Annunci

Archivi tag: auditorium

L’Esercito ricorda Caporetto all’Auditorium di Roma

Soldato in uniforme storica    

Roma, 13 ottobre 2017 – Nell’ambito del progetto “L’Esercito rESISTE”, legato alle commemorazioni del centenario della Grande Guerra per l’anno 2017, si è tenuto ieri alle 20.30, nella sala “Sinopoli” dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, lo spettacolo teatrale e musicale dal titolo Caporetto: nasce l’Italia, che ha visto la presenza del capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano e del capo di Stato Maggiore dell’Esercito, generale di Corpo d’Armata Danilo Errico oltre a numerose autorità civili, religiose e militari.

Discorso del Generale Claudio Graziano

Particolarmente apprezzato lo spettacolo teatrale, nel corso del quale gli attori Massimo Reale, Edoardo e Silvia Strano hanno dato vita a un susseguirsi di testi, musiche e suoni della Grande Guerra. Gli attori hanno così affrontato il tema del conflitto bellico e raccontato, con delicatezza e rigore, i fatti di Caporetto attraverso le lettere e le testimonianze di uomini e donne, soldati e persone comuni, che vissero quei momenti tragici ed eroici della storia del nostro Paese. La banda dell’Esercito e il coro dell’Associazione Nazionale Alpini sezioni di Roma hanno accompagnato le letture con l’esecuzione di un repertorio di brani musicali.

Il capo di Stato Maggiore dell’Esercito, nell’omaggiare gli ospiti e nel tratteggiare le attività in cui oggi è impegnato l’Esercito,  ha detto “La scelta di servire in armi il Paese significa essere pronti a mettersi in gioco, con orgoglio e convinzione, per la comunità nazionale, per l’Italia e soprattutto per i valori democratici che essa difende e promuove a favore degli ultimi e degli indifesi in ogni parte del mondo”.

Banda dell'Esercito suona il Canto degli Italiani 2

La manifestazione si è conclusa con l’inno nazionale eseguito dalla banda musicale dell’Esercito.

Il 2017 è il terzo anno dedicato alle commemorazioni per il centenario della Grande Guerra. Così come avvenuto negli anni scorsi con “L’Esercito marciava…” e “L’Esercito combatte”, la Forza Armata ha voluto realizzare una serie di attività ed eventi su tutto il territorio nazionale volti a favorire presso le giovani generazioni e verso cittadinanza in generale, la conoscenza dell’evento bellico che ha segnato la nostra nazione e ha contribuito alla costruzione dell’identità nazionale.

Discorso del Generale di C.A. Danilo Errico

Il 1917 fu l’anno della ritirata di Caporetto, della crisi economica, il periodo più duro della guerra, ma fu anche l’anno in cui l’Esercito Italiano dimostrò una grande capacità di resistenza, l’anno in cui fu costituita la linea di difesa lungo il Piave, punto di partenza e chiave di volta della successiva vittoria della guerra. Da qui l’idea di chiamare il progetto generale delle attività legate alla commemorazione della Grande Guerra per il 2017 “L’Esercito rESISTE”, perché oggi come ieri, l’Esercito “esiste”, “resiste” nel tempo e “continua” la sua opera di difesa della Patria e per la sicurezza dei cittadini.

Un momento della recitazione 1

© All rights reserved
Fonte e immagini: Stato Maggiore Esercito
_____________________________________________
Annunci

La banda dell’esercito in concerto con il coro del corpo delle infermiere volontarie della CRI

Roma, 26 novembre 2015 – La Banda dell’Esercito si esibirà con il coro del Corpo delle Infermiere Volontarie della questa sera all’Auditorium Parco della Musica-Sala Petrassi di Roma.

Il concerto, organizzato per finalità benefiche, sarà anche l’occasione per presentare alcune iniziative fra le quali il “Calendario dell’Avvento delle crocerossine”, un progetto finalizzato alla conoscenza della storia del Corpo fornendo aneddoti, dati statistici e curiosità.

Il coro delle crocerossine, nato nel 2015, si compone di Infermiere Volontarie provenienti dai diversi Ispettorati d’Italia. Per l’occasione, saranno accompagnate dalla Banda dell’Esercito diretta dal Maestro Capitano Antonella Bona. Nel corso della serata saranno eseguiti diversi pezzi musicali del periodo relativo al 1° conflitto mondiale fra i quali: Sul Carso ( marcia), le Campane di S. Giusto, o Surdato Nnammorato, Echi di Trincea etc.

Infermiere Volontarie della Croce Rossa durante la prima Guerra Mondiale

Infermiere Volontarie della Croce Rossa durante la prima Guerra Mondiale

L’evento è strettamente connesso con le celebrazioni del centenario della Grande Guerra e conferma l’importante legame che unisce le crocerossine alle Forze Armate sin da quando, uniche donne, furono impiegate sia con le unità sanitarie militari sul fronte sia in tutte le strutture ospedaliere presenti sul territorio italiano. Nella Grande Guerra furono impiegate circa 8500 crocerossine, su treni e navi ospedale, ambulanze fluviali e di montagna, ospedali in zone di guerra, posti di soccorso e ristoro.

La Banda dell’Esercito, che da oltre 50 anni svolge la propria attività, si compone di centodue elementi, tutti diplomati al conservatorio e reclutati per concorso diretto. La formazione musicale, oltre a partecipare a molteplici manifestazioni e cerimonie militari di alta valenza istituzionale, svolge anche un’apprezzata attività concertistica, sia in Italia sia all’estero, con un programma musicale ricco e articolato. La recente partecipazione alla serata finale all’ultima edizione del Festival di Sanremo, dove insieme alla Premiata Forneria Marconi ha eseguito una particolare versione dell’ouverture del Nabucco, ha riscosso un vasto apprezzamento da parte dal numeroso pubblico che ha seguito l’evento.

Ospedale da campo della Corpo delle Infermiere Volontarie della Croce Rossa Italiana

Ospedale da campo della Corpo delle Infermiere Volontarie della Croce Rossa Italiana

© All rights reserved
Fonte e immagini: Comando Militare della Capitale

Allegato: foto.


Marina Militare: concerto di beneficenza, la marina sostiene la ricerca Telethon con “tutto il cuore”. Raccolti 11.000 euro

Conc_mar_audit_IMG_20151111_215802

Roma, 12 novembre – Si è svolto ieri nella sala Santa Cecilia dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, il tradizionale concerto della Banda Musicale della Marina Militare. Un appuntamento che conferma la sensibilità della Marina nel sostenere progetti sociali e di solidarietà a favore della collettività. La Marina ha sposato anche quest’anno l’iniziativa, una scelta in linea con la missione di Telethon e soprattutto un omaggio a chi ha scelto di sostenere la ricerca e costruire una speranza concreta a chi vive con una malattia genetica.

Il concerto infatti nasce con lo scopo di raccogliere fondi a favore della ricerca. La donazione è avvenuta tramite l’acquisto dei cuori di cioccolato, anche quest’anno simbolo della maratona Telethon. Un regalo solidale grazie al quale tutti possono sostenere la ricerca.

Presenti in sala ad assistere al concerto il ministro della Difesa, sen. Roberta Pinotti, il capo di Stato Maggiore generale Claudio Graziano, numerose autorità civili e militari, e un gremito pubblico per dare il sostegno a questa iniziativa.

Conc_mar_audit_12248191_10156196977705576_17962277515843825_o

Grazie ad una gestione trasparente dei fondi e a un meccanismo di finanziamento che premia solo il merito, Telethon è ormai riconosciuta nel mondo come un esempio di eccellenza italiana. Insignita dell’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, è attualmente diretta dalla dottoressa Francesca Pasinelli.

“Io penso che il significato di questa serata sia molto importante. Al di là della serata di intrattenimento musicale c’è un’efficacia che va oltre l’evento in se cioè quello di esaltare e di potenziare la coesione fra di noi, un momento di armonia e di vicinanza reciproca. C’è l’intenzione di fare insieme qualcosa di importante per Telethon che porta avanti una crociata contro le malattie genetiche. Noi Marinai non lasciamo nessuno indietro in mare e non vorremmo lasciare nessuno indietro nella vita” ha dichiarato il capo di Stato Maggiore ammiraglio Giuseppe De Giorgi nel corso della serata che ha aggiunto in riferimento alle attuali operazioni  condotte in mare: “Oggi la sicurezza in mare acquisisce sfaccettature sempre più articolate. E la Marina ovviamente essendo quella che deve assicurare il legittimo uso del mare e la sicurezza dei nostri confini marittimi è direttamente in prima linea”.

Grande momento di commozione e un lungo applauso quando l’ammiraglio De Giorgi ha ricordato sul palco i due fucilieri di Marina Latorre e Girone.

Il concerto è stato realizzato grazie anche al contributo di Finmeccanica.

Il pubblico presente ha dato prova di grande generosità, donando nel complesso a Telethon 11 mila euro e ricevendo in cambio i cuori di cioccolato, simbolo della campagna di raccolta fondi “Io sostengo la ricerca con tutto il cuore”.

© All rights reserved

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa e Cooperazione Internazionale

Libano

immagini e documentazione raccolta da quotidiani libanesi

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade