Annunci

Archivi del giorno: dicembre 3, 2015

Nuovo spot della Polizia, “Rispetta le REGOLE, Vinci la VITA” (video)

 

Roma 3 dicembre 2015 – “Vedete ragazzi, in questo campo di calcio non si impara soltanto a giocare ed eventualmente a vincere ma anche, e soprattutto, a vivere” con queste parole Marcello Lippi – testimonial d’eccezione della campagna “Rispetta le REGOLE, vinci la VITA” apre lo spot sulla sicurezza stradale che verrà proiettato in tutti gli stadi di serie B e diffuso dalla tv nazionali a partire dal 12 dicembre.

E’ il grande progetto di educazione alla sicurezza stradale presentato il 3 dicembre al Viminale dalla Polizia Stradale, la Lega Nazionale Professionisti Serie B e l’Associazione Lorenzo Guarnieri Onlus.

L’idea è stata quella di creare un video di immediato impatto con immagini di facile comprensione, facendo un parallelo tra il campo e la strada, evidenziando quanto il rispetto delle regole porti ad un buon risultato sportivo, così come ad un comportamento di guida sicuro.

L’automobilista che passa con il semaforo rosso e un giocatore che fa un fallo all’avversario; due conducenti che si insultano dopo un tamponamento e una rissa tra calciatori in campo; una paletta del poliziotto che si alza e un cartellino rosso dell’arbitro. La metafora dello stadio con la strada è suggestiva ma – come sottolinea Marcello Lippi – “sul campo si rischia al massimo una sconfitta e non la vita”.

Lo spot sarà diffuso, grazie alla partnership con Lega B e B Solidale Onlus, sui campi di calcio di Serie B dal 12 dicembre al 30 gennaio su canali social, televisivi e radiofonici. Il materiale potrà poi essere usato per campagne promozionali nelle scuole, nelle società sportive giovanili professionistiche e dilettanti grazie al lavoro della Polizia Stradale e dell’Associazione Lorenzo Guarnieri Onlus.

E’ stato possibile completare il progetto grazie, va ribadito, al prezioso e generoso aiuto di Marcello Lippi, che ha prestato la sua immagine, ed a Tiziano Ferro la cui casa discografica ha concesso i diritti della canzone “Lo stadio”.

Lo spot è stato realizzato dalla regista Silvia Mattioli.

Combinare sport e sicurezza stradale è una chiave importante per educare i ragazzi a comportamenti corretti sulla strada e allo stesso modo per sensibilizzare gli adulti. Il legame principale sta nel fatto che nello sport, come nella strada, esistono delle regole e rispettarle, non solo fa parte del gioco, ma aiuta a vincere. Sul campo si vincono le partite, sulla strada si vince la vita, il bene più prezioso che abbiamo” dichiara Stefano Guarnieri vice-presidente della Onlus associazione Lorenzo Guarnieri impegnata da tempo nel campo della sicurezza stradale.

“Le regole nel calcio, le regole sulla strada… un binomio che offre l’opportunità di continuare nell’opera di sensibilizzazione degli utenti della strada sull’importanza del rispetto delle regole in ogni campo. Una condotta di guida corretta costituisce è un elemento fondamentale per per prevenire il rischio di incidenti. Per raggiungere questo obiettivo è necessario un impegno a 360 gradi: nella prevenzione, nei controlli, nell’informazione, per promuovere un nuovo approccio culturale di legalità sulle strade. Non si tratta solo di evitare la sanzione, in gioco vi è un interesse certamente superiore: la nostra e l’altrui sicurezza” ha commentato il capo della Polizia prefetto Alessandro Pansa.

Presente alla conferenza anche Marisa Grasso, vedova dell’ispettore Raciti ucciso dieci anni fa mentre faceva ordine pubblico prima di una partita a Catania, a dimostrazione che il tema della sicurezza e della legalità è un tema attuale che tocca molti aspetti della vita di ognuno di noi: dalla strada, alle manifestazioni sportive, al terrorismo.

A partire dal 12 dicembre inizierà anche una raccolta fondi con SMS solidale a favore dell’Associazione Lorenzo Guarnieri per finanziare iniziative educative in ambito sportivo e scolastico e aiutare strutture che trattano traumi gravi generati, nella maggior parte dei casi da violenza stradale.

© All rights reserved
Fonte, immagini e video: Polizia di Stato

Annunci

Video completo sul despolettamento, messa in sicurezza e brillamento dell’ordigno bellico rinvenuto a Terni

Terni, 3 dicembre 2015 – Ieri mattina gli artificieri dell’Esercito del 6° reggimento Genio pionieri di Roma, dopo l’operazione di evacuazione dei residenti, hanno rimosso e distrutto le spolette, hanno portato in sicurezza l’ordigno bellico in una cava in località San Pellegrino dove è stato fatto brillare.

Alle ore 16.02 si è conclusa l’operazione, che ha visto la perfetta sinergia tra l’Esercito, la prefettura, le forze di polizia e il comune di Giove, garantendo così la massima sicurezza per i residenti e recando il minor disagio possibile ai viaggiatori.

Di seguito il video dell’operazione

© All rights reserved
Fonte e video: Stato Maggiore dell'Esercito

Biella: Carabinieri sgominano banda di rapinatori cinesi

I rapinatori avevano legato in casa due bambine per portar via la cassaforte dei loro genitori

carabinieri

Biella, 3 dicembre 2015 – Dopo più di 2 mesi di ininterrotte indagini, i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Biella, assistiti dalla locale Procura della Repubblica, hanno sgominato una banda di 3 rapinatori cinesi che il 9 settembre 2015 aveva commesso una rapina a Gaglianico (BI) a danno di una famiglia di loro connazionali.

Dopo essersi introdotti furtivamente nella loro abitazione hanno sequestrato le 2 figlie minorenni, sole in casa, legandole con dei cavi, prima di portar via la cassaforte di famiglia contenente decine di migliaia di € e un notevole quantitativo di gioielli antichi in oro. Sono stati localizzati e catturati a Roma e Firenze.

© All rights reserved
Fonte: Arma dei Carabinieri
(Comando Provinciale di Biella)

Soveria Mannelli (CZ): Carabinieri ritrovano due adolescenti dispersi sul Monte Reventino

Soveria Mannelli (CZ), 3 dicembre 2015 – Ieri sera i Carabinieri della Compagnia di Soveria Mannelli hanno ritrovato due ragazzi, di 15 e 16 anni, che si erano smarriti sul Monte Reventino.

Erano da poco passate le 18 di ieri quando giunge alla centrale della Compagnia di Soveria Mannelli una chiamata di soccorso da parte di un giovane residente di Decollatura che dichiarava di essersi smarrito insieme ad un suo coetaneo mentre erano in bici in escursione sulle alture del Monte Reventino.

Raccolte alcune parziali e generiche informazioni dal minore, il militare addetto alla centrale operativa ha attivato le ricerche dei due minorenni con tutte le pattuglie presenti sul territorio.

Le operazioni, rese difficili per la totale oscurità che avvolgeva tutta l’area montuosa circostante, caratterizzata da infinite strade sterrate, mulattiere e sentieri, si sviluppano all’incirca per tre ore continuative. I due ragazzi, cui veniva chiesto di prestare ascolto con attenzione al suono delle sirene attivate dalle pattuglie allo scopo di correggere e dirigere meglio la loro rotta, sono restati nel frattempo fermi sul posto, mostrando per telefono anche un certo sentimento di sconforto per la situazione di stallo che si era venuta a creare.

Dopo numerosi tentativi, i due ragazzi alla fine sono stati ritrovati in una località isolata impervia addirittura del comune di Conflenti, abbastanza distante dalla vetta del Monte Reventino da cui erano partite le ricerche.

I minori sono stati quindi recuperati, insieme alle loro bici, e ricongiunti ai propri genitori che attendevano con normale apprensione l’esito positivo delle operazioni. Visitati al Pronto soccorso dell’ospedale di Soveria Mannelli, i ragazzi sono stati riscontrati in buono stato di salute, benché ovviamente infreddoliti per la prolungata esposizione alle temperature basse della stagione a quelle altitudini (3°-6° ad altezza di circa 1.000 mt s.l.m.).

© All rights reserved
Fonte e immagine: Arma dei Carabinieri
(Compagnia di Soveria Mannelli - CZ)

UNIFIL: incontro con gli ambasciatori dei P5 e dei paesi contributori alla missione

Il generale Portolano con gli ambasciatori dei P5 e dei paesi contributori alla missione

Naqoura, 03 dicembre 2015 – Nella giornata di ieri, il generale di divisione Luciano Portolano, Head of Mission e Force Commander di UNIFIL, ha convocato e presieduto, a Beirut, un nuovo incontro con con gli ambasciatori dei Paesi membri permanenti del Consiglio di Sicurezza, dell’Unione Europea e dei Paesi contributori di peacekeepers alla missione ONU nel Libano Meridionale. Tra i partecipanti anche il coordinatore speciale delle Nazioni Unite per il Libano (UNSCOL).

L’evento, che rientra nell’ambito delle iniziative volte a rafforzare la cooperazione per la piena attuazione e implementazione della Risoluzione 1701, ha dato l’opportunità ai partecipanti di ricevere un aggiornamento circa la situazione politica nazionale, le attività operative condotte dai caschi blu in coordinazione con le Forze Armate Libanesi (LAF) e lo stato di avanzamento dello strategic dialogue, meccanismo finalizzato a rendere le LAF autonome nel controllo del Libano Meridionale attraverso un programma di aiuti, progetti e donazioni.

 Il generale Portolano in apertura dell'incontro con gli ambasciatori dei P5 e dei paesi contributori alla missione

Il generale Portolano in apertura dell’incontro con gli ambasciatori dei P5 e dei paesi contributori alla missione

In un siffatto contesto regionale, in continua evoluzione, e nonostante la precaria situazione politica interna, dovuta al  vacuum presidenziale, l’area di responsabilità di UNIFIL continua a rimanere stabile” lo ha detto il generale Portolano ricordando come tale traguardo sia “frutto dello sforzo congiunto di tutti gli attori in campo, tra cui le Forze Armate e di Sicurezza Libanesi, le autorità politiche e religiose e la popolazione locale”.

Il mantenimento dei risultati finora raggiunti – ha continuato il generale – richiede l’impegno quotidiano, in chiave sinergica, di UNIFIL e di tutti i suoi partners. Solo in quest’ottica sarà  possibile affrontare con successo la molteciplicità e la complessità delle sfide attuali e future”.

A conclusione dell’incontro, il Generale Portolano ha espresso la propria gratitudine alle autorità diplomatiche intervenute per il costante supporto alla Missione che testimonia l’attenzione della Comunità Internazionale nei confronti di questa delicata area geografica.

© All rights reserved
Fonte e immagini: United Nations Interim Force in Lebanon Headquarters

Scramble per intercettare un Falcon 900. L’aeronautica militare decolla per la sicurezza dei cieli.

Decollo immediato (scramble) per due caccia dell’Aeronautica Militare per intercettare aereo privo di comunicazioni radio con gli enti del traffico aereo.

eurofighter

Due caccia Eurofighter dell’Aeronautica Militare, stamattina intorno alle ore 08:00, hanno effettuato uno scramble (decollo immediato) per intercettare un Falcon 900 che aveva perso il contatto radio con gli enti del controllo. L’aereo decollato dall’aeroporto di Atene e diretto a Londra ha perso il contatto radio per motivi tecnici.

I velivoli intercettori del 4° Stormo di Grosseto, in servizio di allarme sul territorio nazionale, dopo aver ricevuto l’ordine di decollo si sono immediatamente alzati in volo per identificare il velivolo e, dopo che i contatti radio sono stati ristabiliti sono rientrati alla base.

L’Aeronautica Militare assicura la sorveglianza dello spazio aereo nazionale 365 giorni all’anno, 24 ore su 24, con un sistema di difesa integrato, fin dal tempo di pace, con quello degli altri Paesi appartenenti alla NATO. Il servizio è garantito dal 36° Stormo di Gioia del Colle, dal 4° Stormo di Grosseto e dal 37° Stormo di Trapani con velivoli caccia Eurofighter.

© All rights reserved
Fonte e immagine: Aeronautica Militare

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa e Cooperazione Internazionale

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade