Archivi tag: 72° Stormo di Frosinone

Precetto di Natale per il presidio militare di Frosinone, Santa Messa officiata dal SE mons. Spreafico

Frosinone, 20 dicembre 2022 – Questa mattina presso la chiesa Sacro Cuore di Frosinone si è svolta la cerimonia religiosa del Precetto di Natale organizzata dal 72° Stormo dell’Aeronautica Militare, in qualità di Comando di Presidio militare. La Santa Messa è stata officiata dal vescovo di Frosinone-Veroli-Ferentino e di Anagni-Alatri, S.E. Mons. Ambrogio Spreafico, alla presenza delle Autorità civili e militari del territorio.

In una chiesa gremita si sono susseguiti al leggio, a latere dell’Altare, rappresentanti delle varie Forze Armate e dei Corpi Armati dello Stato. Ai lati della navata centrale erano schierati anche i rappresentanti delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma con i Labari. Presenti anche i rappresentanti degli ordini cavallereschi.

Particolarmente toccante è stato il momento della lettura della preghiera della Patria. Durante l’omelia monsignor Spreafico ha parlato del valore della pace, in riferimento alle aree di conflitto sparse per il mondo, enfatizzando il prezioso lavoro degli uomini e delle donne in uniforme.

© All rights reserved
Fonte e immagini: 72° Stormo Frosinone Aeronautica Militare


Il 72° stormo di Frosinone celebra la Madonna di Loreto, patrona degli aeronauti

Frosinone, 14 dicembre 2022 – Ieri mattina presso la Cappella del 72° Stormo di Frosinone è stata celebrata la Santa Messa, in occasione della Beata Vergine Lauretana, patrona degli aeronauti.

La celebrazione eucaristica è stata officiata dal 2° cappellano militare capo, mons. Antonio Coppola e da padre Battista Pellegrino alla presenza del comandante di stormo, colonnello pilota Marco Boveri, delle autorità civili e militari del territorio, di una rappresentanza del personale della Base e dell’Associazione Arma Aeronautica. Al termine è stata letta la preghiera dell’Aviatore.

__________________

Il 72° Stormo, unica scuola nel settore dell’ala rotante in Italia, è il reparto dipendente dal Comando Scuole dell’Aeronautica Militare/ 3^ Regione Aerea di Bari, che forma i piloti di elicottero dell’Arma Azzurra, delle altre FF.AA. e Corpi Armati dello Stato, nonché frequentatori stranieri. La sinergia interforze ed interagenzia sviluppata nel campo dell’addestramento presso la Scuola Elicotteri di Frosinone, si inserisce nell’ottica di continuo miglioramento della formazione e contestuale ottimizzazione delle risorse.

__________________

Cenni Storici

La solennità mariana si ricollega alla tradizione secondo la quale il sacello, venerato a Loreto, sia la camera nella quale nacque Maria a Nazareth, in Galilea, dove fu educata e dove ricevette l’annuncio angelico. La Casa di Nazareth era stata trasformata in chiesa sin dai tempi apostolici. Costituita da soli tre muri, essa era posta innanzi all’apertura di una grotta scavata nella roccia, che ora si trova all’interno della Basilica dell’Annunciazione dell’omonima città della Galilea. Il muro mancante a Loreto è ora occupato dall’altare sul quale si trova la statua della Beata Vergine di Loreto o Vergine Lauretana.

Il trasporto delle pareti della Santa Casa avvenne per mare su navi crociate. Questo è attestato dal fatto che dopo la cacciata dei cristiani dalla Terra Santa da parte dei musulmani, un membro della famiglia Angeli si interessò per salvare la Santa Casa dalla sicura distruzione, trasportandola prima a Trsat, nell’odierna Croazia, nel 1291, poi ad Ancona nel 1293 nei pressi della località di Posatora (il cui nome la tradizione fa derivare proprio da questo evento: “posaet-ora”, fermati e prega). Lì ci restò per nove mesi, dopodiché gli Angeli la risollevarono di nuovo per posarla nei pressi di Porto Recanati, in località “Banderuola”, dove ancora oggi sorge una chiesetta; lì c’era un boschetto, proprietà di una nobildonna di Recanati di nome Loreta, da cui l’espressione: “Andiamo dalla Madonna di Loreta” da parte dei pellegrini (da tale manifestazione popolare venne dato probabilmente il nome alla città di Loreto) e infine a Loreto il 10 dicembre 1294.

Secondo gli studiosi, pertanto, i trasferimenti avvennero a cura degli Angeli, nel senso che fu la famiglia Angeli, imparentata con l’imperatore di Costantinopoli, che si occupò del trasporto delle pietre via mare su navi crociate, pietre che poi vennero murate nuovamente una volta giunte a destinazione. Di fatto la malta che tiene insieme le pietre dei tre muri è costituita da materiali e realizzata con metodo sconosciuti nelle Marche, ma tradizionali in Terra Santa; sicché – secondo questa ipotesi – la famiglia Angeli avrebbe dovuto trasportare via nave la Casa lasciandola tutta intera. Dagli studi trascorsi nei secoli si è accertato che le misure dei muri “di Loreto” coincidono perfettamente con quelle dei monconi rimasti a Nazareth e che effettivamente la famiglia Angeli fu coinvolta nella traslazione della Casa fino alle terre italiche.

A Loreto furono realizzati fondamenta e muri di protezione, poi, nel 1468, fu posta mano alla costruzione del Santuario per iniziativa di papa Paolo II. E subito iniziarono anche i pellegrinaggi, cui partecipavano molti personaggi “di alto lignaggio”. Tali pellegrinaggi, già attivi dall’inizio del 1300, per quanti, prendendo la strada costiera, erano diretti a S. Michele al Gargano oppure in Terrasanta, si intensificarono ulteriormente nei secoli XV e XVI, fino ad indurre nel 1520 papa Leone X ad equiparare il voto dei pellegrini del Santuario di Loreto a quello di Gerusalemme, che di fatto era già stato “superato” nell’ambito dei grandi pellegrinaggi penitenziali.

Nel 1912, la Società Aviatori e Aeronauti dell’Aria, con sede a Torino, si era già affidata alla protezione della Vergine Lauretana, e in modo analogo si comportarono altre associazioni del settore. Finita la I Guerra Mondiale, il Reale Aero Club d’Italia intraprese iniziative per ottenere la proclamazione della Madonna di Loreto quale Patrona degli aeronauti.

Nel 1920 il fenomeno dell’aviazione, rimasto per tempo limitato e riservato ad un numero relativamente piccolo di appassionati, conquistati dall’aspetto ardimentoso del volo umano, aveva conosciuto un grande incremento, specialmente durante il tragico periodo del primo conflitto mondiale. Si attivarono concretamente iniziative per assicurare che questa nuova forma di mobilità avesse un suo celeste patrono. La devota tradizione lauretana appariva particolarmente adatta, e orientava la scelta verso la Madonna di Loreto.

La convinzione di questa miracolosa traslazione “volante” spinse papa Benedetto XV, accogliendo i desideri dei piloti della prima guerra mondiale, a nominare con il Breve Pontificio del 24 marzo 1920, la Beata Vergine di Loreto “Patrona di tutti gli aeronautici”. La protezione di Maria, pertanto, non si limita al trasporto aereo operato dalle Forze Armate, ma si riferisce ad ogni persona che viaggia e a quanti, nei velivoli stessi o nei servizi di terra, sono responsabili della sicurezza e della tranquillità di coloro che sono trasportati.

Il Santo Padre approvò anche la formula di benedizione degli aerei, che fece inserire nel Rituale Romano. La formula è costituita da tre orazioni speciali. Nella prima si implora Dio affinché l’aereo serva alla sua gloria e al bene dell’umanità e si fanno voti di incolumità per coloro che se ne servono. Nella seconda e nella terza si implora affinché la Vergine Maria e l’Angelo del Signore accompagnino i trasvolatori e li facciano arrivare incolumi alla meta. Il 12 settembre dello stesso anno ebbe luogo a Loreto una cerimonia religioso-patriottica per la proclamazione della Madonna di Loreto a Patrona. Di lì a poco, il 28 marzo 1923, l’Aeronautica Militare sarebbe stata fondata quale Forza Armata autonoma. Da allora, in tutti i Reparti dell’Aeronautica Militare, si venera la Virgo Lauretana.

© All rights reserved
Fonte e immagini: 72° Stormo


Aeronautica Militare, 72° stormo, a Frosinone avrà luogo la cerimonia della Festa dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate

4 NOVEMBRE 2022, FESTA DELL’UNITA’ NAZIONALE, GIORNATA DELLE FORZE ARMATE

Frosinone, 3 novembre 2022 – Il giorno 4 novembre 2022, presso la Villa Comunale di Frosinone, avrà luogo la cerimonia della Festa dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate.

Al termine della cerimonia verrà inoltre allestita una Mostra Statica e a cura delle singole FF.AA. e Corpi Armati dello Stato.

PROGRAMMA

  • 09.00 Schieramento presso la Villa Comunale del reparto di formazione, dei gonfaloni e labari;
  • 09:15 Arrivo Autorità;
  • 09:30 Inizio cerimonia con arrivo massima autorità;
    Onori al Prefetto della Provincia di Frosinone e al Comandante del Presidio Militare, che passano in rassegna lo schieramento;
    Alzabandiera;
    Onori ai caduti con deposizione corona benedetta da S.E. il Vescovo di Frosinone;
    Lettura del messaggio del Ministro della Difesa da parte del Comandante del Presidio Militare;
    Lettura del messaggio del Presidente della Repubblica, on.le Sergio Mattarella da parte del Prefetto della Provincia di Frosinone;
    Consegna della Medaglia d’argento al Comune di Santopadre (FR) da parte del Prefetto di Frosinone;
    Consegna Onorificenze da parte del Prefetto della Provincia di Frosinone;
    Canti patriottici;
    Lettura della Preghiera della Patria;
    Onori al Prefetto della Provincia di Frosinone e al Comandante del Presidio Militare, che lasciano il luogo della cerimonia;
  • 10:10 Termine cerimonia.
  • 10:30 Apertura al pubblico mostra statica.
  • 17:00 Chiusura al pubblico mostra statica.

© ALL RIGHTS RESERVED
Fonte e video: Aeronautica Militare / 72° Stormo


Il nipote del tenente pilota Alberto Testa visita il luogo dell’incidente aereo nei pressi del 61° Stormo di Galatina (LE)

Frosinone, 23 agosto 2022 – Questa mattina presso il 72° Stormo di Frosinone alcuni famigliari del compianto tenente pilota Alberto Testa hanno voluto visitare la “Sala Storica” della Base dove sono custoditi alcuni cimeli del pilota militare che morì in servizio nel lontano 1950, in seguito ad un incidente aereo. Ad accogliere il nipote Alex Tiseo, giunto per l’occasione dagli Stati Uniti, una rappresentanza del 72° stormo e della locale Associazione Arma Aeronautica.

Il tenente pilota Alberto Testa, appartenente al corso Aquila II, era nato a Pignataro Interamna vicino a Cassino il 29 agosto 1923 e nel 1945, al termine della guerra, terminò i suoi studi presso l’Accademia Aeronautica all’epoca ubicata sull’isola di Nisida. Dopo le prime lezioni di pilotaggio presso la scuola di volo di Pomigliano d’Arco e l’Aeroporto di Grazzanise, Alberto Testa venne trasferito alla scuola di volo di Frosinone per l’acquisizione del “brevetto di navigazione aerea” su aereo SM 84 (1947). Dopo un periodo presso il 3° Stormo trasporti di Roma-Centocelle venne trasferito presso lo Stormo di Gioia del Colle  dove conseguì il “brevetto di pilota di aeroplano” su aereo CA 164 (1948) e successivamente a Galatina  per il “brevetto di pilota militare” su velivolo G55 (1949). Successivamente continuò  i corsi di addestramento per piloti da caccia presso gli aeroporti di Leverano e Galatina.

Sfortunatamente perse la vita nel 1950, in seguito ad un incidente con un Macchi 205 che precipitò inesorabilmente su un terreno vicino all’attuale 61° Stormo di Galatina, in provincia di Lecce, dove, tutt’oggi, è posizionata una stele in memoria.

In seguito alla donazione dei famigliari del Testa, presso la “Sala Storica” del 72° Stormo sono custoditi l’uniforme, la sciabola, il libretto di volo, il berretto ed altri cimeli del giovane pilota dell’Aeronautica Militare.

© All rights reserved
Fonte e immagini
: Aeronautica Militare 72° Stormo Frosinone


Corso BLSD dell’Ares 118 Lazio a favore del personale militare al 72° Stormo di Frosinone

Frosinone, 28 febbraio 2021 – Il corso di primo soccorso BLSD – Basic Life Support Defibrillation, a cura dell’ARES 118 Lazio a favore del personale militare, si è svolto nei giorni scorsi presso il 72° Stormo di Frosinone. 

L’acronimo BLSD (Basic Life Support Defibrillation) indica l’insieme delle manovre che sono finalizzate al ripristino del battito cardiaco in caso di arresto. Un’operazione essenziale che chiunque può praticare, purché adeguatamente formato, e che può salvare la vita. Per questo motivo, la legge disciplina puntualmente la diffusione e l’uso dei defibrillatori semiautomatici esterni, ed impone, per il loro utilizzo, precisi obblighi di formazione. 

La collaborazione tra le due istituzioni, continua pertanto anche  nel delicato settore del primo soccorso,  che si unisce alle attività già consolidate di supporto discendenti dal protocollo d’intesa HEMS (Helicopter Emergency Medical Service) fra il 72° Stormo dell’Aeronautica Militare, l’ARES 118 Lazio, l’ASL di Frosinone e la società ELITALIANA (che fornisce elicotteri e piloti per il servizio di elisoccorso gestito da ARES 118). Il protocollo d’intesa prevede che le eliambulanze in servizio per il 118 possano atterrare a trovare supporto operativo e logistico presso l’Aeroporto Militare “G. Moscardini” di Frosinone.

Il servizio dell’elisoccorso è fondamentale per la tempestività del sistema di emergenza sanitaria 118 che consente nel corso dell’anno decine di scali scali presso l’Aeroporto Militare di Frosinone senza soluzione di continuità anche nei giorni festivi e durante la notte.

_____________________
Il 72° Stormo di Frosinone, unica scuola nel settore dell’ala rotante in Italia, forma i piloti di elicottero dell’Aeronautica Militare e delle altre Forze Armate e Corpi Armati dello Stato, nonché frequentatori stranieri. La sinergia interforze ed interagenzia, sviluppata nel campo dell’addestramento presso la Scuola elicotteri di Frosinone, si inserisce nell’ottica di continuo miglioramento della formazione e contestuale ottimizzazione delle risorse.

© All rights reserved
________________________


Tonezza del Cimone, aeronautica militare: attività congiunta 3° e 72° stormo

Attività FARP a cura 3° Stormo con elicottero TH500B del 72° Stormo

Attività FARP a cura 3° Stormo con elicottero TH500B del 72° Stormo

Tonezza del Cimone (VI), 30 novembre 2014 – Dal 17 al 21 Novembre, il 3° Stormo di Villafranca di Verona (VR) ed il 72° Stormo di Frosinone (FR) hanno dato vita ad un’attività addestrativa congiunta.

Alla stessa hanno partecipato due elicotteri TH500B supportati da assetti di proiezione del 3° stormo. I due elicotteri, ed il relativo personale pilota e manutentore del 72° stormo, hanno scelto il 3° stormo di Verona Villafranca al fine di incrementare l’addestramento al volo in montagna nonché allo svolgimento di missioni di volo strumentale avanzato, sfruttando il contesto territoriale nel quale l’aeroporto è inserito.

L’attività ha rappresentato un importante momento di condivisione e proficua collaborazione per i due stormi, elementi chiave per il successo delle operazioni. Il personale del 3° stormo ha potuto addestrarsi all’impiego degli assetti Air Expeditionary Task Force/Combat Service Support (AETF/CSS), in particolare ad esprimere la capacità Forward Air Refueling Point (FARP), in ambiente montano, fornendo il servizio di rifornimento carburante ai due elicotteri dispiegati che si addestravano all’attività di volo in tale ambiente. Sono state verificate quindi le procedure operative della componente FARP per tutte le condizioni di volo, sia diurno che notturno, a supporto delle cinque sortite operative effettuate, oltre a quelle di ambientamento e trasferimento degli elicotteri del 72° stormo. È stata costituita una Task Unit per esprimere la capacità di “Comando e Controllo Logistico”, leggera e prontamente proiettabile, composta da unità mobili del 3° Stormo e suddivisa in due cellule: una operativa rischierata presso il 3° stormo ed una remota dislocata presso il sito di Tonezza. Sono state espresse altresì capacità campali di “Base Servicing (BS) & Real Life Support (RLS)” per fornire i servizi essenziali al personale che per l’intero periodo ha garantito la sua permanenza presso il sito.

Cellula C2Log a cura 3° Stormo

Cellula C2Log a cura 3° Stormo

Il 3° stormo esprime le capacità logistiche aeronautiche di proiezione a supporto delle componenti dell’Air Expeditionary Task Force (A.E.T.F.). Lo Stormo è designato quale Air Port of Embarkation/Debarkation (APOE/APOD) nazionale per il materiale ed il personale destinato alle varie operazioni nazionali ed internazionali e, relativamente all’attività di volo, assicura la capacità di A.T.O.C. nazionale, Crash Fire & Rescue, Runway Operations & Cross Servicing e servizi di rifornimento, per assicurare il sostentamento degli assetti impiegati in operazioni aeree, diurne e notturne, mediante le capacità POL/LOX campale e Rapid Refuelling.

Il 72° stormo ha come principale compito istituzionale quello di formare i piloti di elicottero di tutte le forze armate e corpi armati dello stato, nonché della formazione e del mantenimento delle qualifiche dei propri istruttori di volo nonché dell’esecuzione dell’attività di volo minima per i piloti di elicottero impiegati presso gli stati maggiori e gli alti comandi della forza armata. Ulteriori compiti assegnati allo stormo, in tempo di pace, sono il concorso in operazioni SAR (Search And Rescue) e di protezione civile ed il rischieramento fuori area per missioni umanitarie. In tempo di crisi, gli elicotteri del 72° stormo, forniscono il supporto alla difesa delle basi e delle Istallazioni militari, attività di collegamento e ricognizione.

Attività FARP a cura 3° Stormo

Attività FARP a cura 3° Stormo

© All rights reserved
Fonte: Aeronautica Militare
(72° Stormo - Frosinone / Cap. Carla Angelucci)

OpinioniWeb-XYZ

Opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

Rassegna di analisi, ricerche e studi sulle relazioni internazionali nello scenario mediterraneo

Rassegna Stampa Militare

Politica Estera, Difesa e Cooperazione Internazionale. Edito dal 2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

militarynewsfromitaly.wordpress.com/

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade