Annunci

Archivi del giorno: dicembre 10, 2015

Napoli: notte di violenza in attesa della partita di calcio tra la squadra azzurra e il Legia Varsavia

Napoli, 10 dicembre 2015 – E’ di 11 feriti tra le forze dell’ordine e di 3 tifosi polacchi medicati in ospedale il bilancio della notte di violenza vissuta a Napoli in attesa della partita di calcio tra la squadra azzurra e il Legia Varsavia, valevole per l’Europa League e in programma stasera alle 19 presso lo stadio San Paolo.

Un paio gli scontri tra i supporter delle due compagini: il primo nella zona di Capodichino nel corso del quale sono stati arrestati sette napoletani e due bulgari, tifosi alleati con il Napoli e avversari del Legia Varsavia. Il secondo episodio in piazza Garibaldi: qui sono stati sette i tifosi polacchi arrestati e tre quelli denunciati. Sedici, quindi, gli arresti mentre sono 65 le persone condotte in Questura per essere identificate e fotosegnalate e per le quali la posizione è ancora al vaglio degli inquirenti.

Contestualmente, sempre in piazza Garibaldi lato via Marina, quattro napoletani che viaggiavano a bordo di una Mercedes sono stati aggrediti da un gruppo di polacchi: l’auto è stata incendiata e uno dei passeggeri è stato picchiato.

I reati ipotizzati per gli arrestati sono: rissa aggravata, resistenza a pubblico ufficiale, lesioni, danneggiamento e porto di oggetti atti a offendere. A uno soltanto degli indagati viene contestato anche il fatto di avere con sé un coltello con la lunghezza della lama non consentita dalla legge.

Polizia e carabinieri hanno, inoltre, sequestrato una serie di materiale proibito come mazze, spranghe, mefisti, ma nel corso delle perquisizioni non sono state rinvenute armi.

Nello specifico, i feriti sono nove poliziotti del Reparto mobile della Questura di Napoli ai quali sono state riscontrate delle contusioni; un agente del Commissariato San Paolo raggiunto da un petardo che ha schivato il casco protettivo raggiungendolo al viso; un carabiniere contuso e intossicato dai gas esplosi dai polacchi e tre tifosi del Legia Varsavia, le cui condizioni di salute non destano preoccupazione.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Polizia di Stato
Annunci

W la Naja, il libro di Sebastiano Genovese, per ricordare un anno di goliardia e di fratellanza

 
Roma, 10 dicembre 2015 – E’ uscito nei giorni scorsi il libro in formato e-book (kindle) di Sebastiano Genovese, W la Naja (Cavinato Editore).
Avete mai visto qualche foto raffigurante giovani durante il servizio militare obbligatorio? Noterete sicuramente le espressioni di gioia e divertimento nei volti, non si vedono mai facce buie o visi rattristati.
W la Naja è un diario dell’anno di servizio militare obbligatorio di Sebastiano Genovese, un diario di ricordi, dove tutti coloro che hanno fatto la naja ci si possono identificare, ricordare e sorridere.
Ricordare la vestizione, il servizio di guardia, gli scherzi, i personaggi strani o meno strani che gravitavano in caserma.
 
Il libro è rivolto a tutti coloro che hanno amato quel periodo, a tutti quelli che lo ricordano con nostalgia, senza rancore. Non è stato un anno sprecato, un anno buttato via, forse l’ultimo anno in cui un uomo è stato veramente spensierato, i veri problemi della vita sono cominciati dopo. Son sempre più le persone che tramite i social network si ritrovano, o semplicemente ricordano con gioia quell’anno, le associazioni d’arma aumentano gli iscritti.
Il libro vuole risaltare l’aspetto goliardico, le grandi amicizie che si si sono formate durante quel periodo, così come pure l’aspetto educativo mai riconosciuto da parte di alcuni mass media e da parte di quella società che ha sempre contrastato l’anno di militare.
 
L’autore
Sebastiano Genovese è nato a Palermo il 16/10/1959, è residente a Segrate e di professione fa il fisioterapista. Ha fatto il militare nell’82/83 nel 2 btg Granatieri meccanizzato Cengio.
Il libro, di 114 pagine, è in vendita a 5,99 euro su Amazon, per comprarlo cliccare la copertina.
© All rights reserved
 

XV edizione Premio Padre Pio da Pietralcina

Morcone (BN), 10 dicembre 2015 – Pronto al via il Premio “Padre Pio da Pietrelcina”, voluto dall’Associazione Amici di Padre Pio in collaborazione con la Parrocchia di Morcone (BN) e l’amministrazione Comunale di Morcone, con il patrocinio della Regione Campania. Il premio-dono, così definito, è nato per omaggiare questo gigante di santità e di umanità, e vuole essere una sorta di invito, da offrire a tutti gli uomini di buona volontà che si sono prodigati, per professionalità o per spirito di iniziativa, a dare un po’ di calore al prossimo. L’iniziativa non si pone quale celebrazione della persona, quindi non vuole essere una serata di gala, ma un momento di incontro dove persone conosciute, alla stregua di quelle meno conosciute, portano la loro esperienza di vita. il migliore dei modi per onorare con l’esempio dell’etica e dell’agire la santità del Frate Francescano.

La manifestazione, si svolgerà, quest’anno in due giorni, Venerdì 11 e Sabato 12 Dicembre 2015, presso l’Auditorium San Bernardino nel Comune di Morcone (BN). Agli ospiti sarà consegnata una scultura bronzea, opera realizzata dalla Fonderia Nolana Del Giudice di Nola.

L’evento, alla sua quindicesima edizione, vedrà premiati personaggi del mondo religioso, delle istituzioni civili e militari, dello sport, dello spettacolo, della scienza, dell’arte, dell’imprenditoria, della cultura e del volontariato: Giovanni Malagò (presidente CONI), Demo Morselli (artista), Fabio Campoli, prof. Giovanni Ambrosino, Angela Ciccone, Centro Socio Educativo “dr. Tirino Sebastiano”, col. Franco Merlino, col. Alessandro Albamonte, Marcos Vinicius, mr. Gennaro Contaldo (Londra), Orio Buffo, gen. Luigi Francesco De Leverano, Giovanni Allevi (regione Campania), 

Elena Sofia Ricci (vescovo e P. Marciano Morra), s. ecc. mons. Domenico Sigalin, 

E il riconoscimento alla docente Giuseppina Pascarella.

Le due serate saranno presentate e coordinate da Simona Rinaldi, Paky Arcella, Filomena Pisani e Filomena Marino.

Quest’anno il premio è dedicato alla Divina Misericordia, Speciale Anno Santo Straordinario indetto da Papa Francesco.

Oltre ai premiati vi saranno interventi di artisti rinomati che allieteranno la serata e che con le loro performance daranno ancora piùsignificato all’iniziativa che è quella di un incontro delle coscienze nella semplicità: il quartetto ArtEnsembleMotherOrchestra diretto dal M° Maurizio Mune, il cantante Rino Oliva, il poeta Achille Vesce e l’attore Gabriele Blair.

Cogliamo lo sprone dell’amato Padre Pio che ci convoca per condividere la vera gioia che viene da Gesù Cristo.

Voglio …Invitarvi ad aprire il Vostro cuore alla fiducia in Dio, a riconoscere i divini benefizi usatavi dalla grazia di Gesù ed infine per indurvi a ringraziare con me la Misericordia del Padre Celeste.” (Padre Pio da Pietrelcina)

Associazione Amici di Padre Pio Onlus 

© All rights reserved
Fonte: Comando Forze di Difesa Interregionale Sud SM

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa e Cooperazione Internazionale

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade