Annunci

Archivi tag: 11° Reggimento Genio Guastatori

L’Esercito interviene con il genio guastatori di Foggia per la bonifica e brillamento di ordigni bellici

FOTO 1 Artificiere metre rimuove l'ordigno

Artificiere mentre rimuove l’ordigno

Chieti, 20 giugno 2018 – Gli uomini del 11° reggimento genio guastatori di Foggia hanno eseguito nei giorni scorsi diverse attività di bonifica del territorio da residuati bellici nella provincia di Chieti.

Le operazioni che hanno interessato le aree non abitate dei comuni di Ripa Teatina, Miglianico e di Tollo, hanno riguardato la messa in sicurezza delle aree di intervento, la rimozione dei residuati bellici e il loro trasferimento presso un idoneo sito per essere definitivamente distrutti. L’11° reggimento genio gustatori, inquadrato nella brigata meccanizzata “Pinerolo” con sede a Bari, attraverso l’esecuzione di tali interventi in favore della collettività abruzzese, ha dimostrato con efficacia la “duplice valenza” delle unità dell’Esercito.

© All rights reserved
Fonte e immagini: CME Abruzzo
_______________________________

 

Annunci

Reggio Calabria: gli artificieri dell’Esercito neutralizzano un ordigno bellico di 500 libbre

Gli artificieri dell’Esercito neutralizzano un ordigno rinvenuto a Acciarello Comune di Villa San Giovanni (RC)

Villa San Giovanni (RC), 18 gennaio 2016 – Artificieri dell’Esercito Italiano provenienti dall’11° Reggimento Genio Guastatori di Foggia, unità specialistica alle dipendenze della Brigata Pinerolo, hanno provveduto  al disinnesco e neutralizzazione di un ordigno bellico, risalente al secondo conflitto mondiale, occasionalmente rinvenuto durante gli scavi per la realizzazione delle fondamenta di un edificio.

L’ordigno, una bomba d’aereo di fabbricazione americana del peso di 500 libre, è stato nei giorni scorsi stabilizzato e messo in sicurezza grazie alla costruzione di una particolare struttura che avrebbe limitato i danni in caso di esplosione accidentale.

La delicata operazione di disinnesco, condotta sul campo da un team di artificieri specialisti, esperto nel settore della disattivazione di ordigni esplosivi regolamentari e di circostanza, ha previsto la rimozione delle spolette di testa e coda dall’ordigno, entrambe armate; domani è previsto il trasporto, per la definitiva neutralizzazione, in un’area idonea.

Per garantire un’adeguata cornice di sicurezza all’intervento, la locale amministrazione comunale ha stabilito, con apposita ordinanza, l’interruzione della viabilità locale. Grazie alla realizzazione di una speciale struttura di protezione, che consta in un barricamento e trinceramento interrato con copertura totale, progettato e realizzato interamente dall’Esercito e omologato dall’Istituto Ricerche Esplosive di Parma, è stato possibile contenere l’area di sgombero a soli 270 metri riducendo al minimo i rischi e il disagio per la popolazione che avrebbe comportato la chiusura totale dell’autostrada A3.

I reparti Genio dell’Esercito Italiano, grazie alle esperienze maturate nei teatri operativi ed alla elevata connotazione dual-use, operano in favore della comunità nazionale sia con la bonifica di residuati bellici ancora ampiamente presenti nel territorio nazionale, sia in caso di pubbliche utilità a favore della popolazione civile. Negli ultimi 10 anni gli interventi effettuati dagli artificieri dell’ Esercito sono stati circa 30.000.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Stato Maggiore dell'Esercito

Molfetta: operazioni di bonifica da parte degli artificieri per i 55 residuati bellici sui fondali dell’Adriatico pugliese

Molfetta (BA), 28 ottobre 2014 – Gli artificieri dell’esercito hanno ripreso ieri mattina le operazioni per la bonifica delle 55 bombe d’aereo da 30 libbre di nazionalità inglese individuate sui fondali delle aree portuali e costiere dell’Adriatico Pugliese.

L’attività continuerà fino al 31 ottobre, la messa in sicurezza del porto è iniziata nel maggio 2009 e rientra nelle attività previste dall’accordo di programma per la bonifica delle aree portuali, sottoscritto dal Ministero dell’Ambiente, Regione Puglia, ARPA Puglia ed ICRAM (Istituto centrale per la ricerca scientifica e tecnologica applicata al mare).

L’obiettivo principale del programma è l’individuazione, il recupero e la disattivazione dei residuati bellici presenti sui fondali delle aree portuali e costiere dell’Adriatico Pugliese.

Il disinnesco e il successivo brillamento saranno effettuati dai team EOD (acronimo inglese per Explosive Ordnance Disposal, ovvero bonifica ordigni esplosivi) dell’11° Reggimento Genio Guastatori dell’esercito con sede a Foggia. Gli artificieri provvederanno allo stoccaggio e alla messa in sicurezza dei residuati in un’apposita area per evitare eventuali processi di autocombustione. Gli ordigni saranno successivamente trasportati e fatti brillare in una cava a Ruvo di Puglia.

L’esercito italiano negli ultimi 10 anni ha effettuato oltre 30.000 interventi per la bonifica di ordigni risalenti alle guerre mondiali, dal 2009 nelle aree portuali pugliesi, sono stati già disinnescati 320 ordigni, di cui circa oltre 294 bombe d’aereo e 26 razzi.

L’11° Reggimento Genio Guastatori è uno dei 12 reggimenti dell’esercito dislocati su tutto il territorio nazionale, in grado di intervenire per la bonifica degli ordigni esplosivi e dei residuati bellici.

La Forza Armata, grazie alla capacità ‘dual-use’ dei propri reparti, oltre all’impiego operativo nelle missioni internazionali, è in grado d’intervenire, in ogni momento, nei casi di pubbliche calamità e utilità a supporto della popolazione su tutto il territorio nazionale dimostrandosi una risorsa pronta e flessibile al servizio del Paese.​

© All rights reserved
Fonte: Stato Maggiore dell'Esercito

Puglia: intervento dei militari dell’esercito a supporto della popolazione durante l’alluvione

Foggia, 7 settembre 2014 – Su richiesta della Prefettura di Foggia, è iniziata l’opera dei militari dell’Esercito in Puglia, che sono intervenuti già dalle prime ore della notte a Peschici, comune maggiormente colpito ieri dal nubifragio che si è abbattuto sul Gargano.

Su ordine del 2° Comando delle Forze Operative di Difesa, un plotone di militari è impiegato sul terreno, per ripristinare la viabilità e rimuovere macerie e detriti, nonché per evacuare i cittadini bloccati presso le proprie abitazioni nei comuni. Personale e mezzi sono stati messi a disposizione dall’11° reggimento Genio Guastatori di stanza a Foggia.

La Forza Armata grazie alla capacità “dual-use” dei propri reparti genio, oltre all’impiego operativo nelle missioni internazionali, è in grado d’intervenire nei casi di pubbliche calamità ed utilità, in ogni momento, su tutto il territorio italiano a supporto della comunità nazionale come recentemente avvenuto in occasione dell’emergenza maltempo in Sardegna, Emilia, Veneto, Toscana e Lazio.

© All rights reserved
Fonte: 2° Comando Forze di Difesa

 


Militari dell’esercito e polizia di stato impediscono fuga di migranti da un C.I.E.

strade sicure

Roma, 22 agosto 2014 – Ieri pomeriggio, una pattuglia di militari effettivi al 11° Reggimento Genio Guastatori di Foggia, impiegati nell’operazione Strade Sicure nel raggruppamento “Roma” a guida Brigata Granatieri di Sardegna, mentre si trovava in servizio presso il C.I.E. di Ponte Galeria, è entrata in azione per bloccare un tentativo di fuga dal centro, in concorso con il personale delle Forze di Polizia.

I militari sono intervenuti prontamente con personale della Polizia di Stato per bloccare circa venti ospiti del CIE che hanno tentato di scavalcare la recinzione scappare. Il tempestivo intervento dei militari dell’Esercito, particolarmente apprezzato dal personale della Polizia di Stato, ha consentito di evitare che la situazione in atto degenerasse.

Con il loro operato i Volontari hanno dato così lustro alla Forza Armata e a tutta la brigata Granatieri di Sardegna, grande unità elementare impiegata in attività addestrative e operative in ambito nazionale e internazionale.

Dall’agosto 2008 la brigata Granatieri di Sardegna, rinforzata da assetti di altre unità, partecipa ai 4000 uomini dell’Esercito all’operazione Strade Sicure sulla territorialità della città di Roma, coordinata dal 2° Comando delle Forze di Difesa (2° FOD) di San Giorgio a Cremano, in concorso e congiuntamente alle Forze dell’Ordine a garanzia della sicurezza e prevenzione della microcriminalità nella capitale.

© All rights reserved
Fonte: Comando delle Forze Operative Terrestri

Pegaso 2014/3: la brigata Pinerolo pronta per il Libano

Bracciano (RM), 28 luglio 2014 – L’esercitazione posti comando assistita da computer (CPX-CAX) Pegaso 2014/3 ha impegnato il comando della brigata Pinerolo di Bari e i posti comando del Reggimento Cavalleggeri Guide (19°) di Salerno integrato da personale del 7° Reggimento Bersaglieri di Altamura, del’11° Reggimento Genio guastatori di Foggia e del 10° Reggimento Trasporti di Bari, mentre il Reparto Comando e supporti Tattici “Pinerolo” di Bari ha garantito le attività di supporto all’esercitazione.

Iniziata lo scorso 7 luglio, nella caserma Montefinale di Bracciano, sede del comando di artiglieria, con l’ausilio dei moderni sistemi in dotazione al centro di simulazione e validazione dell’esercito, l’esercitazione si è prefissata lo scopo di affinare e consolidare le procedure inerenti all’impiego del Processo Decisionale di Pianificazione (PDP) e di valutare la capacità generali dello Staff del Comando della “Pinerolo” e dei posti comando dei Reggimenti nella gestione di situazioni operative complesse.
Lo scenario è stato improntato al massimo realismo con situazioni frequenti nel Sud del Libano in cui il contingente italiano su base Brigata “Pinerolo” agli ordini del generale di brigata Stefano Del Col si appresta ad operare nell’ambito della missione UNIFIL (United Nation Interim Force in Lebanon).

© All rights reserved
Fonte: Esercito Italiano


Disinnescata una bomba d’aereo dall’11 reggimento genio guastatori nel foggiano

Foggia, 27 giugno 2014 – Si sono concluse ieri pomeriggio le operazioni di disinnesco e di brillamento di un ordigno inesploso, risalente al 2° conflitto mondiale, rinvenuto in un agro nel territorio del comune di Bovino (FG).

La bomba di fabbricazione inglese, del peso di 250 libbre, è stata rinvenuta fortuitamente dal proprietario del terreno durante i lavori di costruzione di una vasca raccolta acqua. Le operazioni di disinnesco sono state disposte dalla prefettura di Foggia che, in coordinazione con il 2° comando forze di difesa (2°FOD) di San Giorgio a Cremano (NA), che ha attivato un team di specialisti dell’11° reggimento genio guastatori di Foggia, della brigata “Pinerolo”.
Per la sola giornata dell’operazione, la prefettura ha previsto lo sgombero delle case rurali presenti nella zona in un raggio di 500 metri, l’interruzione della corrente elettrica, l’interdizione del traffico ferroviario sulla tratta Roma – Bari e uno sgombero aereo di 1000 metri in altezza. 

L‘intervento del team di specialisti, denominato ‘EOD’ (acronimo inglese per Explosive Ordnance Disposal, cioè bonifica ordigni esplosivi) dell’11° Genio, guidati dal maggiore Michele Manna, ha previsto la messa in sicurezza ed il successivo trasporto in una cava distante circa 10 km dal luogo del ritrovamento per il successivo brillamento avvenuto in una cornice di sicurezza.

Per le capacità tecniche del proprio personale e dei mezzi che ha in dotazione, l’11° reggimento genio è particolarmente attivo nel fornire il proprio contributo per gli interventi di pubblica utilità.
Dall’inizio dell’anno il reggimento ha effettuato 62 interventi di bonifica di ordigni sul territorio di propria competenza che si estende sul versante adriatico dalla provincia di Chieti al Salento e sul versante tirrenico dalla provincia di Potenza a Reggio Calabria.

© All rights reserved
Fonte: Comando delle Forze Operative Terrestri

OpinioniWeb-XYZ

Oltre il bar dello sport: opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa e Cooperazione Internazionale

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade