Archivi tag: atleti

Otto le medaglie agli atleti militari dell’Esercito nelle olimpiadi Rio2016

Gli atleti militari dell’Esercito Italiano, con un totale di 8 medaglie hanno brillato alle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016

Atleti Esercito medagliati, Rio 2016

Atleti Esercito medagliati, Rio 2016

Rio de Janeiro, 22 agosto 2016 – Si è conclusa con 8 medaglie su un totale di 28, l’esperienza olimpica dei 29 atleti militari del Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito. Nella XXXI edizione olimpica, solo gli atleti dell’Esercito hanno conquistato 2 medaglie d’oro, 3 argenti e 3 di bronzo pari al ben il 25% del totale.

A tutti loro, il generale di Corpo d’ Armata Danilo Errico, capo di Stato Maggiore dell’Esercito, dedica i suoi personali complimenti e le congratulazioni di tutti i tifosi della Forza Armata.

Un ringraziamento particolare al caporale Fabio Basile e al caporale maggiore scelto Diana Bacosi per la medaglia d’oro conquistata nel Judo (n. 200 per l’Italia in tutte le edizioni dei Giochi Olimpici) e nel tiro a volo, specialità “skeet”; al 1° caporale maggiore Odette Giuffrida, al caporale maggiore scelto Francesca Dallapè e al caporale maggiore scelto Rachele Bruni per l’argento vinto rispettivamente nel Judo, nei tuffi – specialità “trampolino 3 m sincro”, nel nuoto di fondo, specialità “10 km”; al caporale maggiore Gabriele Detti per i due straordinari bronzi nel nuoto, specialità “400m stile libero” e “1500m stile libero” e al caporale Frank Chamizo per il bronzo nella lotta libera.

Sono stati 75 gli atleti delle Forze Armate che hanno partecipato alla XXXI^ edizione delle olimpiadi, dal 5 al 21 agosto, a Rio de Janeiro. Su 314 atleti totali, gli atleti militari presenti a Rio (29 dell’Esercito, 8 della Marina, 23 dell’Aeronautica, 15 dei Carabinieri) – 38 uomini e 37 donne – si sono cimentati in 55 discipline sportive, dalla scherma al tiro con l’arco, dal nuoto alla ginnastica ritmica e artistica ma anche tiro a volo, tiro a segno e molte altre

Il numero di medaglie vinte a Rio de Janeiro può essere considerato un risultato storico, tenuto conto anche che per la prima volta due atleti dell’Esercito sono saliti sul gradino più alto del podio olimpico.

Tale risultato conferma che tutti i progetti e le iniziative intraprese dall’Esercito, di concerto con il CONI e le Federazioni Sportive Nazionali, hanno consentito il reclutamento di atleti di livello e il raggiungimento di traguardi straordinari, estremamente prestigiosi, che pongono la Forza Armata ai vertici dello sport internazionale.

Un percorso di crescita continuo, intrapreso dal Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito, che nelle ultime due precedenti edizioni olimpiche (Pechino 2008 e Londra 2012) ha schierato 20 atleti nel 2008 e 25 nel 2012 riuscendo a conquistare una medaglia d’argento nel taekwondo a Pechino e un bronzo a Londra sempre nel taekwondo (entrambe con il Caporale Mauro Sarmiento).

Successi sportivi come questo esaltano la dedizione alla fatica e la concentrazione che ogni giorno, le donne e gli uomini dell’Esercito, offrono per conseguire i propri obiettivi di servizio, sia in campo sportivo sia in campo operativo, responsabilmente e con spirito di sacrificio. Il trionfo sportivo degli atleti militari evidenzia risolutezza e vitalità diffuse tra il personale in servizio, normalmente dedicate all’assolvimento dei compiti operativi quotidiani

Le 28 medaglie, al collo degli atleti dei Gruppi Sportivi Militari rappresentano la punta dell’iceberg della grande e profonda abnegazione che quotidianamente tutti i militari dell’Esercito offrono in servizio e per servizio. Il riconoscimento olimpico agli atleti militari esalta la seria e generosa passione che caratterizza il personale dell’Esercito nelle attività operative quotidiane.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Stato Maggiore della Difesa

Il comandante generale dei carabinieri Tullio Del Sette incontra una rappresentanza degli atleti dell’Arma

Il generale Tullio Del Sette con gli atleti premiati

Il generale Tullio Del Sette con gli atleti premiati

Roma, 24 giugno 2015 – Il comandante generale dell’Arma dei Carabinieri Tullio Del Sette ha incontrato questa mattina gli atleti del Centro Sportivo Carabinieri che si sono particolarmente distinti nelle varie discipline nei primi mesi del 2015.

L’incontro si è svolto nella sala di rappresentanza del comando generale dei Carabinieri alla presenza dei vertici e di esponenti degli organismi di rappresentanza dell’Arma, del comandante del Centro Sportivo Carabinieri dell’Arma, e dei rispettivi comandanti di sezione. Nel corso della cerimonia il generale Del Sette ha espresso ai presenti il suo compiacimento per i lusinghieri risultati ottenuti, frutto di un allenamento fatto di sacrificio, di disciplina e di passione, quegli stessi valori che animano l’azione quotidiana dei Carabinieri, in ogni contrada d’Italia, così come fuori dai confini nazionali.

App. Arianna Errigo - Gen. Tullio Del Sette

App. Arianna Errigo – Gen. Tullio Del Sette / Ph. © Arma dei Carabinieri

Durante la cerimonia il comandante generale ha consegnato un dono ricordo:

  • all’appuntato scelto Stefano Brecciaroli, sezione sport equestri, vincitore delle medaglie d’argento e di bronzo al Concorso internazionale di Equitazione nella specialità “Completo, tenutosi in Ungheria;
  • all’appuntato Arianna Errigo e al carabiniere scelto Andrea Cassarà, sezione scherma, per aver vinto al Campionato Europeo di Scherma tenutosi in Svizzera, la medaglia d’oro e il titolo di “Campione Europeo” a squadre, nonché la medaglia di bronzo individuale il primo, e la medaglia d’oro e il titolo di “Campione europeo” individuale il secondo;
  • al carabiniere scelto Stefano La Rosa, sezione atletica, vincitore della medaglia d’oro a squadre alla Coppa Europa “10.000 metri” tenutasi a Cagliari;
  • ai carabinieri scelti Riccardo De Luca e Pier Paolo Petroni, sezione pentathlon moderno e triathlon, per aver vinto, rispettivamente, la medaglia d’oro e quella di bronzo alla finale di Coppa del Mondo “Pentathlon moderno” tenutasi in Bielorussia;
  • al carabiniere Luca Pizzini, sezione nuoto, vincitore della medaglia d’argento nei 200 metri rana agli Internazionali d’Italia di Nuoto Trofeo “Sette Colli, che si sono tenuti a Roma.

Il Centro Sportivo Carabinieri, costruito nel 1964, si articola in 10 sezioni: atletica leggera (Bologna), scherma, judò, karate, pentathlon moderno, tiro a segno ed equitazione (Roma), sport invernali (Selva di Val Gardena, nuoto (Napoli) e paracadutismo sportivo (Livorno).

Nel 2014 lo Stato Maggiore della Difesa ha creato una sezione di “Promozione e sviluppo dell’attività sportiva per il personale disabile della Difesa”. Il progetto è rivolto ai militari iscritti nel Ruolo d’Onore ed ai parzialmente idonei al servizio militare incondizionato, affetti da disabilità (anche non a causa di servizio) riconducibili alle categorie paralimpiche.

I sette atleti premiati / Ph. © Arma dei Carabinieri

© All rights reserved
Immagini: Ph. Monica Palermo

 

 


Undici nuovi giovani atleti azzurri in servizio al centro sportivo olimpico dell’esercito

Roma, 17 giugno 2014 – Il primo bando del concorso 2014 per atleti del Centro Sportivo Esercito assegna alla Cecchignola di Roma undici promesse dello sport italiano, pronti a puntare con determinazione ai prossimi impegni nazionali ed internazionali, primi tra tutti i Giochi Olimpici di Rio de Janeiro, quindi Tokio 2020.
Nel quadro della programmazione degli arruolamenti del personale atleta, ieri, presso il Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito di Roma hanno preso servizio 11 giovani atleti di 8 discipline sportive.
Simone Sabbioni e Niccolò Di Fabio per il nuoto, Gabriele Foschini e Roberta Marzani per la scherma, Cristiana Rizzelli e Cristina Gaspa per il taekwondo, ed ancora Aron Caneva per la lotta, Chiara Gandolfi per la ginnastica artistica, Maria Schiava per il tiro a segno e Gioele Bertolini e Francesco Maietta per il ciclismo e pugilato, questi i nomi dei neo assegnati con il grado di Caporale, che questa mattina alle ore 8,00 hanno varcato la soglia della storica caserma “Silvano Abba” della Cecchignola di Roma, in passato sede di servizio dei più grandi campioni dello sport italiano come i calciatori Francesco Totti, il motociclista Max Biagi, il marciatore Francesco Da Milano, il pugile Francesco Damiani, ecc., ecc..
11 giovani atleti che hanno già dimostrato di avere le carte in regola per competere ad alto livello nei principali impegni agonistici nazionali ed internazionali e puntare con determinazione ad una eventuale partecipazione sia ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro del 2016 che a quelli di Tokio 2020.
Una scelta lungimirante da parte del management dell’Esercito fatta su solide certezze suggerite principalmente dai risultati sino ad ora conseguiti da ogni singolo atleta, risultati che consolidano ciascuna sezione agonistica del Centro Sportivo Esercito e che lanciano significative indicazioni al futuro dello sport italiano.

© All rights reserved
Fonte: Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito


OpinioniWeb-XYZ

Opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Ornitorinco Nano

Blog musicale personale

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

Rassegna di analisi, ricerche e studi sulle relazioni internazionali nel Mar Mediterraneo

Rassegna Stampa Militare

News e Foto su Difesa e Cooperazione Internazionale, di Antonio Conte | Edito da 08/2009

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade