Archivi tag: accordo

Contrasto attacchi informatici: siglato nuovo accordo tra Polizia di Stato e Banca Sella

Roberto Sgalla

Roma, 3 settembre 2015 – E’ stato rinnovato oggi a Roma l’accordo tra Polizia di Stato e Gruppo Banca Sella per la prevenzione e il contrasto degli attacchi informatici per contribuire a rendere ancora più sicuri i servizi di home banking e monetica.

La convenzione, siglata per il Ministero dell’Interno – Dipartimento della Pubblica Sicurezza, dal Direttore Centrale per la Polizia Stradale, Ferroviaria, delle Comunicazioni e per i Reparti Speciali della Polizia di Stato, Roberto Sgalla e in rappresentanza del Gruppo Banca Sella, da Roberto Pozzuolo, ha come obiettivo quello di integrare il rapporto collaborativo tra la Polizia di Stato e il Gruppo Bancario.

Roberto Sgalla e Roberto Pozzuolo

In particolare, con l’odierno accordo saranno intensificati i livelli di scambio dei dati e delle informazioni utili per l’individuazione di procedure in grado di impedire illeciti accessi alla rete nonché per il contrasto di ogni altra tipologia di crimine informatico in danno dell’Istituto bancario e dei suoi clienti.

L’accordo è stato realizzato in attuazione della convenzione quadro per il settore bancario, sottoscritta dal Ministero dell’Interno e da ABI – Associazione Bancaria Italiana nel dicembre 2010, con la finalità di rendere efficace la strategia di collaborazione.

Nell’atto viene altresì stabilito il reciproco impegno a definire le modalità operative di supporto nella gestione delle informazioni relative ad attacchi informatici provenienti da entità interne al territorio nazionale e rivolti ad organizzazioni estere.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Polizia di Stato


Marina militare: firmato l’accordo con il WWF

 

Roma, 10 aprile 2015 – Oggi presso la sede del circolo ufficiali della Marina Militare a Roma è stato firmato un accordo di collaborazione tra il WWF Italia e la Marina Militare. La firma è stata posta dalla Presidente del WWF Italia, Donatella Bianchi e dal capo di Stato Maggiore della Marina Militare, ammiraglio di squadra Giuseppe De Giorgi.

L’intesa prevede un reciproco impegno per i prossimi 3 anni volto alla sensibilizzazione, tutela  e valorizzazione dell’ambiente marino mediante campagne informative rivolte ai cittadini, aziende e istituzioni, e con l’avvio di potenziali collaborazioni in progetti di ricerca scientifica e monitoraggio del mare.

WWF e Marina Militare intendono diffondere il valore intrinseco, ambientale, culturale ed economico, di un mare Mediterraneo “di qualità”, protetto e rispettato.

La tutela del Mediterraneo non può prescindere da una conoscenza approfondita dei problemi del mare e da una divulgazione di valore delle conoscenze acquisite: se il Mediterraneo è conosciuto diventa un valore e quindi c’è la volontà di proteggerlo.

In circa 50 anni  di azione WWF, insieme a tante realtà impegnate per la tutela del mare, abbiamo ottenuto un sistema di aree marine protette, abbiamo scongiurato il collasso del tonno rosso, abbiamo sensibilizzato i cittadini a un consumo sostenibile di pesce e risorse ittiche, ma le sfide aperte sono ancora tante, dalla pesca illegale, allo spettro delle trivelle, alle microplastiche che minacciano tanto la salute del mare quanto gli equilibri, anche sociali ed economici, che da essa dipendono – ha dichiarato Donatella Bianchi, presidente del WWF Italia – Solo con forti alleati, a tutti i livelli della società, potremo davvero ottenere un Mediterraneo di qualità.”  

Il panda, dunque, ancora una volta indossa il berretto da marinaio: la collaborazione tra Marina Militare e WWF può considerarsi ormai storica. Le due organizzazioni hanno infatti iniziato la loro quanto nel 1978 la campagna WWF “Il mare deve vivere” solcò il Mediterraneo sulla nave scuola Amerigo Vespucci messa a disposizione dalla Marina Militare. All’epoca venne prodotta anche un’edizione limitata di speciali francobolli.

Una nuova edizione de “Il Mare deve Vivere” è stata rilanciata, nel 2013 e nel 2014, a 35 anni dalla storica collaborazione, con attività di sensibilizzazione nei principali porti italiani a bordo delle Navi Scuola Amerigo Vespucci e Palinuro. Quest’anno, inoltre, la Marina Militare ha aderito per la prima volta all’evento globale del WWF per il clima, Earth Hour, spegnendo simbolicamente diverse aree portuali ed edifici.

Dal 1978 il WWF ha raggiunto importanti risultati concreti per il nostro mare: dagli storici divieti di caccia per cetacei ed uccelli marini, fino alla messa in efficienza delle aree marine protette nazionali e all’aver scongiurato il collasso del tonno rosso.

La storica collaborazione con il WWF testimonia come la Marina Militare abbia da sempre avuto una forte attenzione e sensibilità nei confronti delle tematiche ambientali e della diffusione di un’educazione marinara volta al rispetto e alla valorizzazione del mare come importante risorsa per un Paese peninsulare come l’Italia.

Tale sensibilità è confermata dal rilevante contributo che la Marina Militare fornisce al monitoraggio dello stato di salute del mare, alla salvaguardia dell’ambiente marino e alla prevenzione dell’inquinamento anche con il progetto “Flotta Verde” che ha lo scopo di ridurre l’impiego di combustibile navale di origine fossile a bordo delle Unità Navali – con conseguente riduzione di emissione di gas nocivi – tramite l’utilizzo di combustibili alternativi quali il gas naturale liquefatto e i biocarburanti.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Marina MIlitare

Accordo tra l’aviazione dell’esercito e i vigili del fuoco

Importante sinergia tra l’Aviazione dell’Esercito e il dipartimento dei vigili del fuoco del soccorso pubblico e della difesa civile

Il comandante dell’Aviazione dell’Esercito (AVES) generale di brigata Antonio Bettelli ed il direttore centrale della formazione del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, ing. Emilio Ochiuzzi, hanno siglato un’intesa che prevede l’interazione tra le due organizzazioni nella fornitura di mezzi, locali, materiali didattici, personale insegnante e supporto logistico per varie attività addestrative.

Tutto ciò, nell’ottica di favorire la sinergia tesa al risparmio economico ed ottimizzazione delle risorse, salvaguardando le prioritarie esigenze istituzionali di ciascuna area e di favorire lo scambio di attività tra le due organizzazioni, ivi compreso l’addestramento.

Entrambe forniranno mezzi, locali ed i materiali didattici, nonché il personale designato all’insegnamento per le attività addestrative ed ove sussista la disponibilità, il supporto logistico per vitto ed alloggio.

L’AVES  si impegna a svolgere le seguenti attività a favore del personale dei Vigili del Fuoco:

  • corso per il conseguimento della qualifica di pilota Istruttore di volo;
  • corso per il conseguimento della qualifica di Tecnico Istruttore;
  • corso di abilitazione per piloti su elicottero AB-206;
  • corso di abilitazione per piloti su elicottero AB-412;
  • corso di abilitazione per Tecnici Meccanici con abilitazione su elicottero AB-412;
  • corso di abilitazione per Tecnici Elettronici con abilitazione su elicottero AB-412;
  • corso per carburantisti di linea.

 

I Vigili del Fuoco si impegnano a consentire al personale qualificato per il servizio antincendio dell’Aviazione dell’Esercito:

  • l’utilizzo del simulatore di Montelibretti per le esercitazioni antincendio a favore dei frequentatori dei corsi A/I;
  • l’utilizzo della “camera del fumo” a favore del personale A/I con l’impiego delle maschere con autorespiratore;
  • lo svolgimento dell’esercitazione annuale a fuoco, mediante l’utilizzo del simulatore ove disponibile, presso i reparti dei VV. FF. vicini all’unità dell’Aviazione dell’Esercito.

I Vigili del Fuoco si impegnano, inoltre a svolgere per i dipendenti del COMAVES:

  • ad effettuare corsi per l’abilitazione A/I aeroportuale (certificazione ICAO CAT 7);
  • corso di qualificazione per Soccorritore Speleo Alpino Fluviale (SAF) livello 2, faseB;
  • corso di formazione per addetti antincendio per attività a rischio di incendio elevato.​
© All rights reserved
Fonte: COMFOTER

Contrasto crimini informatici, siglato accordo tra Polizia e Snam

Polizia di Stato e Snam hanno firmato ieri a Roma un accordo finalizzato alla prevenzione e al contrasto dei crimini informatici.

Roma, 7 marzo 2015 –  L’accordo siglato ieri tra la Polizia di Stato e la Snam ha per oggetto i sistemi e i servizi Ict della Società, il più importante operatore italiano attivo nella realizzazione e gestione integrata delle infrastrutture del gas.

L’accordo, sottoscritto dal capo della polizia Alessandro Pansa e dall’amministratore delegato di Snam Carlo Malacarne, prevede l’adozione condivisa di procedure d’intervento e scambio di informazioni utili alla prevenzione e al contrasto di eventuali attacchi informatici diretti verso le infrastrutture tecnologiche attraverso le quali Snam gestisce il sistema gas italiano.

Un’attività che per la Polizia di Stato sarà svolta dal Centro Nazionale Anticrimine Informatico per la Protezione delle Infrastrutture Critiche (C.N.A.I.P.I.C.) della polizia postale e delle comunicazioni.

L’accordo è stato stipulato in attuazione del decreto del ministro dell’interno del 9 gennaio 2008, che ha individuato le infrastrutture critiche informatizzate d’interesse nazionale, ovvero i sistemi e i servizi informatici o telematici che gestiscono settori strategici per il Paese.

Alla firma della convenzione erano presenti per il dipartimento della pubblica sicurezza, oltre al capo della polizia prefetto Alessandro Pansa, Roberto Sgalla direttore centrale per la polizia stradale ferroviaria delle comunicazioni e per i reparti speciali della Polizia di Stato, Antonio Apruzzese direttore del servizio polizia postale.

© All rights reserved
Fonte: Polizia di Stato

OpinioniWeb-XYZ

Opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Ornitorinco Nano

Blog musicale personale

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

Rassegna di analisi, ricerche e studi sulle relazioni internazionali nel Mar Mediterraneo

Rassegna Stampa Militare

News e Foto su Difesa e Cooperazione Internazionale, di Antonio Conte | Edito da 08/2009

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade