Archivi del giorno: maggio 24, 2015

L’Esercito marciava… tappa conclusiva a Trieste

Trieste, 24 maggio 2015 –  Si conclude oggi a Trieste l’evento commemorativo del centenario dell’ingresso dell’Italia nella Prima Guerra Mondiale intitolato L’Esercito marciava … alla presenza del Ministro della Difesa, Roberta Pinotti, del presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, del capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano e del capo di Stato Maggiore dell’Esercito, generale di Corpo d’Armata Danilo Errico e delle principali autorità civili e militari.

Numerosi sono stati gli eventi che si sono svolti durante la settimana in collaborazione con la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia: stand promozionali con i principali mezzi e materiali dell’Esercito, una mostra storica sulla Grande Guerra e attività dimostrative di alcuni reparti.

Alle 15:00  è stato dedicato un minuto di silenzio per i Caduti della Grande Guerra. Alle 17:30, nel corso della consegna delle medaglie ricordo ai parenti di alcuni caduti  della Prima Guerra mondiale, il capo di Stato Maggiore dell’Esercito, generale Danilo Errico ha dichiarato “L’iniziativa L’Esercito marciava… nasce dall’esigenza di ricordare gli oltre 650000 caduti della Prima Guerra Mondiale. È un modo per trasmettere i valori di quanti hanno perso la vita e non hanno vissuto la loro gioventù per consentirci di essere quello che siamo oggi”- ha concluso “c’è sempre bisogno di amor di Patria, non finirà mai l’esigenza di amor di Patria“.

La fanfara dei bersaglieri ha seguito correndo l’ultimo tedoforo dell’Esercito nel tratto finale dell’itinerario che si è sviluppato lungo tutto il territorio nazionale, per una distanza totale di 4200 chilometri, e che ha visto impiegati oltre 600 staffettisti toccando tutte e 20 le regioni italiane.

La staffetta de “L’Esercito Marciava…” si è conclusa con l’arrivo alle ore 19:30 in piazza Unità d’Italia del Ministro della Difesa, accompagnata dal capo di Stato Maggiore della Difesa generale Claudio Graziano e dal capo di Stato Maggiore dell’Esercito generale di Corpo d’Armata Danilo Errico, dove c’è stato l’ultimo passaggio di testimone ad un bambino. Ad accoglierli, Debora Serracchiani, presidente della Regione Friuli Venezia Giulia.

Subito dopo c’è stata la cerimonia dell’alzabandiera in Piazza Unità d’Italia, dove a partire dalle 21:00 il pubblico potrà assistere all’evento artistico e culturale caratterizzato dall’alternanza di musiche della banda dell’Esercito di fanfare militari e di altri interventi di intrattenimento.  

La voce narrante del presentatore, il prof. Umberto Broccoli, accompagnerà il pubblico in un viaggio della memoria, legando gli interventi artistici e musicali. Sarà un’immersione artistica e culturale nella realtà di 100 anni fa, La narrazione sarà accompagnata da immagini inedite dell’Esercito Italiano e la piazza arricchita da reperti storici e museali.

© All rights reserved
Fonte: Stato Maggiore dell'Esercito

Esercito: folgore, aviazione, lagunari e guastatori per quattro giorni a contatto con il pubblico

Roma, 24 maggio 2015 – Nei giorni scorsi a Roma, per celebrare il centenario della Prima Guerra Mondiale, l’Esercito Italiano per quattro giorni ha aperto le porte ad adulti e bambini nell’ambito della manifestazione di L’Esercito marciava… Concerti, film, padiglioni e stand allestiti all’interno del Museo Storico della Fanteria. Militari delle diverse specialità sono stati a disposizione del folto pubblico composto da famiglie, curiosi, appassionati, militari e militari in congedo appartenenti alle associazioni d’arma, 10 scuole, 600 studenti.

Un grande spazio fitness era allestito per mostrare al numeroso pubblico in cosa consiste la preparazione fisica dei militari della Folgore. Un percorso a cui potevano partecipare, a livelli diversi, adulti e bambini, cimentandosi in percorsi a ostacoli, in flessioni su braccia e gambe, con pesi che arrivavano fino agli otto chili, sotto l’occhio vigile di otto istruttori (nella foto) del 186° Reggimento Paracadutisti “Folgore” di Siena.

(Nella foto da sx: cms Francesco Mastrolla, cms Francesco Ferrara, 1cm Emanuele Salvatori, cmc Simone Conti, c.le Fabrizio Montagnolo, cm Francesco Stefanuccio, 1cm Paolo Pantaleo, cm Antonio D’Amelio)

Molte le curiosità quando si ha davanti un corpo così ambito dell’esercito. Con grande pazienza hanno spiegato in cosa consiste il loro percorso ginnico/formativo, ore e ore di addestramento settimanale che li porta ad essere sempre pronti ad ogni evenienza, pure a dormire in una tenda durante il maltempo come è successo durante l’alluvione a Milano fuori dall’Expo. Come ha detto il responsabile del gruppo, il cms Francesco Mastrolla, fa parte della loro preparazione, è addestramento pure quello. Il cms mi ha poi pazientemente illustrato l’utilizzo della sacca porta calotta, come viene utilizzata, le caratteristiche tecniche. Particolarmente emozionante è stato il percorso effettuato solo dagli istruttori a cui si sono aggiunti altri militari della Folgore. Questa volta il percorso è stato al massimo livello, giri di corsa sollevando casse porta munizioni, tratto di corsa saltando dentro copertoni d’auto, flessioni su copertoni di camion, flessioni sulle gambe, il tutto sempre con uno zaino sulle spalle. Il momento più emozionante è stato quando i militari, a conclusione della loro performance hanno gridato “Folgore”.

Grande attrazione anche per gli altri stand, come quello dei lagunari del 17° Reggimento Artiglieria Contraerei dove i militari spiegavano in cosa consiste il loro intervento, come vengono utilizzati nell’ambito della difesa. Grande attrazione per gli studenti, e non, sono state le spiegazioni che venivano date sul missile terra-aria Stinger.

Una serie di mezzi tattici era a disposizione del pubblico. Il famoso Lince (VTML) dell’Iveco, dove personale dei Lancieri di Montebello ne spiegavano le caratteristiche, facendo salire a bordo per visionarlo chiunque ne fosse interessato. A fianco il Veicolo Tattico Medio Multiruolo (VTMM), ancora in corso di sperimentazione, denominato Orso, mezzo per la ricerca e la rimozione degli ordigni esplosivi improvvisati. 

DSC_7596_

A fianco lo stand dei guastatori del Centro di Eccellenza Counter IED con una esposizione di ordigni bellici utilizzati nella prima e seconda guerra mondiale, e con robottini radiocomandati per la rimozione degli IED a disposizione del pubblico. Numerosi sono stati i ragazzi che si sono cimentati nel “pilotare” questi mezzi. Non poteva mancare poi l’aviazione dell’esercito, un padiglione con simulatore per aereo e per elicottero, i partecipanti pilotavano il mezzo dalla fase di decollo fino all’atterraggio, alla fine del “volo” un attestato di pilota virtuale veniva dato ai partecipanti.

In ultimo un padiglione dei volontari della Croce Rossa, con una ricostruzione di come era un posto di primo soccorso durante la grande guerra.

In occasione del passaggio del tedoforo, l’area espositiva è stata visitata, l’ultimo giorno, dal capo di Stato Maggiore dell’Esercito, generale Danilo Errico che si è complimentato con i militari presenti per il lavoro svolto.

© All rights reserved
Immagini: Ph. Monica Palermo

Polizia stradale: 100 nuove Fiat Freemont in arrivo. Le prime 25 consegnate a Milano.

Milano, 24 maggio 2015 – Sono già a Milano le 25 nuove Fiat Freemont  assegnate alla Polizia Stradale. Le 25 auto sono parte di una più numerosa flotta, composta da 100 Fiat Freemont che nei prossimi mesi verranno distribuite su tutto il territorio e consentiranno di continuare garantire la perfetta efficienza dei servizi operativi con tecnologie innovative.

L’allestimento specifico delle vetture comprende dispositivi di bordo all’avanguardia, che consentono la geolocalizzazione del veicolo di servizio e una comunicazione efficiente con la sala operativa, il controllo elettronico delle targhe dei veicoli in transito, il police controller per il controllo dei mezzi pesanti.

La prima tranche di Fiat Freemont, con la livrea della Polizia Stradale, è stata consegnata al compartimento Polizia Stradale di Milano, in considerazione anche dello straordinario potenziamento dei servizi operativi predisposti per garantire la sicurezza e la fluidità della circolazione  in occasione di EXPO 2015, l’evento che coinvolge oltre 140 Paesi e Organizzazioni internazionali e al quale si attendono oltre 20 milioni di visitatori.

Dal 1 maggio Milano è una vetrina mondiale in cui i paesi mostrano il meglio delle proprie tecnologie per dare una risposta concreta ad una esigenza vitale: riuscire a garantire un cibo sano, sicuro e sufficiente per tutti i popoli.

Dall’inaugurazione della manifestazione ad oggi  sono state oltre 2400 le pattuglie impiegate per i servizi operativi connessi all’EXPO, al fine di garantire una regolare mobilità sia in ambito urbano che extraurbano.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Polizia di Stato

OpinioniWeb-XYZ

Opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Ornitorinco Nano

Blog musicale personale

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

Rassegna di analisi, ricerche e studi sulle relazioni internazionali nel Mar Mediterraneo

Rassegna Stampa Militare

News e Foto su Difesa e Cooperazione Internazionale, di Antonio Conte | Edito da 08/2009

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade