Annunci

Archivi del giorno: ottobre 10, 2015

Il generale Errico saluta il nuovo addetto per la Difesa all’ambasciata dell’Iran

Il generale Danilo Errico saluta il colonnello Davood Ramezani, nuovo addetto per la Difesa all’ambasciata della Repubblica Islamica dell’Iran a Roma

Il generale Danilo Errico e il colonnello Davood Ramezani

Il generale Danilo Errico e il colonnello Davood Ramezani

Roma, 10 ottobre 2015 – ​Il capo di Stato Maggiore dell’Esercito, generale di corpo d’armata Danilo Errico, ha accolto ieri a Palazzo Esercito, il colonnello Davood Ramezani, nuovo addetto per la Difesa, l’Esercito, la Marina e l’Aeronautica presso l’Ambasciata della Repubblica Islamica dell’Iran a Roma.

Il colonnello Ramezani sostituisce il colonnello Ahmad Azar Bahram che è stato ricevuto a Palazzo Esercito nel luglio scorso prima di far rientro in Iran.

Il generale Errico, durante la breve visita di presentazione, ha dato il benvenuto al nuovo addetto per la Difesa iraniano, augurandogli un buon lavoro e una buona permanenza nel nostro Paese.

© All rights reserved
Fonte e immagine: Stato Maggiore dell'Esercito
Annunci

Militari dell’Esercito conseguono l’abilitazione anfibia

Brindisi, 10 ottobre 2015 – Si è concluso l’11° Corso Integrativo di Abilitazione Anfibia, durato quattro settimane ed articolato in due fasi, dove 58 militari dell’Esercito, appartenenti al reggimento lagunari “Serenissima”, al 17° reggimento artiglieria controaerea “Sforzesca” e al 3° reggimento genio guastatori, unità dell’Esercito Italiano inserite nella “Capacità Nazionale di Proiezione dal Mare” (CNPM), hanno conseguito l’abilitazione anfibia

La prima fase si è svolta presso il reggimento Lagunari, dove sono state condotte lezioni teorico-pratiche di addestramento elicotteristico, come la discesa con la tecnica del fast rope e la discesa in corda doppia dalla torre di ardimento. La seconda fase si è svolta a Brindisi a bordo della Nave San Giusto.

In questa fase il personale dell’Esercito ha  acquisito le tecniche per l’impiego a bordo delle navi, dei mezzi da sbarco e dei mezzi anfibi (AAV7). Sono stati effettuati numerosi rilasci dagli elicotteri EH-101 e diverse tecniche di sbarco.

Il corso si è concluso con una esercitazione finale “LIVEX” consistente in una NEO (non-combat evacuation operation) dove gli allievi, sbarcando con i mezzi anfibi, hanno portato a bordo della San Giusto il personale evacuato.

Integrazione anfibia Lagunari in esercitazione

Integrazione anfibia Lagunari in esercitazione

Il generale di brigata Domenico Pace, comandante della brigata di Cavalleria “Pozzuolo del Friuli”, prima dell’attività conclusiva, si è congratulato con tutto il personale per i risultati raggiunti.

La “Pozzuolo” coordina i reparti dell’Esercito in tutte le attività concernenti la CNPM e, insieme al reggimento Lagunari, è responsabile per la selezione e il rilascio della Qualificazione Anfibia Esercito, brevetto indispensabile prima di affrontare il corso di Abilitazione Anfibia.​

© All rights reserved
Fonte e immagini: COMFOTER

Polizia di Stato e Polizia rumena smantellano falsa agenzia di viaggi on-line che vendeva biglietti aerei

Roma, 10 ottobre 2015 – La Polizia Postale e delle Comunicazioni, congiuntamente alla Polizia rumena ed al Centro Europeo per la lotta al Cybercrime di Europol, ha arrestato 50 persone, tra cui 4 leader di un gruppo di criminalità organizzata rumena, in quanto responsabili del reato transnazionale di frode informatica.
I criminali erano  infatti autori di frodi con carte di credito clonate, poi utilizzate per l’acquisto in internet di beni di vario tipo, tra i quali anche biglietti aerei, attraverso la creazione di una agenzia di viaggi on-line che gestiva il commercio illegale a livello internazionale.

Durante l’operazione, portata a termine nella parte meridionale della Romania, sono state eseguite 16 perquisizioni domiciliari al termine delle quali si è proceduto al sequestro di una enorme quantità di dispositivi digitali, tra i quali numerosi PC, laptop, telefoni cellulari, schede SIM, schede di memoria e altra documentazione. Su tutto il materiale si provvederà adesso ad effettuare delle accurate analisi forensi alla ricerca di ulteriori prove dei reati commessi.

Le attività criminali andavano avanti dal 2013 causando danni a privati cittadini, compagnie private ed istituzioni bancarie per diverse centinaia di migliaia di Euro. L’organizzazione criminale, che operava su internet, otteneva i dati delle carte di credito e altri dati personali appartenenti ai titolari delle carte di credito da vari Paesi e, successivamente, li utilizzava per acquistare beni e servizi di alto valore, tra cui biglietti aerei (il più delle volte), scommesse sportive, apparati elettronici, gioielli, macchine agricole e immobili. Inoltre, l’organizzazione criminale utilizzava i proventi delle frodi on-line per facilitare altri reati a livello nazionale e internazionale.

L’illecito utilizzo dei dati delle carte di credito per l’acquisto illegale di biglietti aerei è un fenomeno in aumento che comporta non solo enormi perdite finanziarie per le compagnie aeree ed il settore della monetica, ma facilita anche altre forme di illecito, fornendo mezzi di trasporto a livello globale e generando fondi per il finanziamento della criminalità organizzata.

Con riferimento ai biglietti aerei acquistati in frode, peraltro la Polizia Postale italiana, è già scesa in campo diverse volte per la tutela del commercio elettronico su scala mondiale attraverso altre operazioni, l’ultima delle quali effettuata nel giugno scorso, in partnership con Europol, Interpol ed Ameripol.

In tale circostanza, la Polizia Postale e delle Comunicazioni ha coordinato i propri Uffici sul territorio italiano negli aeroporti di Milano Malpensa, Milano Linate, Venezia Marco Polo, Bologna Guglielmo Marconi, Roma Fiumicino, Roma Ciampino, Napoli Capodichino, Catania Fontanarossa, Palermo Punta Raisi, attraverso una propria sala operativa istituita presso il Servizio Centrale, laddove per l’operazione congiunta ne sono state allestite altre tre a Singapore, Bogotà e l’Aja.

Il bilancio complessivo a livello globale è stato veramente consistente: 130 le persone tratte in arresto delle quali 101 in Europa, 11 tra Asia e Oceania, 9 nei Paesi dell’America Latina, 6 in Canada e 2 negli Stati Uniti.

Fondamentale per il buon esito delle indagini è stata l’ottimale interazione con le diverse compagnie aeree e il settore dei pagamenti, vittime del reato, che hanno lavorato a stretto contatto con le polizie europee.

DSC_6611 Roberto Sgalla“L’odierna operazione – spiega Roberto Sgalla, direttore delle specialità della Polizia di Stato – è il frutto di una efficace attività di prevenzione e della consolidata collaborazione tra pubblico e privato, sia con le compagnie aeree che con gli uffici antifrode delle varie società emittenti ed intermediarie delle carte di credito, ma anche della costante e qualificata collaborazione con i collaterali organi di polizia stranieri e con le organizzazioni di cooperazione internazionale di polizia Europol ed Interpol”.

© All rights reserved
Fonte: Polizia di Stato

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa e Cooperazione Internazionale

Libano

immagini e documentazione raccolta da quotidiani libanesi

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade