Annunci

Archivi del giorno: giugno 26, 2015

Gli Alpini in esercitazione sulla Cima Grande di Lavaredo

In cima alla Grande di Lavaredo

In cima alla Grande di Lavaredo

Bolzano, 26 giugno 2015 – Conclusi i corsi alpinistici primaverili svolti nelle scorse settimane in Val Badia e fase fondamentale dell’addestramento di specialità peculiare delle truppe da montagna, gli alpini del Reparto Comando e Supporti Tattici “Tridentina” distanza a Bolzano hanno testato le loro capacità scalando la “Grande” di Lavaredo.

La cima, che con i suoi 2.999 metri di altezza è la più alta delle famose Tre Cime di Lavaredo, è stata raggiunta dal versante Sud-Est lungo la via “Normale”; giunti in vetta, gli Alpini hanno acceso alcuni fumogeni, disegnando nel cielo un suggestivo Tricolore.

Contemporaneamente gli Alpini del 6° reggimento di Brunico sono saliti in vetta al Monte Paterno, percorrendo un emozionante itinerario che ha attraversato le gallerie scavate nel ventre della montagna dai soldati italiani durante il 1° conflitto mondiale per raggiungere la cima al riparo dal tiro.

Le due ascensioni sono state condotte dagli Alpini in preparazione dell’esercitazione “5 Torri 2015”, che il prossimo 9 luglio vedrà le truppe alpine impegnate in parete con i colleghi di eserciti stranieri e di altre Forze Armate nazionali in un’entusiasmante dimostrazione di quelle che sono le loro capacità e competenze nell’operare in montagna.

L’esercitazione vedrà coinvolti gli alpini delle brigate Julia e Taurinense e gli istruttori di alpinismo del Gruppo Alta Montagna del Centro Addestramento Alpino che hanno recentemente aperto una nuova via sul Monte Illimani, in Bolivia, a oltre 6.000 metri di quota.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Comando truppe alpine
Annunci

Lotta alla guida in stato di ebbrezza, una collaborazione tra Fondazione ANIA e Arma dei Carabinieri

 

Controlli mirati su 4 statali, prevista anche campagna informativa sul trasporto dei minori in auto

Roma, 26 giugno 2015 – Informazione, sensibilizzazione e comunicazione per contrastare la guida in stato di ebbrezza, ridurre gli incidenti stradali su alcune tra le strade statali più pericolose d’Italia e informare gli automobilisti sulle corrette modalità di trasporto dei minori in automobile. Partirà il 26 giugno e si concluderà il 31 agosto l’edizione 2015 di Adotta una Strada, progetto voluto dalla Fondazione ANIA e dall’Arma dei Carabinieri,.

Per i prossimi due mesi lungo la SS 36 “del Lago di Como e dello Spluga”, SS 309 “Romea”, SS 131 “Carlo Felice” e la SS 114 “Orientale Sicula, l’Arma dei Carabinieri intensificherà i controlli soprattutto nelle ore notturne e nei fine settimana, con particolare attenzione allo stato di ebbrezza dei conducenti che verrà verificato grazie ad appositi dispositivi donati dalla Fondazione ANIA. La scelta di intervenire sulle strade statali italiane si lega al fatto che, nell’ultimo anno, queste tratte hanno fatto registrare oltre 31 morti a settimana, per un totale di 1643 decessi, pari al 48,5% del totale dei morti per incidente stradale in Italia. In questo quadro, sono state scelte 4 tra le arterie più pericolose d’Italia per numero di incidenti e morti (vedi tabella in basso).

A tutti gli automobilisti che verranno fermati, saranno donati etilometri monouso che consentiranno di verificare lo stato alcolemico prima di mettersi alla guida, oltre ad una cartolina che, seguendo l’hashtag #nonrischioperché, lanciato un anno fa, riepiloga le principali norme del codice della strada relative alla guida in stato di ebbrezza. Grande attenzione, poi, sarà riservata alla comunicazione e alla sensibilizzazione anche su altri aspetti della sicurezza stradale; al termine dei controlli, i Carabinieri offriranno agli automobilisti un opuscolo informativo sul corretto trasporto dei minori in auto: una scelta non casuale, visto che nel 2015 l’Onu ha dedicato la Settimana mondiale della Sicurezza Stradale proprio alla tutela dei bambini come utenti della strada.

«Questo progetto rappresenta la perfetta sintesi della filosofia della Fondazione ANIA – spiega il segretario generale, Umberto Guidoni – perché racchiude tutti quei fattori che sono alla base dei nostri progetti da oltre 10 anni. Per ridurre il numero degli incidenti stradali in Italia è fondamentale promuovere una nuova cultura del rispetto delle regole. Per farlo serve un’attenta opera di comunicazione e sensibilizzazione, ma anche un’interazione tra pubblico e privato, cittadini ed istituzioni, associazioni e forze dell’ordine. Le precedenti edizioni di Adotta una strada hanno dato ottimi risultati anche per il fattore di deterrenza indotto dal maggior numero di controlli e, per questo auspichiamo che anche questa nuova esperienza porti ad una diminuzione del numero degli incidenti e dei morti».

I dettagli annuali delle 4 strade statali interessate dal progetto (Dati ACI ISTAT 2013)

*Indice di mortalità: è dato dal rapporto del numero di morti e il numero degli incidenti per 100.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Arma dei Carabinieri / Fondazione ANIA

 


L’Esercito al Rally of Poland con il logo sulle fiancate dell’auto

Il logo dell’Esercito Italiano sarà presente sulle fiancate della vettura del pilota romano Max Rendina, campione del mondo in carica WRC Produzione

 

Roma, 26 giugno 2015 – Sarà una partecipazione d’effetto, esclusiva, quella di Max Rendina al 72° Rally of Poland, in programma dal 2 al 5 luglio, settima prova del Campionato del Mondo Rally, che disputerà con al fianco Mario Pizzuti, sulla Mitsubishi Lancer Evolution Gruppo N di Motorsportitalia.

Costretto a saltare l’appuntamento “di casa” del Rally d’Italia-Sardegna di quindici giorni fa a causa dei postumi dell’incidente occorso alla prova precedente in Portogallo, Rendina sarà dunque al via della gara che si svolge nella regione dei laghi, a Mikolajki, in Masuria, portando con sé una grande ventata di italianità: il logo dell’Esercito Italiano, che sarà presente sulle fiancate della Lancer Evolution “33”.

L’Esercito Italiano opera al servizio del Paese a tutto campo, sia entro i confini nazionali a sostegno della popolazione, sia all’estero nell’ambito di delicate operazioni destinate alla ricerca della pace e la libertà nel mondo. Max Rendina, con questa iniziativa sportiva a livello mondiale vuole rendere tributo ad un lavoro, spesso pagato con il dolore, che tiene alto il Tricolore italiano ed i suoi valori.

Max Rendina

Max Rendina

«Con tutta la sfortuna patita sinora – commenta sorridente Max Rendina – mi sono dovuto rivolgere all’Esercito, vediamo se mi riesce invertire la rotta! A parte le battute, sono veramente felice di portare con me l’immagine dell’Esercito Italiano in quest’appuntamento del WRC perché rappresenta qualcosa a me molto vicino per molte similitudini con i rallies mondiali, duri e complessi, come lo sono le difficoltà quotidiane che i nostri militari si trovano ad affrontare nel loro lavoro con i formidabili mezzi dell’Esercito».

© All rights reserved
Fonte e immagini: Comando militare della capitale

Esercitazione dell’arma del Genio alla presenza dell’on. Domenico Rossi e del capo di SME gen. Danilo Errico

Roma, 26 giugno 2015 – Si è conclusa oggi, alla presenza del sottosegretario di Stato alla Difesa, onorevole Domenico Rossi, e del capo di Stato Maggiore dell’Esercito, generale Danilo Errico, l’esercitazione Smart Sapper 2015 che ha avuto luogo presso il poligono “Gigli” del comprensorio della città militare della Cecchignola.

Al termine dell’esercitazione, il generale Errico ha posto l’accento sull’importanza delle capacità tecnico-specialistiche dell’Arma del Genio, “nonché sulla sua naturale vocazione a essere un potente strumento di raccordo fra le istituzioni militari e quelle civili”. “I reggimenti Genio di supporto diretto – ha aggiunto il capo di Stato Maggiore – saranno potenziati nella loro capacità di ricerca degli ordigni improvvisati”, implementando le misure di sicurezza e di protezione dei soldati in operazione.

L’esercitazione “Smart Sapper”, della durata di una settimana, ha visto impegnati oltre 170 militari di diversi reparti della Forza Armata e diverse decine di mezzi specialistici dell’arma del Genio ed ha permesso di mettere alla prova procedure e capacità operative per l’impiego sia sul territorio nazionale sia in missioni internazionali.

Particolare attenzione è stata dedicata alle attività di protezione delle forze amiche (Force Protection e Counter Improvised Explosive Devices – C-IED), capacità essenziali per garantire la sicurezza dei circa 2.500 militari dell’Esercito attualmente impegnati nelle operazioni internazionali in 17 diversi paesi.

Le capacità e l’esperienza acquisite nelle operazioni internazionali fanno si che i 12 reggimenti del Genio, dislocati su tutto il territorio nazionale, siano in grado di intervenire in ogni momento, nei casi di pubbliche calamità e utilità a supporto della popolazione, confermando di essere una risorsa dual use, pronta e flessibile al servizio del Paese.

Nelle foto qui sotto mezzi speciali dell’esercito per lo sminamento e la bonifica delle strade da ordigni esplosi improvvisati

© All rights reserved
Fonte e immagini: Stato Maggiore dell'Esercito

Anche in Abruzzo il tour promozionale estivo dell’Esercito italiano

A disposizione un Infoteam per illustrare le procedure per l’arruolamento dei Volontari in Ferma Prefissata di un anno (VFP1)

L’Aquila, 24 giugno 2015 Il 29 giugno 2015 un nucleo Infoteam, costituito da personale qualificato del Comando Militare Esercito “Abruzzo”, nell’ambito delle attività connesse con il Tour Promozionale Estivo 2015, farà tappa presso il Centro Commerciale “I MARSI” di Avezzano (AQ) e sarà a disposizione per fornire agli interessati tutte le informazioni relative all’arruolamento dei giovani nei vari ruoli della Forza Armata (ufficiali, marescialli e volontari).

In particolare, il nucleo sarà a disposizione per illustrare le procedure per l’arruolamento dei Volontari in Ferma Prefissata di un anno (VFP1) relativo al quarto ed ultimo blocco di quest’anno, che si aprirà il 7 luglio 2015 e si chiuderà il 5 agosto 2015.

© All rights reserved 
Fonte: Comando militare esercito "Abruzzo"

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa e Cooperazione Internazionale

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade