Annunci

Archivi tag: Alessandria

Marina Militare: 73° anniversario dell’impresa di Alessandria, sei incursori di marina mettono fuori uso navi nemiche  

Roma, 16 dicembre 2014 – La Marina Militare ricorda il settantatreesimo anniversario dell’impresa di Alessandria, episodio della seconda guerra mondiale che ha dato lustro all’Italia e agli uomini che la servirono.

Nella notte tra il 18 e il 19 dicembre 1941 nel porto di Alessandria (Egitto) vennero affondate le corazzate inglesi Valiant e Queen Elizabeth; una delle azioni più straordinarie, a danno della Royal Navy, della Regia Marina durante l’ultimo conflitto mondiale. Un’impresa straordinaria realizzata con un arma segreta: il siluro a lenta corsa (S.L.C.) più conosciuto come “maiale” e grazie al coraggio e l’audacia degli equipaggi che lo pilotavano.

Piccoli mezzi e “grandi” uomini che si addestrarono nel più assoluto segreto a Bocca di Serchio (Pisa). Una preparazione durissima: immersioni di notte, senza ausili luminosi, unica certezza: l’intesa perfetta con il proprio compagno d’equipaggio.

La notte del 18 dicembre, il sommergibile Scirè comandato dal tenente di vascello Valerio Borghese rilasciò a qualche miglia di distanza dal porto di Alessandria sei marinai a bordo di tre “maiali”. Gli obiettivi erano le corazzate inglesi Queen Elizabeth, Valiant e una grande petroliera.

Il capitano del genio navale Antonio Marceglia e il sottocapo palombaro Spartaco Schergat puntarono verso la Queen Elizabeth. Il capitano delle armi navali Vincenzo Martellotta e il capo palombaro Mario Marino verso la petroliera Sagona. Per il tenente di vascello Durand de la Penne e il capo palombaro Emilio Bianchi il bersaglio è la Valiant.

La mattina del 19 dicembre le cariche poste dagli assaltatori italiani esplodono sotto le carene delle navi nemiche. Le navi, subiscono danni ingenti e si adagiano sul fondale del porto.

Oggi, gli eredi di quegli uomini eccezionali sono gli incursori e palombari del Comando Subacquei e Incursori – COMSUBIN.  Se le azioni dei loro predecessori sono state rivolte contro il naviglio nemico in vari porti del Mediterraneo, oggi gli Incursori sono addestrati ed equipaggiati per affrontare missioni di diverso tipo, contro obiettivi navali e terrestri d’interesse marittimo.

© All rights reserved
Fonte: Marina Miitare
Annunci

Alessandria: l’esercito ha lavorato alla pulizia dell’alveo del Rio Predazzo

Alessandria, 20 ottobre 2014 – I Militari continuano a lavorare senza sosta per dare sollievo alla popolazione locale a seguito dell’alluvione. Gli esperti militari, appartenenti al 10° Reggimento Genio Guastatori di Cremona e al 2° Reggimento Alpini di Cuneo, sotto il comando del tenente colonnello Paolo Fasolino, comandante della task force locale, coordinati dal Comando Forze di Difesa Interregionale Nord di Padova, stanno continuando a lavorare senza sosta per dare sollievo alla popolazione locale che ha visto gravemente danneggiate le proprie case a seguito dell’alluvione.

In particolare lo scorso venerdì a Cassano Spinola (AL) i militari hanno pulito l’alveo del Rio Predazzo, per un tratto a monte del ponte nei pressi di via Gavazzana, una delle vie più martoriate dalle recenti precipitazioni nella provincia di Alessandria.

Il sindaco locale, avvocato Marco Traverso, vista la disponibilità di mezzi e la capacità professionale dell’Esercito, soccorso in aiuto alla popolazione, ha disposto la pulizia del torrente in questione per una lunghezza di circa 100 metri, consistente nella rimozione dei detriti accumulatisi durante la piena con trasporto e accatastamento temporaneo degli stessi in un’area designata di proprietà comunale.

© All rights reserved
Fonte: Stato Maggiore dell’Esercito


La polizia stradale salva gattino lanciato da auto in corsa

Alessandria, 5 luglio 2014 – Era circa mezzanotte quando un veicolo è entrato a tutta velocità dentro l’area di servizio “Vallescrivia Sud” , la prima dopo Serravalle scendendo sulla A7 da Milano a Genova. Siamo nel comune di Arquata Scrivia, provincia di Alessandria.

Un tonfo sordo è quello che ha sentito la giovane benzinaia che a quell’ora ascoltava solo il silenzio della strada buia. Una macchina che si allontanava ed un lamento.

Incuriosita, Cinzia è uscita dal suo gabbiotto ed ha trovato un gatto, una gattina grigia tremante ed impaurita.

In quel momento arriva anche la macchina della polizia stradale che continuamente pattuglia quell’autostrada. Si ferma e gli agenti sono incuriositi dalla scena.

Insieme ricostruiscono l’accaduto: un veicolo è entrato a tutto velocità poco prima ed ha lanciato dal finestrino la povera felina che, nel volo, è finita contro la colonnina metallica del distributore (da lì il gran tonfo, sul metallo ci sono ancora i segni).

Non ci sono parole per commentare la gratuita ed inspiegabile ferocia del gesto.

Cinzia non può e non sa dire che tipo di macchina fosse: l’autore di questo gesto rimarrà sconosciuto per il momento, ma le telecamere del distributore erano in funzione…

Intanto la piccola gattina, che contro quella colonnina ha lasciato evidentemente una delle sue sette vite, è stata recuparata dagli agenti della Polizia Stradale di Sampierdarena che l’hanno portano in caserma per poi affidarla alle cure della Croce Bianca specializzata in questo genere di “pazienti”.

Un veterinario l’ha visitata: dovrà essere operata ad una zampina rotta e medicata nella zona occipitale.

Una volta guarita Paolo, uno dei due agenti, la aspetterà a casa: ha deciso di adottarlo.

© All rights reserved
Fonte: Polizia di Stato


Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa e Cooperazione Internazionale

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade