Annunci

Archivi del giorno: maggio 18, 2017

Il capo di stato maggiore dell’Esercito ha parlato con i due militari feriti a Milano

caposme-danilo-errico.jpgRoma, 18 maggio 2017 – Il capo di stato maggiore dell’Esercito, generale di corpo d’armata Danilo Errico, appresa la notizia del ferimento di due militari dell’Esercito nella Stazione Centrale di Milano nell’ambito dell’operazione “Strade Sicure”, ha immediatamente contattato i due soldati, che hanno risposto di  persona al telefono comunicando di stare in buone condizioni fisiche e di aver già informato i propri familiari.

Il generale Errico augura una pronta guarigione ai due militari e al poliziotto ferito.

© All rights reserved
Fonte: Stato Maggiore Esercito
__________________________________
Annunci

Libano: visita del ministro degli affari esteri ai militari italiani impiegati nel sud del Libano

DSC_3583

Shama (Libano) 18 maggio 2017 – Il ministro degli affari esteri, on. Angelino Alfano, ha incontrato i militari del contingente italiano che operano nel sud del Libano presso la base delle Nazioni Unite di Shama durante la sua visita istituzionale nel Paese dei cedri.

Inizialmente accolto dal Comandante della Joint Task Force – Lebanon, gen. b. Francesco Olla, e dal comandante della MIBIL, la Missione Bilaterale Italiana in Libano, col. Salvatore Paolo Radizza, il ministro ha quindi incontrato i militari del contingente, appartenenti alla brigata “Granatieri di Sardegna”.

DSC_3758 

La missione UNIFIL, sotto egida della Risoluzione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite n.1701, annovera, tra i suoi compiti principali, la cessazione delle ostilità attraverso un costante monitoraggio della Blue Line; il supporto alla popolazione locale, attraverso la funzione operativa di Cooperazione Civile-Militare (CIMIC); il supporto da parte del contingente internazionale alle Forze Armate libanesi (LAF) dislocate nel Libano del sud, attraverso il coordinamento, la pianificazione e l’esecuzione di attività addestrative e operative congiunte.

PR0A9930

La missione MIBIL, invece, presente in teatro operativo dal 25 febbraio 2015, ha lo scopo di coordinare e sviluppare – sia in Italia sia in Libano – le attività formative e addestrative a favore delle Forze Armate Libanesi allo scopo di migliorare le loro capacità operative per l’assolvimento dei molteplici compiti istituzionali assegnati.

PR0A9818

© All rights reserved
Fonte e immagini: Contingente italiano in Libano
______________________________________________________

Volo sanitario d’urgenza per una bimbo in imminente pericolo di vita da Cagliari a Roma

Il piccolo paziente di soli 6 giorni di vita è a bordo di un Falcon 50 del 31° Stormo dell’Aeronautica Militare

Schermata 05-2457892 alle 22.37.44

Roma, 18 maggio 2017 – Un Falcon 50 dell’Aeronautica Militare, proveniente da Cagliari, in prima serata in volo verso l’aeroporto di Ciampino con a bordo un bimbo di soli 6 giorni in imminente pericolo di vita e in attesa di cure urgenti presso l’ospedale “Bambino Gesù” di Roma.

La sala situazioni di vertice del comando squadra aerea dell’Aeronautica Militare ha disposto il decollo di uno degli equipaggi in prontezza H24 per questo genere di esigenze su richiesta della prefettura di Cagliari.

Presso l’aeroporto del capoluogo sardo il paziente è stato imbarcato sul velivolo militare a bordo di una speciale culla termica insieme ad un’equipe medica che lo assiste durante il volo e fino all’arrivo a Ciampino. Una volta arrivato presso lo scalo romano è stato trasferito a bordo di una ambulanza presso l’ospedale pediatrico.

Il velivolo Falcon 50 è partito e farà rientro a Ciampino, sede del 31° Stormo, dove prestano servizio gli equipaggi di pronto impiego.

Equipaggi e velivoli da trasporto dell’Aeronautica Militare sono pronti giorno e notte per assicurare, laddove richiesto e ritenuto necessario per motivi di urgenza, il trasporto sanitario di persone in imminente pericolo di vita. Sono migliaia ogni anno le ore di volo effettuate dai velivoli del 31° Stormo di Ciampino, dal 14° Stormo di Pratica di Mare e dalla 46ª Brigata Aerea di Pisa, assetti sempre in prima linea in caso di emergenza.

© All rights reserved
Fonte e immagine: Aeronautica Militare
___________________________________________

Psicologia 3.0 al servizio dell’esercito

Concluso a Roma il 2° workshop degli psicologi e medici psichiatri militari per valutare le potenzialità delle nuove metodiche e tecnologie

 2^Workshop di psicologia e psichiatria militare

Roma, 18 maggio 2017 – Sulla scia dei risultati positivi del 1° workshop di psicologia e psichiatria militare dello scorso anno, dal 16 al 18 maggio si è svolto a Roma, presso il Comando Supporti Logistici, il 2° workshop dal titolo “Psicologia 3.0. Policy e tecnologie innovativo a servizio della Forza Armata”, che ha visto la partecipazione di tutti gli psicologi e medici psichiatri dell’Esercito insieme a illustri rappresentanti del mondo accademico e professionale. Scopo dell’attività è cercare di finalizzare e valutare il contributo che la psicologia e la psichiatria possono fornire ai militari, in particolare nell’ambito della gestione delle risorse umane (selezione, orientamento e formazione) e in quello clinico.

Nelle prime due giornate i partecipanti sono stati suddivisi in gruppi di lavoro, incaricati di sviluppare, sulla base delle proprie esperienze professionali nell’Esercito, specifiche tematiche di applicazioni della psicologia e della psichiatria in ambito militare. Tematiche che hanno un importante impatto su vari ambiti specialistici, dalla selezione all’impiego operativo, dall’addestramento all’aspetto clinico riabilitativo, tutti fondamentali per il benessere individuale ed organizzativo, con particolare attenzione alla sempre più frequente partecipazione di militari a operazioni di soccorso alle popolazioni colpite da calamità naturali.

Un momento di lavoro al 2^Workshop di psicologia e psichiatria militare

I risultati dei lavori sono stati presentati nella giornata conclusiva del workshop alla presenza del sottocapo di Stato Maggiore dell’Esercito, generale di corpo d’armata Claudio Mora, dei vertici della Forza Armata e di importanti professionalità del campo scientifico e accademico.

Tali risultati hanno confermato l’opportunità di una sinergia funzionale tra le diverse fasi che accompagnano il ciclo operativo e la vita del soldato, dal suo reclutamento al recupero psicofisico, dalla salute individuale a quella del contesto sociale di appartenenza.

In tale ambito, i professionisti del settore psicologico e psichiatrico dell’Esercito sono chiamati a essere preziosi interpreti delle mutevoli esigenze specialistiche del comparto Difesa.

Psicologi e medici psichiatri militari al 2^Workshop di psicologia e psichiatria militare 1

Il workshop è stata l’occasione per esplorare nuovi strumenti scientifici di valutazione ed esplorazione delle caratteristiche individuali, attitudinali e personologiche. Particolare rilevanza è stata data alle recenti ricerche scientifiche sulla “plasticità cerebrale”, sviluppate dal professore emerito dell’Università della California Michael M. Merzenich, che nel suo intervento ha evidenziato le potenzialità che le neuroscienze, applicate al miglioramento della performance individuale e di gruppo, possono fornire all’organizzazione militare, con particolare riferimento allo sviluppo delle capacità operative del soldato e all’eventuale recupero delle funzioni cognitive, sensoriali e motorie danneggiate conseguentemente all’esposizione a eventi traumatici con interessamento del sistema nervoso centrale o periferico.

A chiusura dei lavori, il generale Mora ha ringraziato tutti i partecipanti per l’impegno profuso nella realizzazione del worhshop e l’attenzione posta sull’individuo come risorsa centrale e pietra basilare dell’organizzazione Esercito. “L’uomo – ha concluso il sottocapo di stato maggiore dell’Esercito – è alla base di tutto. Riconoscere la centralità del soldato significa credere che una Forza Armata moderna e competitiva sia frutto di una attenzione costante nelle varie fasi della vita di un militare“.

 Il Generale di Corpo d'Armata Claudio Mora al 2^Workshop di psicologia e psichiatria militare

Durante i lavori è stato anche presentato il neo costituito ufficio di psicologia militare dello Stato Maggiore dell’Esercito che avrà il compito di coordinare e promuovere il lavoro di tutti i professionisti del settore psicologico e psichiatrico, garantendo quelle sinergie fondamentali al conseguimento degli obbiettivi della Forza Armata.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Stato Maggiore Esercito
______________________________________________

Un infopoint dell’Esercito al 65° raduno nazionale dei Bersaglieri a Pescara

Foto di repertorio cme

L’Aquila, 18 Maggio 2017 – Il Comando Militare Esercito “Abruzzo”, nel contesto del 65° raduno nazionale dei Bersaglieri in Pescara, allestirà un Infopoint nei giorni di sabato 20 e domenica 21 maggio 2017 in piazza della Rinascita. Presso tale punto informazioni i ragazzi interessati troveranno personale in grado di fornire ogni notizia utile in merito alle varie possibilità di arruolamento offerte dalla Forza Armata.

© All rights reserved
Fonte e immagine: Comando Militare Esercito “Abruzzo”
________________________________________________________

La delegazione della Mine Action Support Group sulla Blue Line con i militari italiani

L_Ambasciatore Inigo Lambertini e il Gen.B. Olla

Shama (Libano), 18 maggio 2017 – Si è conclusa ieri, presso la base italiana delle Nazioni Unite in Shama, la visita della delegazione del Mine Action Support Group (MASG) guidata dall’ambasciatore Inigo Lambertini, vice rappresentante della missione permanente dell’Italia presso le Nazioni Unite in New York. Il MASG ha come obiettivo il coordinamento dei programmi nazionali tesi a promuovere le attività di sminamento e prevenzione alla minaccia degli ordigni, attraverso il supporto finanziario e informativo. Dal gennaio 2016 la presidenza di tale organo, a rotazione biennale, è italiana.

In due giorni di visita la delegazione ha avuto occasione di conoscere attraverso un briefing informativo a cura del comandante della Joint Task Force – Lebanon, gen. b. Francesco Olla, le attività che quotidianamente svolge il contingente italiano finalizzate allo sminamento di vaste aree nel Libano del Sud.

Il briefing informativo

Questa mattina, in particolare, la delegazione ha visitato la base avanzata “UN-P 1-31”, dove i militari italiani del Reggimento “Lancieri di Montebello” (8°) svolgono quotidianamente il pattugliamento e il monitoraggio della Blue Line, la linea di demarcazione dettata dalle Nazioni Unite il 7 giugno del 2000, nonché garantiscono la force protection alle unità del contingente internazionale di UNIFIL predisposte allo sminamento dell’area di confine, nel rispetto della Risoluzione del consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite n.1701 del 2006.

I militari dell’operazione “Leonte XXII”, oggi su base Brigata “Granatieri di Sardegna”, hanno in questo ambito concluso recentemente un ciclo di attività informative, a favore della popolazione locale, mirate ad accrescere la consapevolezza del pericolo che alcune aree rappresentano e il comportamento da adottare in caso di ritrovamento di una mina.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Contingente italiano nel Libano del sud
___________________________________________________________

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa e Cooperazione Internazionale

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade