Archivi del giorno: Maggio 15, 2015

Torino: il ministro della difesa e il capo di SMD al Salone del Libro

Torino, 15 maggio 2015 – Questa mattina presso il Salone del Libro di Torino il Ministro della Difesa, senatrice Roberta Pinotti, il sottosegretario del Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca (MIUR), Gabriele Toccafondi, e il capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano, hanno partecipato alla cerimonia di premiazione dei vincitori del concorso letterario “La storia della Grande Guerra riletta dai giovani di oggi – Mai più trincee”, svolto in collaborazione con il MIUR.

Il generale Graziano, nel corso del suo intervento, ha sottolineato che “La Prima Guerra Mondiale ha rappresentato un momento essenziale e fondante del Paese, poiché è stata la prima grande vera prova nazionale che ha permesso all’Italia di diventare quella che è oggi: una Nazione democratica e unita.”

Oggi ripercorriamo quel periodo storico, premiando i vincitori del concorso ‘Mai più trincee’ – ha continuato il capo di Stato Maggiore della Difesa – e sicuramente dobbiamo onorare la memoria di quei giovani che hanno dato la loro vita per la Patria e ricordare gli uomini e donne delle Forze Armate italiane che sono impiegati oggi in modo significativo in tutto il mondo per la sicurezza.”

Al termine della premiazione il ministro e il generale Graziano hanno visitato lo stand della Difesa, presso il padiglione 3 del Salone del Libro e hanno incontrato i militari presenti che stanno illustrando, in questi giorni, ai numerosi visitatori del salone le attività informative, editoriali e culturali delle Forze Armate nell’ottica della diffusione della #culturadelladifesa.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Stato Maggiore della Difesa

L’Aquila: 88ª adunata nazionale degli alpini

L’Aquila, 15 maggio 2015 – Iniziata oggi l’88 Adunata nazionale degli alpini, che si protrarrà fino al 17 maggio. L’alzabandiera in Piazza d’Armi ha aperto il sipario. Come da tradizione il primo atto dell’Adunata è stato l’omaggio al Tricolore, “uno dei momenti più importanti, segno dell’attaccamento all’Italia”, ha ricordato il presidente dell’Associazione Nazionale Alpini Sebastiano Favero.

Ha partecipato alla cerimonia con il comandante delle Truppe Alpine gen. D. Federico Bonato e al sindaco Massimo Cialente che ha parlato dell’Adunata come una grande scelta di solidarietà degli alpini in una città ferita: “E’ una iniezione di fiducia e orgoglio per L’Aquila e dopo sei anni è il primo grande momento di gioia collettiva della comunità”.

Una sfilata di circa 12 ore dove 70.000 alpini provenienti da tutta Italia e dalle sezioni all’estero hanno attraversato l’Aquila accompagnati dalle bande.

Migliaia di persone hanno partecipato alla cerimonia dell’arrivo dei gonfaloni della Regione Abruzzo, della Provincia e del Comune dell’Aquila, del labaro dell’Associazione Nazionale Alpini (Ana) e della bandiera di guerra del 9° reggimento alpini, attualmente inquadrato nella brigata Taurinense. Il corteo ha poi raggiunto piazza Duomo attraverso viale di Collemaggio e corso Federico II, passando davanti alla nuova prefettura. Il centro storico è stato letteralmente invaso da penne nere e da aquilani.

Le preparazioni della manifestazione sono iniziate l’11 maggio, alpini del 9° reggimento hanno allestito la cittadella, nel parco del Castello, per consentire ai visitatori di conoscere la vita quotidiana dell’alpino: 150 alpini, di tutte le specialità e divise, sono a disposizione per raccontare come si vive nelle missioni all’estero, ma anche per mostrare i segreti della montagna. Pareti attrezzate per l’arrampicata e piste per lo sci di fondo sono state allestite anche per i più piccoli.

Per facilitare la mobilità dei partecipanti, attesi da ogni parte d’Italia, Trenitalia ha programmato, nei 3 giorni della manifestazione, con la collaborazione della Regione Abruzzo, 43 treni straordinari in aggiunta a quelli già previsti in orario.

L’Ama ha istituito 6 linee speciali di navette e bus che copriranno tutte le aree dove sono dislocati i campi e le zone d’accoglienza.

L’inno dell’88ª Adunata

“Penne nere per L’Aquila” è l’inno dell’88ª Adunata nazionale. E’ stato realizzato dall’Istituzione Sinfonica Abruzzese e dal Comitato Aspettando L’Aquila 2015, sulla musica di Roberto Molinelli e il testo di Francesco Sanvitale ed è stato inciso da “I Cameristi dell’ISA”, direttore e solista Ettore Pellegrino.

© All rights reserved
Immagini: Associazione Nazionale Alpini

OpinioniWeb-XYZ

Opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Ornitorinco Nano

Blog musicale personale

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

Rassegna di analisi, ricerche e studi sulle relazioni internazionali nello scenario mediterraneo

Rassegna Stampa Militare

News e Foto su Difesa e Cooperazione Internazionale, di Antonio Conte | Edito da 08/2009

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade