Annunci

Archivi del giorno: aprile 9, 2015

Il capo di Stato Maggiore dell’esercito ghanese e l’Head of Cimic Ops – Korean Joint Chief of Staff in visita al Sector West di Unifil

Shama, 9 aprile 2015 – ​​​Ieri il capo di Stato Maggiore dell’Esercito Ghanese, magg. gen. Richard Kwame Opoku Adusei, ed l’Head of CIMIC OpsKorean Joint Chief of Staff, magg. gen. Oh Jung Il, hanno visitato la base di Shama, sede del Comando del Settore Ovest di UNIFIL.

Il Ghana e la Korea del Sud partecipano alla missione UNIFIL, inquadrati nel Settore Ovest a guida italiana, in cui operano 3500 soldati, di cui circa 1100 italiani provenienti dalla brigata Pinerolo di Bari.
Il comandante del Sector West, generale di brigata Stefano Del Col, ha aggiornato gli ufficiali generali sull’attuale situazione operativa nell’area di competenza.
Le due autorità straniere hanno confermato la piena sintonia dei loro connazionali inseriti nel contesto multinazionale che, nel pieno rispetto della risoluzione 1701 del 2006 delle Nazioni Unite, esprime un modello operativo di successo per la stabilità nel sud del Libano.
© All rights reserved
Fonte e immagini: contingente italiano nel Libano del sud
Annunci

Oro mondiale a squadre per la spadista Roberta Marzani

Roberta Marzani

Uzbekistan, 9 aprile 2015 – La giovane Italia della scherma non finisce di stupire, e con lei neanche la piccola ma esplosiva spadista della nazionale italiana under 20 Roberta Marzani.

Dopo aver conquistato nel 2015 due bronzi europei e, per il secondo anno consecutivo, la Coppa del Mondo giovani, quest’oggi, ai mondiali under 20 di Tashkent, in corso di svolgimento in Uzbekistan, il diciannovenne caporale della sezione scherma del Centro Sportivo Esercito si laurea campione del mondo a squadre nella spada, battendo in finale la Russia con il punteggio di 45/35.

Il risultato dell’azzurra, che ha seguito di poche ore l’oro vinto dalla collega Chiara Mormile nella sciabola, ha confermato l’alto profilo tecnico della scherma giovanile targata Esercito Italiano.

Il successo del quartetto azzurro, composto oltre che dalla Marzani anche da Nicol Foietta, Alice Clerici ed Eleonora De Marchi, è maturato al termine di una combattutissima finale in cui l’alta scuola italiana ha saputo fronteggiare, stoccata su stoccata, gli insidiosi assalti delle quotate avversarie.

Il cammino verso il primo gradino del podio, iniziato ieri dopo aver superato nei turni preliminari prima il Kirghizistan per 45-13 e poi l’Austria per 45- 29, è proseguito nella giornata odierna con la vittoria sulla Polonia per 45/39 ai quarti e sulla Germania, per 45/33, in semifinale.

Al termine della gara Roberta Marzani ha ringraziato chi le è stata vicino e l’ha aiutata a conseguire questo traguardo: “Una medaglia che mi riempie di gioia che segue una prova individuale chiusa amaramente al quinto posto dopo aver lottato, stoccata su stoccata, contro l’avversaria tedesca. Questo mondiale mi ha comunque dato la possibilità di conquistare i punti necessari per aggiudicarmi, per la seconda volta consecutiva, la coppa del mondo giovani di specialità che voglio dedicare a tutti coloro che mi hanno aiutato in questo momento della stagione, densa non solo di impegni sportivi, ma anche di impegni scolastici. Spero di non tralasciare nessuno: ringrazio molto la mia famiglia, l’Esercito che crede molto nelle mie potenziati lista e che ringrazio doppiamente per avermi scelta lo scorso anno e chiaramente il mio tecnico che giornalmente mi segue sulle pedane di allenamento della mia città.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Stato Maggiore dell'Esercito

Albisola: artificieri dell’esercito neutralizzano una bomba da 500 libbre

 

Albisola Superiore (SV), 9 Aprile 2015 – Una bomba d’aereo da 500 libbre (226 Kg) è stata neutralizzata oggi dagli artificieri dell’Esercito, appartenenti al 32° reggimento genio della brigata alpina Taurinense,nel quartiere Oliveto.

L’ordigno, una bomba d’aereo di fabbricazione statunitense con 140 chili di esplosivo, è stato prima privato in loco dei meccanismi d’innesco, rendendolo sicuro al trasporto, e successivamente fatto brillare presso la vicina cava Beata, tra le frazioni di Ellera e Luceto, nello stesso territorio comunale.

Le operazioni di messa in sicurezza dell’ordigno si sono concluse nel pieno rispetto del programma, anche grazie al supporto operativo offerto dal Comune di Savona. Alle 15:00 le aree preventivamente sgomberate sono state rese accessibili e le oltre 1.200 famiglie evacuate hanno fatto ritorno a casa. Sono state riaperte l’autostrada A10, l’Aurelia e la linea ferroviaria tra Varazze e Savona, ripresa l’erogazione dell’energia elettrica e sono stati ripristinati i servizi di telefonia mobile.

La bomba, veniva impiegata nel passato per la distruzione di depositi munizioni, stazioni e linee ferroviarie, ponti, installazioni. Per la rimozione dei meccanismi d’innesco (spolette) gli artificieri dell’Esercito hanno utilizzato speciali apparecchiature come la “chiave a razzo”, per operare a distanza di sicurezza. Gli effetti del brillamento, che ha distrutto definitivamente l’ordigno, sono stati annullati ponendo la bomba sul fondo di un buca di quattro metri ricoperta con più di 60 metri cubi di terra.

L’intervento è stato condotto dagli specialisti del 32° reggimento guastatori della brigata alpina Taurinense, uno dei 12 reggimenti dell’Esercito in grado di intervenire per la bonifica degli ordigni esplosivi e dei residuati bellici.  Negli ultimi 10 anni gli interventi sono stati oltre 30000.

L’Esercito, grazie alla capacità “dual-use” dei Reparti del Genio, oltre all’impiego operativo nelle missioni internazionali, è in grado d’intervenire tempestivamente, in tutto il territorio nazionale, a supporto della popolazione, in interventi di pubblica utilità. L’Esercito è l’unica Forza Armata preposta alla formazione degli artificieri di tutte le Forze di Polizia, Forze Armate e Corpi Armati dello Stato.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Stato Maggiore dell'Esercito

Presenti le Forze Armate al Salone dello Studente di Firenze

 

Firenze, 9 aprile 2015 – Lo Stato Maggiore della Difesa è presente al Salone dello StudenteCampus Orienta 2015 che oggi e domani 10 aprile giunge alla sua quarta tappa presso la stazione Leopolda di Firenze.

Un’occasione in più, riservata agli studenti del 4° e 5° anno delle scuole superiori, per conoscere il mondo delle donne e degli uomini dell’Esercito, Marina Militare, Aeronautica Militare e dell’Arma dei Carabinieri che, grazie al loro impegno, danno non soltanto un supporto fondamentale per la sicurezza del Paese, ma vogliono trasmettere le proprie esperienze ed il grande valore della professione “con le stellette”.

Sarà inoltre possibile partecipare alla conferenza “I giovani incontrano le Forze Armate” nella mattina di venerdì 10 aprile alle ore 10.15 presso la sala Dante, dove i ragazzi avranno l’opportunità di entrare maggiormente in contatto con il mondo reale e quotidiano della Difesa, nonché potersi fare un’idea a più largo spettro sulle possibilità per il loro futuro. 

© All rights reserved
Fonte e immagini: Stato Maggiore della Dufesa

OpinioniWeb-XYZ

Oltre il bar dello sport: opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa e Cooperazione Internazionale

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade