Annunci

Archivi tag: alessandro pansa

Terrorismo e immigrazione clandestina: nascono le squadre investigative comuni


Roma, 4 ottobre 2014 – Il capo della polizia, prefetto Alessandro Pansa, insieme al vice capo della polizia, direttore centrale della polizia criminale, prefetto Francesco Cirillo, ha partecipato a Monaco di Baviera (Germania) ad una riunione informale con i capi della polizia dell’Austria, Germania e Svizzera.

Per la Germania erano presenti il presidente del Bundeskriminalamt/BKA, Jörg Ziercke e il presidente della polizia bavarese, Wilhelm Schidbauer, per l’Austria il direttore generale della polizia austriaca, Konrad Kogler, e per la Svizzera il direttore dell’ufficio federale di polizia (Fedpol), Nicoletta Della Valle.

Durante il quadrilaterale, denominato “Alpentressen”,  sono stati affrontati i temi dell’immigrazione clandestina e del terrorismo.

Dall’incontro è nata la iniziativa di creare una squadra investigativa comune per lo scambio di informazioni sulle organizzazioni che gestiscono i flussi di immigrazione versi i Paesi europei e sul fenomeno e dei così detti “foreign fighters”, (estremisti islamici, spesso appartenenti alla seconda generazione di immigrati, che combattono all’estero).

 © All rights reserved
Fonte: Polizia di Stato

 

 

Annunci

Come sono andate le vacanze estive? Ecco i numeri della viabilità e della sicurezza stradale

di Monica Palermo

Roma, 7 settembre 2014 – Vacanze terminate, in molti hanno ripreso l’attività lavorativa. Vediamo con i numeri come sono andati i giorni caldi dal punto di vista della viabilità e della sicurezza stradale.

Mezzi e uomini sono stati messi in campo dal Ministero dell’Interno, presieduto dalla Polizia Stradale, per garantire la sicurezza ai viaggiatori durante le partenze e i rientri, con un traffico monitorato h24.

Alessandro Pansa

Il capo della polizia, prefetto Alessandro Pansa

Polizia Stradale e Carabinieri hanno impiegato 677.518 pattuglie. I reparti volo della polizia di stato che hanno effettuato 48 missioni con 13 aeromobili, per un totale di 71 ore di volo, mentre l’arma dei carabinieri ha garantito la vigilanza sulla viabilità avvalendosi anche dei Nuclei Elicotteri con 68 missioni per 57 ore di volo.

Grande impegno anche quello dei Vigili del Fuoco e del Corpo Forestale dello Stato per contrastare incendi boschivi, avvalendosi di mezzi su strada, elicotteri e aerei, interfacciandosi con il dipartimento della Protezione Civile.

Le società concessionarie autostradali hanno attivato le consuete procedure per garantire, agli utenti in transito, sicurezza della circolazione e fluidità. Uomini, mezzi e tecnologie sono stati messi a disposizione, con un sistema di informazione attivo h24, con 35 sale radio, oltre 5.300 telecamere, 2.600 pannelli a messaggio variabile, 7.200 colonnine SOS per le chiamate di emergenza, 2.000 addetti alla viabilità e 6.000 nel settore dell’esazione. L’ANAS ha invece impiegato 2.500 risorse tra personale di esercizio, infomobilità e tecnici. coadiuvati da 1.070 automezzi, 1.800 telecamere fisse o mobili, 300 pannelli a messaggio variabile, e in più, per agevolare gli automobilisti, sono stati ridotti al minimo i cantieri dei lavori, ad esclusione di quelli inamovibili.

La polizia ferroviaria ha incrementato i servizi con oltre 47.00 pattuglie in stazione, 12.000 a bordo treno, scortando 26.285 convogli ferroviari. Inoltre sono stati predisposti 3.684 servizi antiborseggio in abiti civili per contrastare i furti ai danni dei viaggiatori. A tal proposito una campagna pubblicitaria era stata lanciata in previsione dell’esodo estivo “stai attento! Fai la differenza”, una collaborazione tra la Polizia Ferroviaria e le Ferrovie dello Stato Italiane.

Pietro Ciucci

Presidente dell’ANAS Pietro Ciucci

Questi sono stati i numeri dell’esodo estivo 2014 emersi venerdi 5 settembre, durante la conferenza stampa presso il dipartimento di pubblica sicurezza del ministero dell’interno. Alla presenza del ministro dell’interno Angelino Alfano e del capo della polizia, prefetto Alessandro Pansa, sono intervenuti i massimi esperti della sicurezza stradale e della viabilità: il direttore centrale della polizia stradale, ferroviaria, delle comunicazioni e per i reparti speciali della Polizia di Stato Roberto Sgalla, coordinatore della conferenza stampa; il direttore del servizio polizia stradale e presidente di Viabilità Italia Giuseppe Bisogno; il direttore generale per la sicurezza stradale del ministero delle infrastrutture e dei trasporti e vice presidente di Viabilità Italia Sergio Dondolini; il ministro delle infrastrutture e dei trasporti Maurizio Lupi, il direttore generale di AISCAT Massimo Schintu, e il presidente dell’ANAS Pietro Ciucci.

 

© All rights reserved
Immagini: Ph. Monica Palermo

Berlino: medaglia d’oro per Martina Grimaldi delle Fiamme Oro

Martina_Grimaldi_180Roma, 17 agosto 2014 – Grande compiacimento del capo della polizia, Alessandro Pansa, per la medaglia d’oro vinta da Martina Grimaldi (nella foto), del gruppo sportivo Fiamme Oro della Polizia di Stato nella 25 chilometri fondo agli europei di nuoto di Berlino.

PansaUn risultato di assoluto rilievo a cui si aggiungono i due bronzi, sempre targati Fiamme Oro-Polizia di Stato, di Aurora Ponselé (10 chilometri di Fondo) e di Edoardo Stocchino (25 Chilometri di fondomaschili) e per i quali il prefetto Pansa ha sottolineato come siano “testimonianza dell’impegno della Polizia di Stato nel diffondere i valori della legalità anche attraverso lo sport, contribuendo a sostenere giovani di talento che portano prestigio al Paese con il loro impegno ed i loro risultati.

Fino a questo momento tutte le medaglie vinte dall’Italia sono di atleti delle Fiamme Oro della Polizia di Stato.

© All rights reserved
Fonte: Polizia di Stato


Il capo della polizia, prefetto Pansa, alla celebrazione del 23° anniversario dell’agguato al magistrato Antonino Scopelliti

Campo Calabro (RC), 9 agosto 2014 – Una cerimonia oggi a Campo Calabro per celebrare il 23 anniversario dalla morte del magistrato Antonino Scopelliti, procuratore generale della Cassazione e servitore dello Stato, ucciso a 56 anni in un agguato di mafia il 9 agosto 1991. Alla cerimonia ha partecipato una delegazione della commissione antimafia guidata da Rosy Bindi e composta da Davide Mattiello, Rosanna Scopelliti (figlia del magistrato) e Enza Bruno Bossio. Hanno presenziato la cerimonia, il viceministro Enrico Costa, il capo della polizia, Alessandro Pansa e il capo della DIA Arturo De Felice.

DSC_8837

Durante la commemorazione dell’anniversario della uccisione del magistrato, il capo della polizia Alessandro Pansa ha ricordato che “Nel corso della mia carriera di investigatore mi sono interessato della lotta alla criminalità organizzata e delle vicende del maxi processo. Il maxi processo è stato uno spartiacque perché – ha sottolineato il prefetto Pansa – lo Stato ha scelto di mettere in campo gli strumenti più importanti: la legalità e la determinazione. C’è voluto però un grande tributo di sangue e altri dieci anni, via d’Amelio e Capaci, per avere piena condivisione e consapevolezza del male della mafia nella società civile(MNFI)

© All rights reserved
Fonte e immagine: Polizia di Stato


Incontro bilaterale italo-tedesco al Viminale sulla criminalità organizzata

PansaRoma, 24 luglio 2014 – Incontro bilaterale italo-tedesco al Viminale sulla criminalità organizzata. Il capo della polizia, direttore generale della pubblica sicurezza, Prefetto Alessandro Pansa, insieme al vice capo della polizia, direttore centrale della polizia criminale, Prefetto Francesco Cirillo, ha incontrato il vice presidente dell’ufficio federale della polizia criminale tedesca Bundeskriminalamt (BKA), Jürgen Stock.

DSC_2055_cirillo_L’incontro è stato organizzato in vista delle prossime elezioni per il rinnovo della carica di segretario generale di Interpol che si terranno nel mese di novembre presso il Principato di Monaco ed a cui il rappresentante tedesco è ufficialmente designato.

Nella riunione, a cui hanno partecipato anche il Prefetto Matteo Piantedosi, vice capo della polizia, il Prefetto Annapaola Porzio, direttore dell’ufficio per il coordinamento e la pianificazione forze di polizia e il dirigente generale Giovanni Pinto, direttore centrale dell’immigrazione e della polizia delle frontiere, avvenuta in un clima di grande cordialità e collaborazione, sono state affrontate, le tematiche della criminalità organizzata, criminalità itinerante, terrorismo e del cyber-crime. In vista della prossima riunione della task-force italo-tedesca prevista per il prossimo autunno a Wiesbaden, le parti, considerati gli ottimi risultati derivanti dalla collaborazione investigativa in materia di criminalità organizzata avviata dopo gli omicidi di Duisburg, hanno convenuto di rafforzare l’impegno nella cooperazione italo-tedesca e di estenderla anche ad altre temi d’interesse quali la criminalità itinerante e la ricerca latitanti.

Gli stessi hanno condiviso anche l’esigenza di rafforzare la multilateralità dell’impegno al contrasto al crimine organizzato attraverso il rafforzamento del ruolo di Interpol quale organismo di interscambio informativo ed operativo tra 190 Paesi.

L’incontro ha avuto termine con una visita al Sacrario dei caduti della Polizia di Stato presso la scuola superiore di polizia.

© All rights reserved
Fonte: Polizia di Stato


Polizia: domani una corona di alloro in ricordo della strage di via D’Amelio

Roma, 15 luglio 2014 – In occasione dell’ormai prossima ricorrenza della strage di via D’Amelio, la Commissione Parlamentare Antimafia, domani 16 luglio alle ore 10.00, renderà omaggio a tutti gli appartenenti alle Forze dell’Ordine caduti sotto l’azione della mafia, deponendo una corona di alloro nel Sacrario dei Caduti della Polizia di Stato presso la Scuola Superiore di Polizia.

Alla cerimonia prenderanno parte il presidente della commissione, onorevole Rosy Bindi, il capo della polizia – direttore generale della pubblica sicurezza, prefetto Alessandro Pansa e i rappresentanti delle altre Forze di Polizia.

L’iniziativa fa seguito all’evento avvenuto questa mattina presso la stessa scuola, durante il quale sono state intitolate, alla presenza del presidente del senato, senatore Pietro Grasso e del ministro dell’interno, onorevole Angelino Alfano, due aule ad Antonino Cassarà, ucciso in un agguato mafioso a Palermo il 6 agosto del 1985, ed a Giovanni Liguori, caduto in servizio il 16 ottobre 2007 nei pressi di Roma.

© All rights reserved
Fonte: Polizia di Stato


DCSA e DEA: XXXI edizione dell’International Drug Enforcement Conference, per smantellare le strutture finanziarie del narcotraffico

Roma, 17 giugno 2014 – “Lo smantellamento delle strutture finanziarie del narcotraffico”, questo il tema della XXXI edizione dell’International Drug Enforcement Conference (IDEC), la riunione annuale dei capi delle agenzie antidroga mondiali, che quest’anno si svolge a Roma, presso il centro congressi del Rome Cavalieri Hotel. Da oggi fino al 19 giugno 500 delegati di 129 paesi si confronteranno sull’argomento e nell’ambito di sette Gruppi di lavoro a composizione regionale (Sud America, Caraibi, Nord/Centro America, Sud/Centro Asia, Europa, Africa, Sud Est asiatico), affronteranno le problematiche del riciclaggio degli immensi proventi del narcotraffico.

L’International Drug Enforcement Conference nasce nel 1983 su iniziativa della Drug Enforcement Administration (DEA) a livello regionale e successivamente si estende a livello mondiale. L’italia è membro dal 2003

La conferenza, organizzata dalla Direzione Centrale per i Servizi Antidroga (DCSA) del Ministero dell’Interno, con il patrocinio della Drug Enforcement Administration (DEA) statunitense, ha come obiettivo il coordinamento delle politiche antidroga, la condivisione delle relative informazioni e lo sviluppo di una strategia operativa tesa al contrasto del traffico illecito di stupefacenti.

A questa XXXI edizione, la prima a tenersi in Italia, partecipano circa 500 delegati, espressione di ben 129 Paesi.

I lavori sono presieduti dal direttore centrale per i servizi antidroga, il generale della Guardia di Finanza Andrea De Gennaro, insieme al direttore della DEA, Mrs. Michele M. Leonhart. Ad apertura del convegno sono intervenuti l’on. Angelino Alfano, ministro dell’interno e il prefetto Alessandro Pansa, capo della polizia – direttore generale della pubblica sicurezza.

DSC_3507 MP_009

La conferenza stampa della giornata di apertura ha avuto come relatori il generale della Guardia di Finanza Andrea De Gennaro, il Ministro dell’Interno Angelino Alfano, il capo della Polizia di Stato Alessandro Pansa e James L. Capra, funzionario delle operazioni DEA. Tutti si sono dichiarati contrari alla legalizzazione delle sostanze stupefacenti e “occorre – come ha sottolineato il ministro Alfano – contrastare al massimo il cyber-crime, perché nel cyber-crime la droga c’è eccome!”. Il generale De Gennaro ha poi spiegato che “da circa due anni, all’interno della Direzione Centrale del Servizio Antidroga, è attiva un’articolazione chiamata sezione drug-online, che comprende personale addestrato dalla polizia delle telecomunicazioni, che monitora costantemente, per poi segnalare ai reparti investigativi e alle forze di polizia, quando vengono individuate delle spedizioni. Su questo aspetto – conclude il generale De Gennaro – è in corso anche l’attuazione di un progetto, finanziato dalla Comunità Europea, che comprende, oltre alle forze di polizia, anche la partecipazione dell’agenzia delle dogane, ed è un progetto che sta dando già dei risultati operativi interessanti“.

A seguire, nel salone dove erano presenti le delegazioni, c’è stato un intervento di don Luigi Ciotti, presidente del gruppo Abele onlus.

Nei prossimi giorni saranno presenti inoltre, tra gli altri relatori, Kathleen Doherty, vice ambasciatore degli Stati Uniti d’America presso la repubblica Italiana e la repubblica di San Marino, il Dr. Franco Roberti, procuratore nazionale antimafia, Don Luigi Ciotti, presidente del Gruppo Abele Onlus e Mr. Wil van Gemert, vice direttore operativo di EUROPOL.

Chiuderà la manifestazione, il giorno 19, l’intervento del senatore Pietro Grasso, presidente del senato della repubblica italiana, e il 20 giugno 2014, i delegati saranno ricevuti in Vaticano, in udienza privata, dal Sommo Pontefice.

Numerosi gli stand con prodotti utilizzati nel contrasto al traffico di stupefacenti, dai tester identificativi per droga, ed esplosivi, utilizzati in ambito forense, all’equipaggiamento utilizzato per rilevare merce di contrabbando.

DSC_3563 MP_018

COSA È LA DCSA

La DCSA, istituita nel 1991, è composta da personale interforze, con paritetica rappresentanza della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza ed è retta, con rotazione triennale, da un dirigente Generale della Polizia di Stato, da un Generale di Divisione dell’Arma dei Carabinieri e da un Generale di Divisione della Guardia di Finanza.

La missione istituzionale della Direzione Centrale per i Servizi Antidroga è quella di coordinare le attività delle Forze di Polizia per il contrasto  al traffico di stupefacenti.

A tal fine la DCSA individua le convergenze investigative tra le varie operazioni contro il narcotraffico e promuove le indagini dentro e fuori il territorio nazionale; sviluppa i rapporti con i corrispondenti Servizi delle Polizie estere presenti anche in Italia e con gli enti nazionali ed internazionali preposti alla prevenzione del fenomeno; cura la ricerca operativa, l’analisi e la formazione antidroga; gestisce la rete degli Esperti Antidroga nelle aree di produzione o transito delle sostanze stupefacenti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

© All rights reserved
Foto: Ph. Monica Palermo


Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa e Cooperazione Internazionale

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade