Archivi del giorno: aprile 4, 2020

Gli associati Mio Carrozziere-Federcarrozzieri sanificano gratuitamente veicoli di servizio Forze dell’ordine

 

sanificazione gratuita ozono #iocisono (5)Milano, 04 aprile 2020 – I carrozzieri di Mio Carrozziere-Federcarrozzieri che si stanno adoperando sul territorio nazionale per la sanificazione all’ozono gratuita delle vetture delle Forze dell’Ordine e di quanti le Amministrazioni segnalano come “categorie a rischio”. 

L’azienda si impegna inoltre a favore delle Forze dell’Ordine e di quanti le amministrazioni segnalano come “categorie a rischio”. In circa due settimane sono state oltre il migliaio i mezzi sanificati in forma gratuita dai carrozzieri aderenti.

 L’associazione ha ritenuto opportuno di proporre, in tempi di crisi e di chiusura dei servizi di quotidiana assistenza,  un contributo alle comunità in cui operano le aziende.

Sono artigiani della riparazione. Artigiani indipendenti da qualunque rapporto di sudditanza commerciale con qualunque compagnia assicurativa. Sono aziende famigliari che riparano auto da generazioni.

In questo momento di emergenza sanitaria, rispettano la chiusura del servizio limitando la loro operatività alle sole emergenze, ma hanno però ritenuto opportuno offrire un loro contributo gratuito a chi lavora per tutti: la sanificazione con l’ozono, dell’abitacolo delle auto, dei mezzi di trasporto.

La tecnologia offre da diversi anni, alcune soluzioni all’avanguardia per quanto concerne la sanificazione delle autovetture e dei mezzi di trasporto. La sanificazione all’ozono, imprime un’azione ossidante tale da esercitare un efficace risultato come “agente battericida, fungicida e inattivante dei virus”.

Da oltre tre settimane, sul territorio nazionale, alcuni associati Federcarrozzieri, appartenenti al circuito d’eccellenza Mio Carrozziere, specie del centro nord, hanno scelto di mettere gratuitamente a disposizione mezzi e strutture, per alleviare i rischi che chi ci aiuta, di chi lavora per il bene di tutti, di chi ha più bisogno.

“Vorremmo evitare che il loro lavoro sia ancora più esposto. Abbiamo così offerto il nostro contributo ai Corpi di Polizia Locale, dello Stato, ai Carabinieri, alla Protezione Civile. Abbiamo aiutato tassisti ed associazioni di malati e disabili, sanificando gli abitacoli ed i condotti d’aria sì che ogni batterio ed ogni microrganismo potesse essere annientato dall’ozono.

Siamo intervenuti su oltre un migliaio di vetture in meno di due settimane. Non possiamo garantire la certificazione del servizio contro il Covid19 perché ad oggi, così come non si è trovato il vaccino, non si hanno prove scientifiche che avvallino l’ozono come trattamento debellante.

Tuttavia, data la vicinanza del COVID-19 ai genomi della SARS sui cui la scienza ha dimostrato che l’ozono può essere risolutivo, anche in virtù dell’applicazione sperimentale dell’ozonoterapia quale cura possibile, auspichiamo sia un trattamento se non decisivo certamente non nocivo.

Per questa ragione e nel massimo rispetto delle ordinanze ministeriali in vigore, la nostra associazione si è messa a disposizione di tutti.

Al momento, compatibilmente con le possibilità di ciascun aderente, 41 carrozzerie del nostro circuito di eccellenza, sono attive per le sole emergenze ed il servizio di sanificazione gratuita dedicata a quanti sono al servizio di tutti. Noi ci siamo.”

Elenco delle carrozzerie aderenti

Di seguito l’elenco degli aderenti da da cliccare per scaricarlo
elenco aderenti campagna#iocisono 

© All rights reserved
________________________


Aeronautica Militare, trasporto in biocontenimento per due pazienti Covid con C-130J da Bergamo a Bari

Schermata 2020-04-03 alle 21.13.23

Pisa, 3 aprile 2020 – Un velivolo dell’Aeronautica Militare, ha trasportato in bio-contenimento ieri mattina altre due persone positive al Covid. Un C-130J della 46ª  Brigata Aerea, li ha trasportati da Bergamo a Bari.

L’aereo è decollato dalla base di Pisa alla volta di Bergamo con a bordo un team di medici ed infermieri della Forza Armata specializzati in trasporti in alto bio-contenimento. Arrivati all’aeroporto di Serio i due pazienti sono stati  imbarcati nel velivolo  all’interno delle speciali barelle ATI (Aircraft Transit Isolator) che è poi ripartito in direzione Bari, dove è atterrato alle 15:15. Al termine delle operazioni di sbarco dei pazienti, il C-130J è rientrato a Pisa, pronto per altre esigenze. 

Sono quattordici, con quella odierna, le missioni di trasporto in biocontenimento effettuate dai velivoli dell’Aeronautica Militare sul territorio nazionale e all’estero per trasferire in sicurezza ed in totale isolamento pazienti da un ospedale all’altro, supportando così i centri di cura del nord Italia in questo momento maggiormente interessati dall’epidemia.  

Schermata 2020-04-03 alle 21.14.15

L’attività di trasporto in biocontenimento rientra tra i supporti che il ministro della Difesa Lorenzo Guerini, sin dalle prime fasi, ha messo a disposizione della Protezione Civile e degli altri dicasteri impegnati per l’emergenza Coronavirus. Il trasporto in biocontenimento è una capacità peculiare dell’Aeronautica Militare, unica ad averla in Europa insieme alla Royal Air Force del Regno Unito, per il trasporto di malati infettivi in totale isolamento e sicurezza.

La missione di oggi è la prima che parte direttamente dalla base aerea di Pisa, che come accaduto con Cervia nelle scorse settimane, diventa un hub temporaneo dove equipaggi e velivoli C-130J e C-27J  della 46ª brigata Aerea sono sempre pronti al decollo insieme ai medici e agli infermieri del team di bio-contenimento dell’Infermeria Principale di Pratica di Mare.  

46ª Brigata Aerea Aeronautica MilitareL’impegno della 46ª  Brigata Aerea è duplice in questo momento: solo nelle ultime 48 ore, infatti, ben otto voli sono stati effettuati con C-130J e C-27J per supportare il ponte aereo organizzato su tutto il territorio nazionale per velocizzare il trasferimento di materiale sanitario per conto della Protezione Civile. Un grande sforzo operativo e logistico della Difesa nel suo complesso, che ha visto i velivoli dell’Aeronautica Militare impegnati giorno e notte, sia in Italia che all’estero, in 17 missioni di volo, raggiungendo finora 8 regioni italiane diverse e numerosi capoluoghi di provincia e trasportando in totale 100 tonnate di materiale. 

Fin dalle prime fasi, l’Aeronautica Militare ha fornito un significativo contributo al dispositivo messo in campo dal Ministero della Difesa a supporto del Ministero degli Affari Esteri, della Salute e della Protezione Civile: dalle missioni per il rientro di cittadini italiani e stranieri dalla Cina e dal Giappone, effettuate con velivoli KC-767A del 14º Stormo di Pratica di Mare nel mese di febbraio, nonché il supporto logistico garantito ai velivoli dei paesi stranieri e NATO atterrati sugli aeroporti militari di Pratica di Mare e Villafranca con a bordo attrezzature e materiale sanitario a supporto dell’emergenza.

© All rights reserved
______________________


OpinioniWeb-XYZ

Opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Ornitorinco Nano

Blog musicale personale

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

Rassegna di analisi, ricerche e studi sulle relazioni internazionali nel Mar Mediterraneo

Rassegna Stampa Militare

Difesa, Cooperazione Internazionale, di Antonio Conte | Edito da 08/2009

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade