massima dedizione, seguendo le indicazioni e gli insegnamenti dei vostri docenti e dei vostri comandanti, a cominciare dal comandante generale, generale Giovanni Nistri, che incarna perfettamente per capacità, dedizione, esperienza ed umanità ciò che un comandante dei Carabinieri dovrebbe essere sempre”. Il ministro al termine del suo intervento ha dichiarato aperto l’anno accademico 2018-2019 della scuola ufficiali Carabinieri. “W l’Arma dei Carabinieri, W le Forze Armate, W l’Italia”.

di Monica Palermo

© All rights reserved
Immagini: Ministero della Difesa -  Fonte: Arma dei Carabinieri
___________________________________________________________________

 


Carabinieri Forestali sequestrano tonnellate di sacchetti per la spesa contraffatti

schermata 2019-01-14 alle 23.18.42

L’Aquila, 15 gennaio 2019 – Carabinieri Forestali hanno sequestrato tonnellate di sacchetti per la spesa in polietilene (shoppers) che riportavano falsamente la dicitura di “Sacco biodegradabile e compostabile”. Denunciati a piede libero 18 egiziani ed un’italiana che vendevano gli shoppers contraffatti. 

Circa 90 Carabinieri Forestali del gruppo di L’Aquila e Roma, unitamente a 12 Carabinieri del Comando Provinciale Carabinieri di L’Aquila hanno eseguito perquisizioni e sequestri già dalle prime ore della mattinata di ieri 14 gennaio. Misure cautelari disposte dalla Procura della Repubblica di L’Aquila (Pubblico Ministero, dr. Fabio Picuti) e dal Tribunale di L’Aquila (Giudice per le indagini preliminari, dott.ssa Guendalina Buccella), presso 30 esercizi commerciali e sedi di aziende, quasi tutti riconducibili a soggetti di nazionalità egiziana, dislocati in diverse località delle province di L’Aquila e Roma.

Il Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale e Agroalimentare Forestale Carabinieri (NIPAAF) di L’Aquila ha individuato dei sacchetti per la spesa (shoppers) che avevano una insolita consistenza nonostante riportassero diverse scritte che attestavano essere “100% biodegradabile compostabile”. Le analisi chimiche, infatti, hanno rivelato che i sacchetti erano fatti di un polimero non biodegradabile né compostabile, rendendoli così non idonei all’utilizzo né alla commercializzazione, ed erano importati da un’unica ditta il cui proprietario è di nazionalità egiziana e commercializzati da attività di rivendita di frutta i cui proprietari hanno la stessa nazionalità.

Le indagini si sono svolte nell’ambito di una campagna di controlli che ha interessato l’intero territorio nazionale, coordinata dal Comando Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari Carabinieri e promossa da INTERPOL, inerente attività di contrasto allo sversamento di rifiuti in mare.

schermata 2019-01-14 alle 23.18.48

L’Autorità Giudiziaria ha emesso decreti di perquisizione e sequestri contestando a 18 egiziani ed un’italiana i reati previsti dall’art. 517 del Codice Penale (vendita di prodotti industriali con segni mendaci) e dall’art. 256 del D. Legislativo 152/2006 (gestione illecita di rifiuti). I Carabinieri Forestali, coordinati dal responsabile dell’operazione, tenente colonnello Antonio Renato Rampini, comandante del NIPAAF di L’Aquila, hanno individuato l’importatore e sono risaliti alla documentazione doganale che già li indicava come “sacchetti in polietilene per frutta e verdura” e che, quindi, non erano da immettere sul mercato poiché riportavano, falsamente, la scritta “biodegradabile” e avrebbero causato inquinamento ambientale poiché l’ignaro consumatore, indotto in errore dalla scritta, li avrebbe riutilizzati per l’avvio al compostaggio di rifiuti umidi.

Nel corso delle perquisizioni, avvenute contemporaneamente in trenta attività commerciali e ditte, sono state sequestrate 8 tonnellate di sacchetti corrispondenti a diversi milioni di pezzi che vengono, così, sottratti alla dispersione in ambiente. Da luglio 2018 ad oggi, risultano essere stati importati oltre 10 milioni di sacchetti.

© All rights reserved
Fonte e immaginiComando provinciale Carabinieri Caserta
_______________________________________________________________

Castel Fusano: carabinieri forestali arrestano quarto piromane

image002 (1)

Roma, 4 agosto 2017 – A seguito dell’intensificazione dell’attività di prevenzione e contrasto degli incendi boschivi, ieri sera i Carabinieri del gruppo forestale di Roma hanno arrestato un 63enne del luogo, sorpreso in flagrante poco dopo aver appiccato un incendio nella pineta di Castel Fusano.

L’uomo, oggetto di osservazione da alcune ore, era stato visto introdursi con fare sospetto all’interno della pineta per poi uscirne poco dopo. I militari, dopo averlo seguito per un tratto, hanno trovato un rudimentale ordigno formato da un volantino arrotolato. Immediatamente hanno spento le fiamme che si stavano sviluppando, per continuare l’inseguimento.

Il piromane è stato così fermato poco lontano. Dalla perquisizione del suo veicolo sono state rinvenute le rimanenti pagine del volantino pubblicitario utilizzato per far divampare il fuoco.

Si è proceduto al suo arresto e al suo trasferimento in carcere con l’incriminazione di “incendio boschivo” doloso.

I servizi di pattugliamento dei Carabinieri del Gruppo Forestale e del Comando Provinciale di Roma proseguiranno per tutta l’estate al fine di prevenire il verificarsi di ulteriori analoghi episodi.

© All right reserved
Font e immagine: Arma dei Carabinieri
______________________________________

Emergenza neve/sisma: i carabinieri forestali di Ascoli Piceno soccorrono due anziani in grave difficoltà

Salvati anche un gregge di pecore bloccate in stalla da oltre 2,5 metri di neve e 17 cani a digiuno da cinque giorni dai Carabinieri forestali di Comunanza

whatsapp-image-2017-01-20-at-17-03-28

Ancona, 20 gennaio 2017  –  Proseguono gli interventi di soccorso da parte dei Carabinieri forestali di Ascoli Piceno, in servizio dall’inizio dell’emergenza neve per aiutare cittadini ed animali in difficoltà.

Ieri mattina a Colle San Marco di Ascoli Piceno, su richiesta di soccorso di un pastore preoccupatissimo per la sorte del gregge composto da oltre trenta pecore, bloccate senza cibo da 5 giorni, ha impegnato i forestali in una lunga camminata con le ciaspole su oltre 2,5 metri di neve. L’intervento ha consentito di liberare il fienile ed alimentare gli animali affamatissimi.

Mentre scendevano da Colle San Marco, i Carabinieri Forestali ricevevano una ulteriore richiesta di soccorso dai familiari di una signora anziana di novanta anni, bloccata in Frazione Colle, all’interno di un’abitazione priva di elettricità ed al gelo più totale. Hanno subito provveduto a soccorrere l’anziana in difficoltà e condurla ad Ascoli Piceno sotto la custodia dei parenti.

Ultimo importante intervento proseguito anche nella mattinata di oggi, con il prezioso contributo del Soccorso Alpino, ha consentito di soccorrere e portare al sicuro un anziano di 95 anni allettato e di suo figlio di 55 anni, isolati e costretti a vivere da quattro giorni senza elettricità ed al freddo, in località Santa Maria a Corte a 600 metri di altitudine.

In un primo sopralluogo nella tarda serata di ieri i Carabinieri Forestali, raggiunto il casolare isolato dalla neve, hanno provveduto a ripristinare la funzionalità di un gruppo elettrogeno rinvenuto in un capannone pericolante annesso alla casa, utilizzando una batteria estratta da un autoveicolo ed hanno ripristinato la funzionalità della caldaia dell’abitazione. Inutilizzabile anche la canna fumaria palesemente danneggiata e pericolosa per le esalazioni di fumi.

Nella mattinata di oggi, un aggravamento delle condizioni di salute dell’anziano, hanno impegnato i forestali e gli uomini del Soccorso Alpino in una difficile operazione di trasferimento del malato all’ospedale di zona.

Terminato nella tarda ora di ieri anche l’intervento dei Carabinieri forestali della stazione di Comunanza, i quali, su richiesta disperata di un cittadino, si sono recati in località Maletta in comune di Comunanza, a 700 metri di quota, dove hanno camminato 5 ore su una coltre di neve alta 1,5 metri per raggiungere un allevamento con 18 cani di razza setter e segugio, bloccati senza cibo da cinque giorni.

Purtroppo uno dei cani era morto di freddo e fame, mentre gli altri, stremati, sono stati prontamente alimentati. Salvata anche una cucciolata appena nata, i cuccioli versavano in buone condizioni, ma la madre era palesemente denutrita a causa del lungo digiuno.

Inoltre, nel pomeriggio di oggi, su richiesta del sindaco di Comunanza, i carabinieri forestali di Comunanza hanno raggiunto una famiglia isolata da sei giorni in località Tavernelle, alla quale erano terminate le scorte di cibo.  I militari hanno provveduto a consegnare alla famiglia in difficoltà le scorte alimentari sufficienti per superare l’emergenza neve. Nella famiglia erano presenti anche due ottantenni molto spaventati, ma in buone condizioni di salute.

© All rights reserved
Fonte e immagine: Arma dei Carabinieri
__________________________________________

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa e Cooperazione Internazionale

Libano

immagini e documentazione raccolta da quotidiani libanesi

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade