Archivi del giorno: giugno 12, 2015

Nominato il colonnello Ennio Druda come perito nelle indagini della morte del paracadutista alpino Fabio Comini

Il colonnello Ennio Druda - © congedatifolgore.com

Il colonnello Ennio Druda – © congedatifolgore.com

Pisa, 12 giugno 2015 – Il pm Aldo Ingangi ha nominato Ennio Druda, già colonnello paracadutista della Folgore, come perito nell’indagine sulla morte del paracadutista alpino Fabio Comini, 26 anni, morto il 21 maggio mentre era in addestramento al lancio in caduta libera. Il colonnello Druda è istruttore militare di paracadutismo in caduta libera ed esperto iscritto all’albo dei periti di vari tribuali italiani.

A Druda il magistrato ha posto una serie di quesiti tecnici da approfondire, partire dalla ricostruzione della dinamica del lancio, passando per la verifica dell’idoneità degli apparati utilizzati dal giovane paracadutista, nonché delle modalità in cui si è svolta l’esercitazione di quella mattina, con caduta libera da 1300 metri di quota.

Dalle testimonianze sarebbe finora emersa un’ipotesi secondo la quale il fatto scatenante del problema sarebbe stata un cattivo dispiegamento delle funi che si sono arrotolate intorno al braccio sinistro dello sfortunato sottufficiale.

© All rights reserved
Fonte e immaginecongedatifolgore.com

Bolzano: a luglio esercitazione alpinistica 5 Torri 2015

L’appuntamento è fissato per il 9 luglio alle 5 Torri, con un programma totalmente rinnovato che promette forti emozioni

CMS Lazzaro Cutrone

CMS Lazzaro Cutrone

Bolzano, 12 giugno 2015 – Si svolgerà il prossimo 9 luglio (10 in caso di condizioni meteorologiche avverse) l’esercitazione alpinistica 5 Torri 2015, organizzata dal Comando Truppe Alpine nel consueto scenario alpinistico delle Dolomiti bellunesi, 100 anni fa teatro di epici combattimenti che segnarono la storia degli Alpini e, oggi, patrimonio dell’umanità.

Le cime scelte quest’anno sono quelle delle 5 Torri, che verranno risalite lungo le diverse vie da cordate di alpini e di soldati di eserciti stranieri (tedeschi, inglesi e svizzeri solo per citarne alcuni), dando vita ad una dimostrazione senza soluzione di continuità delle più moderne tecniche di progressione alpinistiche e di soccorso di infortunati in parete.

CMC Paolo Massardi

CMC Paolo Massardi

Un’esercitazione improntata anche sulla spiccata tecnologia di cui dispone l’Esercito Italiano nella sorveglianza del campo di battaglia e nell’acquisizione delle informazioni mediante l’impiego di droni e radar di ultima generazione, in uno scenario addestrativo nuovo e dal forte impatto emotivo. Questi, in sintesi, gli elementi caratterizzanti l’esercitazione “5 Torri 2015”, immancabile appuntamento per appassionati ed amanti della montagna.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Comando Truppe Alpine

Oceano Indiano: nave Libeccio sostituisce nave Grecale nell’operazione antipirateria della UE Atalanta

Oceano indiano, 12 giugno 2015 – Ieri Nave Libeccio ha dato il cambio a Nave Grecale nell’operazione Atalanta, la missione europea di contrasto alla pirateria nelle acque del Corno d’Africa e dell’Oceano Indiano. Nave Grecale ha lasciato le acque del Mar Rosso per far ritorno alla Base Navale di La Spezia dopo 4 mesi di attività.

L’unità, al comando del capitano di fregata Onofrio Marco Frumusa, dallo scorso 17 febbraio era entrata a far parte del dispositivo della EUNAVFOR Task Force 465 con un equipaggio di circa 220 militari, dopo un periodo di preparazione specifica per le operazioni di antipirateria presso il centro di addestramento aero-navale della Marina a Taranto.

Nei 114 giorni di missione, di cui 90 trascorsi in mare e 24 in porto (Salalah, Antsiranana, Mascate, Duqm e Gibuti), Nave Grecale ha percorso 18.070 miglia nautiche in 2.120 ore di moto ed effettuando 10 rifornimenti laterali con Unità della Marina Statunitense, Australiana e Inglese. Durante tale periodo, in supporto alle organizzazioni marittime del traffico commerciale, sono stati controllati 1000 mercantili. Il contrasto alla pirateria è infatti cruciale per garantire la sicurezza dei mari, senza la quale sarebbe pregiudicata sia l’economia mondiale, sia l’effettivo flusso degli aiuti umanitari, nonché l’istaurarsi di quella condizione di stabilità basilare per lo sviluppo locale.

Sono state anche portate a termine cinquanta attività di Friendly Approach con le piccole imbarcazioni di pescatori ed i tipici dhow che operano nei pressi della Somalia ed in Oceano Indiano, per sviluppare una migliore conoscenza della missione europea e collaborazione contro il fenomeno della pirateria, fornendo in più occasioni assistenza medica e tecnica. È stato anche assistito un rimorchiatore (Tug ALAA) alla deriva nel Golfo di Aden al largo delle coste dell’Oman; attività di cooperazione e addestramento (Local Maritime Capacity Building) a favore della Marina Omanita e della Marina Malgascia; 153 ore di volo con l’elicottero SH212 imbarcato.

Significativa, infine, anche tra le attività di cooperazione e supporto della comunità civile locale quella a favore del reparto di otorinolaringoiatria infantile dell’ospedale di Gibuti, al quale sono stati forniti strumenti di diagnosi basici ma necessari, e ad un ospedale ed un orfanotrofio di Antsiranana in Madagascar.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Stato Maggiore della Difesa

Roma: cultura a Palazzo Aeronautica con una mostra su Giuseppe Verdi

Adriana Monaco riproduce tre abiti storici per Gaia Maschi Verdi, pronipote di Giuseppe Verdi in occasione della Mostra Evento “Giuseppe Verdi e l’Italia” presso il Palazzo dell’Aeronautica Militare Italiana.

Roma, 12 giugno 2015 – Nella splendida cornice di Palazzo Aeronautica, a Roma, sede istituzionale dell’Aeronautica Militare, vengono messi in mostra cimeli storici di Giuseppe Verdi, e tre abiti storici riprodotti dalla stilista campana Adriana Monaco. Per la prima volta nella storia, Adriana Monaco ha riprodotto, nel suo laboratorio di Ariano Irpino, l’abito che indossa Margherita Barezzi, prima moglie di Giuseppe Verdi, in uno storico ritratto di Augusto Mussini del 1840. Velluto color aragosta, pizzo delicato, merletti, una piccola borsa da polso. Riprodotto anche un abito in seta e pizzo rosa di Violetta, ispirato da Maria Callas, ed un costume in velluto verde e lana rossa del Duca di Mantova dal Rigoletto. La costumista, con l’etichetta Villa Cesarina by Adriana Monaco, si è specializzata nella realizzazione di abiti storici e fantasy, e promuove la cultura attraverso il Gruppo di danza “Gruppo Campano Adriana Monaco S.D.C.I.” spostandosi in Italia e nel mondo.

“Lavorare al fianco di Gaia Verdi, pronipote di Giuseppe Verdi è stata una vera emozione” dichiara la stilista Adriana Monaco che si trova a Roma per allestire la mostra “è stato come conversare con la storia e portare alla luce un pezzo della nostra bella Italia attraverso un racconto fatto di stoffa.”

Le porte di Palazzo Aeronautica tornano ad aprirsi eccezionalmente al pubblico nei prossimi due week-end di giugno per un altro significativo evento di valorizzazione del patrimonio artistico e culturale italiano, la mostra-evento “Giuseppe Verdi e l’Italia“.

Il progetto intende ripercorrere – attraverso immagini, rare testimonianze e alcuni cimeli e preziosi documenti originali – le radici dell’illustre compositore bussetano, uno dei maggiori interpreti del patriottismo nazionale e tra i simboli ancora oggi più apprezzati nel mondo dell’eccellenza italiana.

La splendida cornice delle sale storiche di Palazzo Aeronautica, esso stesso un mirabile esempio dell’architettura di fine anni ’30 e per questo inserito dal Fondo Ambiente Italiano (FAI) tra i monumenti nazionali da preservare e far conoscere, farà in questa occasione da sfondo ad un’esposizione pensata per riportare alla luce la vita privata e segreta del celebre musicista italiano. Un percorso, che come descrive già il titolo  – “Le opere di Giuseppe Verdi nei luoghi dell’ispirazione e nei documenti di famiglia” – vuole far conoscere il giovane Verdi, gli anni del fortunato incontro con la famiglia Barezzi e i luoghi dove egli compose alcune delle sue Opere più belle, tra le quali il Rigoletto, Il Trovatore e la Traviata.

Giuseppe Verdi ha saputo stimolare la coscienza popolare attraverso la sua musica, risvegliare il senso di appartenenza ed orgoglio nazionale dando un contributo importantissimo alla cultura dell’Italia unita. Associare l’emozione per questi ideali e questi valori, oggi come ieri da riscoprire e difendere, alla bellezza di una sede storica e prestigiosa delle Istituzioni, è una opportunità che mi onora enormemente“, le parole di presentazione dell’evento di Gaia Maschi Verdi.

 “La dedizione e l’attaccamento alla Patria di cui Giuseppe Verdi è stato un interprete illustre nella storia italiana sono i valori più importanti ai quali si ispira l’operato quotidiano delle donne e degli uomini dell’Aeronautica Militare”, il commento del capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica, generale di squadra aerea Pasquale Preziosa. “L’Aeronautica Militare, come istituzione, vuole contribuire a far conoscere ai cittadini pezzi di storia, dell’arte e della cultura del nostro Paese, un impegno che anche attraverso virtuose collaborazioni come questa siamo contenti di portare avanti”.

La mostra sarà aperta al pubblico con ingresso gratuito nei giorni 13-14 giugno e 20-21 giugno con accesso da Viale dell’Università, 4 nella fascia oraria 10,00-18,00. Previsti percorsi di accesso facilitati per diversamente abili e visite guidate in italiano e inglese. 

© All rights reserved
Fonte e immagini: Fashion News Magazine

Aprilia: due giorni di eventi per ricordare il cm Massimo Di Legge

Aprilia, 12 giugno 2015 – Il 12 e il 13 Giugno 2015, presso lo stadio Quinto Ricci di Aprilia (LT), si svolgerà il II° Memorial caporal maggiore Massimo Di Legge, caduto in Afganistan nel 2011, organizzato dall’Unione Nazionale Sottufficiali d’Italia Sez. Aprilia, con il patrocinio del comune di Aprilia.

Venerdì 12 dalle ore 16.00 in poi spettacolo pomeridiano, con l’ASD Esercito, le ginnaste di Aprilia, tanti amici e la sera, cena al Campus Primavera ad Aprilia, dove i campioni dello sport si siederanno insieme a tutti gli intervenuti. La serata sarà allietata dalla musica della Tammurriata Rock, con Enrico Capuano e Dunia Molina. Costo della serata, 20,00 € (bambini 10,00), con il ricavato in beneficenza alla Fondazione ComeNoi, per la mensa dei poveri di Aprilia.

Sabato 13 ore 16.00 Santa Messa (Chiesa Santi Pietro e Paolo, accanto allo stadiodedicata ai caduti, con la partecipazione di bandiere e labari delle associazioni combattentistiche.

Alle 17.00 ci sarà un triangolare di calcio con le vecchie glorie di ieri (Roma – Lazio) e la squadra dell’Esercito Italiano. Ci sarà inoltre la premiazione del concorso letterario dedicato al cm Massimo Di Legge e vedrà la presenza dei ragazzi delle scuole partecipanti.

Sarà inoltre presente un punto Poste Italiane con annullo filatelico dedicato al caporal maggiore Massimo Di Legge, e francobolli tematici militari e del calcio. Hanno confermato la loro presenza, le massime autorità, e l’Esercito Italiano sarà sul campo in uniforme, a testimonianza dell’affetto per tutti i Caduti.

A corona dell’evento, gli organizzatori hanno fortemente voluto lo stand del Centro Regionale Trapianti Lazio, a testimonianza della generosità che tanti hanno manifestato in vita, così come dopo la morte, come i nostri caduti hanno dato la vita per la Patria, così, ognuno di noi è chiamato ad una scelta consapevole e generosa. Il personale del policlinico Umberto 1 di Roma, unitamente all’Associazione Nazionale Trapiantati, distribuirà materiale informativo, insieme anche all’Associazione Nazionale Autieri d’Italia (ANAI) – sez. Roma Castro Pretorio, che ha intrapreso una serie di iniziative per diffondere la cultura della donazione.

Costo dei biglietti per l’accesso al campo € 5,00 per ambedue le giornate.

© All rights reserved
Fonte e immagine: Ufficio Stampa UNSI Aprilia

Operazione “Expo”, intervento in stazione centrale. Militari dell’esercito soccorrono un negoziante gravemente ferito

Milano, 12 giugno 2015 – Una pattuglia dell’Esercito Italiano, impegnata nell’operazione “Expo” è intervenuta presso la Stazione Centrale di Milano per soccorrere una persona gravemente ferita.

I militari, appartenenti al Raggruppamento Tattico Lombardia, con al comando il generale di brigata Claudio Rondano, erano impegnati nel servizio di pattuglia presso la stazione, quando sono stati avvisati da alcuni viaggiatori di un’aggressione avvenuta all’interno di un negozio ai danni di un uomo.

La pattuglia dell’Esercito è intervenuta  immediatamente insieme alla Polizia Ferroviaria e giunta sul posto, ha trovato il proprietario del negozio con delle profonde ferite da arma da taglio sul collo e sul braccio.

Vista l’intensa perdita di sangue, gli uomini del colonnello Elio Babbo, comandante del reggimento “Lancieri di Novara (5°)”, hanno chiamato prontamente il soccorso medico di emergenza e, per evitare l’emorragia, hanno tamponato le ferite con garze e fasce presenti nei kit individuali di pronto soccorso in dotazione. La persona ferita è stata, poi, trasportata in ospedale in codice rosso.

Nello stesso tempo, altre pattuglie della Polizia sono giunte sul posto alla ricerca dell’aggressore che era scappato prima dell’intervento dei militari, lasciando sul posto un coltello da cucina in ceramica.

L’operazione “Strade Sicure” vede impegnato l’Esercito Italiano per specifiche ed eccezionali esigenze di prevenzione della criminalità, in aree metropolitane o densamente popolate, attraverso attività di vigilanza a siti e obiettivi sensibili. L’Unità, posta alle dipendenze del Comando delle Forze di Difesa Nord, è costituita all’interno del quadro normativo delineato dal decreto legge n. 92 del 23 maggio 2008  con il compito di supportare le Forze dell’Ordine nel contrasto della microcriminalità e nelle attività di prevenzione del terrorismo nell’ambito della Regione.

Dall’inizio del mese di maggio 2015, l’Esercito Italiano contribuisce, inoltre, alla sicurezza del sito dell’Esposizione Universale.​

© All rights reserved
Fonte e immagine: Stato Maggiore dell'Esercito

Esercito recupera merce rubata a Catania

Alla vista del mezzo militare, i tre sospettati si sono allontanati abbandonando il furgone nei pressi dell’uscita “Zia Lisa” della tangenziale etnea. Nel frattempo era stato allertato e coordinato, dalla pattuglia dell’Esercito, il nucleo radiomobile dei carabinieri che sopraggiungeva prontamente sul posto.

All’arrivo dei militari, il personale a bordo si era dileguato senza poter essere identificato, mentre nel mezzo, perquisito, sono stati rinvenuti n. 78 colli contenenti alimenti precedentemente sottratti ad un commerciante e materiali da scasso. Il mezzo è stato sequestrato e posto a disposizione dell’autorità giudiziaria.

L’attività svolta è frutto di una collaborazione sinergica fra le forze armate iniziata dai primi giorni in cui la pattuglia della zona industriale di Catania ha cominciato il suo servizio su strada.

La presenza dell’Esercito in zone comunque colpite da microcriminalità sta assicurando una prevenzione delle zone sorvegliate anche contro episodi di furti, rapine e similari.

L’Esercito Italiano partecipa, dall’agosto del 2008, all’operazione “Strade Sicure” in concorso e congiuntamente alle Forze di Polizia,  garantendo  sicurezza e prevenzione del crimine, attraverso il presidio di punti sensibili ed il pattugliamento di aree cittadine.​

© All rights reserved
Fonte e immagine: Stato Maggiore dell'Esercito

OpinioniWeb-XYZ

Oltre il bar dello sport: opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa e Cooperazione Internazionale

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade