Archivi tag: cacciatorpediniere

La “città dei due mari” accoglie il corso Adamastor a bordo del cacciatorpediniere Luigi Durand de la Penne 

Taranto, 3 settembre 2014 – La “città dei due mari”, Taranto, è la tappa conclusiva della fase in mare dell’ottantesima campagna d’istruzione per gli allievi della prima classe dell’Accademia Navale che, dallo scorso 14 luglio, ha visto il neocostituito corso Adamastor solcare per la prima volta le onde a bordo del cacciatorpediniere Luigi Durand de la Penne.

88 Allievi, di cui 4 nazionalità straniera provenienti da Giordania, Perù e Montenegro, 6354 miglia percorse in 48 giorni, 6 porti d’approdo (Livorno, Barcellona, Lisbona, Londra, Malaga e Taranto): questi i numeri dell’iter formativo che proseguirà sino al 21 settembre con un periodo di tirocinio nelle principali sedi operative e logistiche del polo militare tarantino.

Le conoscenze apprese durante la navigazione – precisa l’allievo capo corso Adamastor – verranno integrate con le nozioni e le opportunità di crescita professionale che acquisiremo a contatto con i Reparti volo, logistici, le forze anfibie ed altre Unità che compongono la nostra Forza Armata”.

Un programma formativo capillare ed articolato, che nel corso degli anni ha sempre fornito risultati di eccellenza nella crescita professionale dei giovani futuri Ufficiali.

La Campagna d’Istruzione 2014 è stata studiata per garantire agli Allievi la massima preparazione in vista del futuro impiego – sono le parole espresse dal comandante alla classe – Abbiamo fuso la tradizione marinaresca ereditata da Nave Vespucci con l’innovazione di una Marina Militare destinata a confrontarsi con scenari operativi sempre più complessi. Non è facile passare in pochi mesi dalle aule dell’Accademia Navale, all’immensità dell’Oceano Atlantico, attraverso la vita di bordo di un cacciatorpediniere come il Durand de la Penne, ma con entusiasmo, competenza e passione tutto è possibile.”

© All rights reserved
Fonte: Marina Militare

Il cacciatorpediniere Luigi Durand de La Penne a Londra 

Londra, 9 agosto 2014 – La mattina del 7 agosto Londra ha accolto il cacciatorpediniere Luigi Durand de la Penne, comandato dal capitano di vascello Ostilio de Majo.

Siamo sul Tamigi, nel cuore pulsante della city, dove prosegue la campagna d’istruzione degli 89 allievi prima classe dell’Accademia Navale. Una tappa importante che vede i giovani cadetti, giunti al giro di boa. È trascorso quasi un mese dalla partenza da Livorno e la data del rientro in Italia, prevista per il 30 agosto, si avvicina.

L’arrivo nella capitale del Regno Unito è stato caratterizzato dalla entusiasmante e suggestiva risalita del Tamigi, che ha portato il cacciatorpediniere sino al West India Docks, bacino realizzato nei primi anni del 1800, in un periodo di massima espressione per il commercio dell’Impero britannico. Le acque del fiume londinese sono state il teatro d’esercitazione, studio e impegno, per i giovani cadetti alle prese con la navigazione di precisione.

Dopo Lisbona, la campagna continua nel segno dei porti fluviali caratterizzati da correnti molto forti ed elevate escursioni di marea, che hanno richiesto competenza e precisione per le manovre di ormeggio e disormeggio sul Tago prima, e sul Tamigi poi. La navigazione fluviale è perciò un momento molto importante per gli allievi e costituisce un’occasione formativa unica inserendosi nell’insieme di attività che hanno lo scopo di consolidare e accrescere l’interesse, la motivazione e la professionalità di ciascuno dei giovani futuri ufficiali.

Nave Durand de la Penne sosterà nella capitale britannica fino al 13 agosto, quando mollerà gli ormeggi per fare rotta verso Malaga, tornando nel Mare Mediterraneo.

© All rights reserved
Fonte: Marina Militare


Italia-Francia: addestramento congiunto nelle acque dell’Oceano Atlantico 

Oceano Atlantico, 6 agosto 2014 – Si è svolta nell’Oceano Atlantico un’esercitazione congiunta tra un velivolo NH90 della Marina francese ed il cacciatorpediniere Luigi Durand de la Penne, impegnato dal 7 luglio al 30 agosto nella Campagna d’Istruzione a favore di 90 allievi 1°classe dell’Accademia Navale.

Interessante l’attività bilaterale condotta che, in gergo militare, prende il nome di Passex; si tratta di un addestramento polifunzionale tra Marine Militari di differenti nazioni che transitano nelle stesse acque e che pianificano una serie di attività per incrementare la prontezza degli equipaggi e l’efficienza dei rispettivi mezzi ed apparati.

Scambio della situazione tattica tramite apparati di telecomunicazione, simulazione di ingaggio, attività di volo con ripetuti cicli di decolli ed appontaggi, sono tra le principali esercitazioni condotte. “Un eccellente banco di prova per i Cadetti presenti a bordo, che hanno modo di coniugare teoria e pratica grazie alla professionalità e all’esperienza dei membri dell’equipaggio”, sono le parole d’apprezzamento che il capitano di vascello Ostilio de Majo, comandante dell’unità, ha rivolto ai propri uomini e donne con le stellette.

Il cacciatorpediniere prosegue con rotta Nord, in direzione di Londra, terza tappa della Campagna d’Istruzione che ha precedentemente toccato i porti di Barcellona (Spagna) e Lisbona. Previsto arrivo giovedì 7 agosto, dopo una suggestiva navigazione sul Tamigi.

© All rights reserved
Fonte: Marina Militare


Il cacciatorpediniere Andrea Doria parte per l’operazione antipirateria Atalanta 

Taranto, 26 luglio 2014 – Martedi mattina, tra l’abbraccio commosso di familiari e amici, il cacciatorpediniere Andrea Doria della Marina Militare ha lasciato la Stazione Navale Mar Grande di Taranto per prendere parte all’operazione Atalanta per il contrasto alla pirateria nelle acque dell’Oceano Indiano. La nave è ora in rotta verso il porto di Gibuti dove il prossimo 6 agosto il contrammiraglio tedesco Jὓrgen ZUR Mȕhlen cederà il comando dell’operazione al contrammiraglio Guido Rando della Marina Militare italiana.

L’Italia assume per la terza volta il Comando dell’Operazione da quando, nel dicembre 2008, Atalanta fu approvata dal Consiglio dell’Unione Europea per contrastare il fenomeno dilagante della pirateria marittima. «In quel periodo la situazione in Oceano Indiano era critica. Oggi, grazie all’intervento delle Marine europee, NATO e di coalizione, alla maggiore consapevolezza delle unità mercantili ed all’impiego dei Nuclei di Protezione, la situazione è sotto controllo, ma è necessario non abbassare la guardia: la minaccia dei pirati non può essere sottovalutata». Questo il commento dell’ammiraglio Rando pochi attimi prima del disormeggio.

Alle sue dipendenze, quale Force Commander della Task Force 465, al momento composta da quattro fregate (una olandese, due spagnole e una tedesca) nonché da una rifornitrice di squadra tedesca, uno staff internazionale formato da 34 ufficiali e sottufficiali appartenenti a 12 differenti nazioni (Belgio, Croazia, Francia, Germania, Grecia, Italia, Lettonia, Olanda, Portogallo, Romania, Serbia e Spagna).

La nave Andrea Doria, sotto il comando del capitano di vascello Gianfranco Annunziata, ha un equipaggio di 208 tra uomini e donne comprensivo dei team specialistici della Brigata Marina San Marco, del Gruppo Operativo Subacquei e della Sezione Elicotteri, che disporrà di un elicottero EH 101.

Lunedì, il comandante in capo della Squadra Navale, ammiraglio di squadra Filippo Maria Foffi, ha salutato personalmente l’equipaggio di nave Doria, un momento di incontro per significare l’importanza della missione per la Marina Militare e per il nostro Paese. La Marina Militare è attualmente presente nel Corno d’Africa con il cacciatorpediniere Francesco Mimbelli impegnato dallo scorso 6 febbraio nell’operazione NATO Ocean Shield per il contrasto alla pirateria.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Marina Militare


OpinioniWeb-XYZ

Opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Ornitorinco Nano

Blog musicale personale

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

Rassegna di analisi, ricerche e studi sulle relazioni internazionali nel Mar Mediterraneo

Rassegna Stampa Militare

Difesa, Cooperazione Internazionale, di Antonio Conte | Edito da 08/2009

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade