Annunci

Archivi tag: cannabis

Coltivavano in un vivaio ortaggi e cannabis. Arrestata la coppia di “vivaisti” dai carabinieri

Reggio Calabria, 12 settembre 2014 – Continua l’incessante azione dei Carabinieri nella “lotta alla droga”. Questa volta un vero e proprio laboratorio di produzione della marijuana è stato scovato durante un blitz dei Carabinieri della Compagnia di Reggio Calabria insieme ai colleghi dello Squadrone Eliportato Cacciatori di Calabria, di proprietà di due conviventi S.G. 40enne, incensurato e L. C. E. 34enne.

I militari, perquisendo l’abitazione della coppia, hanno trovato 40 grammi di marijuana già essiccata, un bilancino di precisione e diversi semi di cannabis indica. È stato inoltre trovato un kit costituito da un flaconcino di concime con relativo dosatore, libretto di istruzioni d’uso in più lingue e un rilevatore di temperatura. Alla luce di quest’ultimo ritrovamento, i militari hanno esteso la perquisizione nel terreno adiacente all’abitazione e hanno trovato 20 piante di cannabis indica di altezza compresa tra 30 cm e 1,20 metri, tutte irrigate da un sistema idrico formato da tubi di plastica flessibili ed alimentati da un ulteriore tubo in gomma.

Le piante di cannabis sono state coltivate insieme a delle piante di ortaggi così da favorirne il loro occultamento.

Inoltre, in uno dei terrazzamenti dello stesso terreno, all’interno di un manufatto in cartongesso, provvisto di grossi canali per areare il locale con relative ventole, erano installati sistemi di illuminazione a neon, condensatori di corrente e termostati, che costituivano un vero e proprio impianto per la produzione della droga. All’nterno del vivaio è stato rinvenuto anche un contenitore con 60 spugnette utilizzate come sostegno per la crescita di altrettanti germogli, di cui 43 già in fioritura, dove era appoggiato un rilevatore di temperatura/umidità come quello rinvenuto nell’abitazione. Trovati anche 9 flaconi di fertilizzanti liquidi per la concimazione e 4 flaconi stimolatori per la crescita delle piante giovani.

Nel corso dell’operazione, sul posto è anche intervenuto personale specializzato dell’Enel, che ha constatato che in atto vi era un furto di energia elettrica provvedendo, quindi, agli adempimenti di competenza. Alla luce di quanto accertato dai Carabinieri, i due conviventi sono stati immediatamente arrestati e portati presso la caserma della Stazione Carabinieri di Pellaro. Al termine delle formalità di rito, sono stati messi agli arresti domiciliari a disposizione dell’autorità giudiziaria che, successivamente, ha convalidato l’arresto operato dalla polizia giudiziaria.

Dalle analisi effettuate dal Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti del Comando Provinciale Carabinieri di Reggio Calabria i militari dell’Arma hanno potuto stabilire che da quanto sequestrato sarebbe stato possibile ricavare circa 240 dosi da immettere sul mercato della droga.

Con quest’ultima operazione eseguita, sono già 11 i soggetti arrestati dai Carabinieri della Compagnia di Reggio Calabria dall’inizio del mese in corso.

© All rights reserved
Fonte: Arma dei Carabinieri
(Comando provinciale di Reggio Calabria)
Annunci

Una intera piantagione di canapa indiana sequestrata dai carabinieri di Reggio Calabria. Essiccata avrebbe fruttato centomila euro

Untitled

Caraffa del Bianco (RC), 2 settembre 2014 – Domenica scorsa i Carabinieri della Stazione locale e dello Squadrone Eliportato Cacciatori d’Aspromonte di stanza in Vibo Valentia, hanno arrestato un uomo di 29 anni, colto in flagranza di reato, per coltivazione e produzione di canapa indiana.

Si tratta di T.F., pastore, incensurato della zona, sorpreso mentre stava innaffiando 93 floride piante di cannabis indica, tutte alte circa due metri. La piantagione, che ormai era quasi pronta per la raccolta, si estendeva sul terreno demaniale, con un complesso sistema d’irrigazione di tubi in plastica, per garantire la costante idratazione delle piante. L’acqua proveniva da una sorgente posta a monte.

I Carabinieri, che hanno localizzato le piante anche grazie al lavoro dei militari dell’8° Nucleo Elicotteri di Vibo Valentia, dopo aver arrestato il, 29enne, hanno prima estirpato l’intera piantagione e poi bruciato tutte le piante in quello stesso luogo, tranne cinque, che, previo campionamento, sono state sequestrate per effettuare le analisi di laboratorio necessarie a individuare il principio attivo dello stupefacente in esse contenuto. La sostanza stupefacente sequestrata avrebbe fruttato la somma di 100.000 euro.

Al termine delle formalità di rito e dopo aver effettuato il previsto foto-segnalamento e prese le impronte digitali, l’uomo è stato accompagnato a casa sua e dovrà stare agli arresti domiciliari.

© All rights reserved
Fonte: Arma dei Carabinieri
(Comando provinciale di Reggio Calabria)


Alatri: coltivava a casa piante di cannabis, arrestato un venticinquenne dai Carabinieri

Alatri (FR), 20 luglio 2014 – Arrestato nei giorni scorsi dai militari del Nucleo Operativo Radiomobile di Alatri un 25enne, ai sensi dell’art.73 del D.P.R. 309/1990, per coltivazione di sostanza stupefacente Cannabis, durante controlli per contrastare il fenomeno dello spaccio e consumo di sostanze stupefacenti.

Durante la perquisizione personale del giovane, e nella sua abitazione, i carabinieri hanno trovato 2 gr. di sostanza stupefacente di marijuana ed una serra, di manifattura artigianale, con all’interno 5 piante di cannabis alte un metro circa, con tutto il materiale che serve per la coltivazione tra cui lampade, termo tetro e sistema di irrigazione, il tutto sottoposto a sequestro.

L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato condotto presso la propria abitazione in regime degli arresti domiciliari. 

© All rights reserved
Fonte e immagini: Arma dei Carabinieri
(Comando provinciale di Frosinone)


Importavano cocaina dalla Turchia e coltivavano cannabis in Sardegna. La Polizia disarticola l’organizzazione

Cagliari, 11 luglio 2014 – Eseguite dalla Polizia di Stato di Cagliari diverse ordinanze di custodia cautelare nei confronti di soggetti ritenuti responsabili di associazione finalizzata al traffico internazionale di sostanze stupefacenti.

Le indagini della Squadra Mobile di Cagliari, avviate nel 2012, hanno consentito di disarticolare un’organizzazione criminale transnazionale, composta da cittadini turchi e italiani, dedita all’importazione dalla Turchia di ingenti quantitativi di cocaina, nonché alla coltivazione, in Sardegna, di piantagioni di cannabis.

La droga, proveniente dal Sud America, veniva introdotta e stoccata in Turchia e, successivamente, trasferita in Italia per essere immessa nelle piazze di spaccio del territorio sardo.

Nel corso delle indagini, sono stati tratti in arresto, in flagranza di reato, alcuni appartenenti all’organizzazione e sequestrati significativi quantitativi di sostanze stupefacenti.

© All rights reseved
Fonte: Polizia di Stato
(Squadra Mobile di Cagliari)


Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa e Cooperazione Internazionale

Libano

immagini e documentazione raccolta da quotidiani libanesi

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade