Archivi del giorno: febbraio 10, 2017

L’esercito racconta l’esercito con le immagini di Giuseppe Tarantino

reportagesercito-copertina

Roma, 10 febbraio 2017 – ‘ReportagEsercito’ di Giuseppe Tarantino è un saggio fotografico sullo strumento terrestre il cui punto di forza è proprio lo sguardo dell’autore, militare come i soggetti ritratti nelle immagini che illustrano l’impegno dell’Esercito Italiano quale risorsa per il Paese.

Il focus della narrazione non sono (solo) le missioni ma (soprattutto) quella che ne è l’indispensabile premessa, cioè l’identità militare che guida l’agire dei soldati, fissata oltre l’istante da “ritratti d’azione”, ovvero fotografie talvolta “catturate” talvolta studiate nei particolari, che mostrano da un preciso punto di vista, quello dei protagonisti stessi, cosa significa scegliere di servire in armi la Patria oggi come ieri indossando l’uniforme dell’Esercito Italiano.

Conclude il volume una breve analisi del rapporto tra organizzazione militare e narrazioni visuali, ovvero come le Forze Armate, e in particolare l’Esercito, utilizzano la fotografia per raccontare se stesse sia ai loro effettivi sia all’opinione pubblica, per favorire senso e consenso da parte, rispettivamente, degli uni e degli altri.

© All rights reserved
____________________

Carabinieri: il comandante Del Sette incontra gli atleti dell’Arma

Sul palco il Presidente del CONI e grandi campioni del passato

 img_1853

Roma, 10 febbraio 2017 – In mattinata, presso il comando delle unità mobili e specializzate “Palidoro”, il comandante generale dell’Arma Tullio del Sette, il presidente del CONI Giovanni Malagò e il presidente del comitato italiano paralimpico Luca Pancalli hanno incontrato gli atleti e i paratleti del Centro Sportivo Carabinieri, che con l’accorpamento del Corpo Forestale dello Stato rappresenta uno dei maggiori gruppi sportivi a livello nazionale.

All’evento hanno presenziato grandi campioni del centro sportivo, tra i quali l’app. Arianna Errigo, schermitrice detentrice della Coppa del Mondo di Fioretto, il car. sc. Matteo Marconcini, judoka vincitore della medaglia d’argento alle olimpiadi di Rio 2016, il car. sc. Luca Dotto, nuotatore campione europeo dei 50 m. stile libero, e “vecchie glorie” dello sport  dell’Arma e del Corpo Forestale, tra cui le fondiste di sci nordico Stefania Belmondo, due volte campionessa olimpica e quattro campionessa del mondo e Manuela Di Centa, due volte campionessa olimpica e vincìtrice di due coppe del mondo,  il ciclista Andrea Collinelli campione olimpico in pista e gli schermidori Mauro Numa due volte campione olimpico  e quattro campione del mondo e Michele Maffei campione olimpico e del mondo.

L’incontro è stato preceduto dall’inaugurazione della nuova palestra destinata alla scherma, con l’esibizione di alcuni schermidori, e dalla presentazione del progetto del nuovo impianto di atletica leggera che, interamente finanziato dal CONI e collocato all’interno della caserma “Salvo D’Acquisto”, sarà messo a disposizione degli atleti dell’Arma e dei gruppi sportivi esterni. Il progetto è frutto dell’accordo quadro di collaborazione tra l’Arma e il Comitato Olimpico, sottoscritto il 2 aprile 2015 e finalizzato al sostegno dei programmi del Centro Sportivo Carabinieri e alla promozione della cultura sportiva.

Nell’occasione il generale Del Sette ha espresso ai convenuti il suo compiacimento per i lusinghieri risultati ottenuti, frutto di un allenamento fatto di sacrificio, di disciplina e di passione, quegli stessi valori che animano l’azione quotidiana dei Carabinieri, in ogni contrada d’Italia, cosi come fuori dai confini nazionali, e ha ribadito l’impegno dell’Arma per la promozione dello Sport. Il presidente Pancalli ha sottolineato la grande possibilità data agli atleti paralimpici di esprimersi attraverso lo sport ringraziando per questo l’Arma e il presidente Malagò ha dato atto della grande progettualità messa in campo dai Carabinieri per far crescere lo sport italiano.

img_1829

IL CENTRO SPORTIVO CARABINIERI

Il Centro Sportivo Carabinieri, costituito nel 1964, si articola, a seguito della confluenza dall’1 gennaio 2017 del gruppo Sportivo del Corpo Forestale dello Stato, in 11 sezioni: atletica (Bologna), arti marziali, nuoto, scherma, pentathlon moderno, triathlon e ciclismo, tiro a segno/a volo ed equitazione (Roma), sport invernali (Selva di Val Gardena – BZ – e Auronzo di Cadore – BL), canoa fluviale (Carpanè – VI), canottaggio e canoa olimpica (Sabaudia – LT), pugilato (Castel Volturno – CE). Vi è poi la sezione di paracadutismo sportivo (Livorno) che dipende direttamente dal 1° Reggimento Carabinieri Paracadutisti “Tuscania”.

Per i paratleti nel 2014 lo Stato Maggiore della Difesa ha creato una sezione di “Promozione e Sviluppo dell’Attività Sportiva per il Personale Disabile della Difesa”. Il progetto è rivolto ai militari iscritti nel ruolo d’onore ed ai parzialmente idonei al servizio militare incondizionato, affetti da disabilità (anche non a causa di servizio) riconducibili alle categorie paralimpiche. 

© All rights reserved
Fonte e immagini: Arma dei Carabinieri
__________________________________


Esercito: vespro solenne alla Cecchignola

FOTO 4 - Dono Libro

L’Aquila, 10 febbraio 2017 – Il giorno 9 febbraio 2017, presso la Scuola Allievi Cappellani Militari in Roma-Cecchignola, l’ordinario militare per l’Italia sua eccellenza reverendissima monsignor Santo Marcianò, ha officiato la sacra funzione pomeridiana del Vespro in occasione del 33° Anniversario della proclamazione di San Giovanni da Capestrano a patrono dei cappellani militari di tutto il mondo.

L’evento, organizzato dal comandante militare dell’Esercito per l’Abruzzo, gen. b. Rino De Vito, ha offerto un valido spunto di meditazione sulla straordinaria figura religiosa e militare di San Giovanni da Capestrano, patrono dei cappellani militari di tutto il mondo e santo patrono dell’Ungheria, ma anche, come riportato nella proposta formulata da padre Costantino Vico, per la proclamazione a celeste universale patrono dei cappellani militari cattolici nel mondo, “… confessore, sacerdote, giurista, soldato, condottiero, esempio mirabile di fedeltà al Papato, fulgido eroe delle più sante battaglie, invitto trionfatore nel Nome di Gesù contro il turco minacciante la Civiltà Cristiana e dell’Europa”.

Una figura completa a 360 gradi dalla quale trarre utili insegnamenti, ancora validi e attuali. Il gen. b. De Vito ha anche sottolineato l’attività realizzata in Abruzzo il 23 ottobre 2016, in occasione dell’apertura della porta della misericordia e giubileo dei cappellani, dei militari e del personale del comparto sicurezza. Tale occasione si è rivelata propizia per rafforzare i rapporti che intercorrono tra la popolazione e le autorità religiose, militari e civili della regione.

Erano presenti anche alcuni ufficiali ungheresi, polacchi e spagnoli con i relativi familiari ai quali il gen. b. De Vito ha fatto dono, tra l’altro, del CalendEsercito 2017.

Monsignor Marcianò ha avuto vive parole di apprezzamento per il signor ca. SME, gen. c. a. Danilo ERRICOerrico, precisando “… che è stato l’unico capo di F.A. che si è schierato a favore dell’ Ordinariato Militare.

All’evento, che riguardava la 11^ Zona Pastorale “Abruzzo e Molise”, hanno presenziato i relativi comandanti territoriali dell’Esercito e dei corpi armati dello Stato.

Tutti i presenti sono stati invitati, dal gen. De Vito e dal sindaco di Capestrano (AQ), dott. Antonio D’Alfonso, a fare una visita in Abruzzo quanto prima e, comunque, il 23 ottobre prossimo alla festa di Capestrano (AQ) e del suo patrono San Giovanni.

FOTO2 - Foto di Gruppo

Infine, il gen. b. De Vito ha donato al rettore del seminario militare, don Maurizio Ferri, il Crest del proprio comando, una riproduzione del soffitto ligneo settecentesco della Basilica di San Bernardino di L’Aquila, recentemente ristrutturata, e un libro dal titolo “L’AQUILA. Una città d’arte da salvare”, finalizzato a far comprendere il perché è importante ricostruire quanto prima L’Aquila e i suoi splendidi dintorni. Entrambe le opere sono edite dalla Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia dell’Aquila.

Con questo contributo attivo alla ricostruzione, intesa nella sua accezione più ampia, dell’Abruzzo in generale e dell’Aquila in particolare, il gen. b. De Vito ha ringraziato i presenti e ha concluso il suo intervento.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Comando Militare Esercito Abruzzo
______________________________________________________

OpinioniWeb-XYZ

Opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Ornitorinco Nano

Blog musicale personale

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

Rassegna di analisi, ricerche e studi sulle relazioni internazionali nel Mar Mediterraneo

Rassegna Stampa Militare

News e Foto su Difesa e Cooperazione Internazionale, di Antonio Conte | Edito da 08/2009

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade