Annunci

Archivi del giorno: gennaio 22, 2015

Cordoglio per la scomparsa dell’asso Petrosellini. Il generale Preziosa rende l’ultimo saluto ad uno dei protagonisti della Regia Aeronautica

Roma, 22 gennaio 2015 – ​​Il capo di stato maggiore dell’Aeronautica Militare, generale di squadra aerea Pasquale Preziosa, e tutta la Forza Armata esprimono sentimenti di profondo cordoglio e vicinanza ai familiari del compianto Costantino Petrosellini, asso della Regia Aeronautica.

Arruolatosi nella Regia Aeronautica nel 1938, Petrosellini frequentò le scuole di volo di Pisa e Foligno, ottenendo il brevetto di pilota militare nella primavera del 1940. Durante il Secondo Conflitto Mondiale prese parte alle operazioni in Jugoslavia, in Africa settentrionale e sul Mediterraneo, abbattendo ben 5 velivoli alleati.
Nel corso della sua carriera ha pilotato 80 tipi diversi di aerei, effettuando oltre 20.000 ore di volo.
Attraverso le sue imprese aviatorie, ha lasciato un segno profondo nella storia dell’aviazione militare e un ricordo indelebile quale pilota di altissimo spessore.
© All rights reserved
Fonte: Aeronautica Militare
Annunci

Aeronautica, concluso corso aereo su malati infettivi. Qualificati tredici militari olandesi

Pratica di Mare, 22 gennaio 2015 – Si è concluso oggi, presso l’infermeria principale dell’aeroporto militare di Pratica di Mare, un corso sulla gestione dell’evacuazione aero-medica di pazienti affetti da malattie altamente infettive, per la prima volta aperto ad appartenenti di forze armate straniere. È la prima attività di formazione a favore di forze armate straniere. A Pratica di Mare sono state riprodotte le stesse procedure utilizzate per il rimpatrio del medico di Emergency dalla Sierra Leone.

Tredici operatori sanitari della Royal Netherlands Air Force (RNLAF), la forza aerea olandese, hanno infatti preso parte all’attività di formazione organizzata dall’Aeronautica Militare, leader in ambito nazionale ed europeo nella capacità di trasporto in bio-contenimento.

Il corso, richiesto dalle stesse forze armate olandesi, rientra in un programma di addestramento che il servizio sanitario dell’Aeronautica Militare ha da tempo avviato in ambito nazionale. Il programma prevede una serie di corsi ed esercitazioni già svolte in collaborazione con l’Istituto Spallanzani di Roma e l’ospedale Sacco di Milano, per condividere le esperienze maturate in circa un decennio di studi ed operazioni reali nonché consolidare un processo di standardizzazione sulle procedure legate alla gestione di malattie emergenti tra tutte le principali realtà, sia civili che militari, che a vario titolo operano nel settore, in particolare in ambito aeroportuale. L’attività di formazione più recente risale ai primi giorni di gennaio, svolta a favore di personale sanitario della Marina Militare; in precedenza, invece, i corsi erano stati rivolti a rappresentanti dello stesso ministero della salute, 118 e Croce Rossa Italiana, e di altre forze armate, corpi armati dello Stato e rappresentanti delle forze dell’ordine.

I membri del Team di Bio-contenimento dell’Aeronautica Militare, molti dei quali erano a bordo del Boeing KC-767 che lo scorso 25 novembre ha riportato in Italia Fabrizio Pulvirenti, il medico di Emergency contagiato dal virus ebola in Sierra Leone, hanno fornito ai colleghi olandesi le conoscenze tecniche e le procedure per l’uso dei sistemi di trasporto isolati in dotazione all’Italia, speciali barelle a pressione negativa che permettono il trasporto e la gestione dei pazienti in totale sicurezza durante il volo.

Durante il corso – oltre a cenni di natura teorica sul concetto di bio-contenimento e sulle modalità di trasmissione di particolari agenti biologici e malattie altamente infettive quali appunto ebola, antrace, vaiolo – sono state riprodotte fedelmente tutte le fasi di imbarco/sbarco dal velivolo degli speciali isolatori avio-trasportabili e le procedure di isolamento e decontaminazione utilizzate in area aeroportuale.

Sperimentati, inoltre – in anteprima assoluta – nuovi ed evoluti sistemi di rilevazione della temperatura corporea attraverso speciali telecamere termiche, una delle tecnologie su cui tutti i maggiori Paesi sviluppati stanno puntando quale strumento di scoperta precoce e gestione di potenziali casi infetti in situazioni ad alta concentrazione di persone (quali ad esempio gli aeroporti). L’iniziativa è il frutto di una cooperazione in atto tra l’Aeronautica Militare e l’Istituto di ricerca in tecnologie biomediche avanzate (IBAT) e il dipartimento di neuroscienze dell’Università “Gabriele d’Annunzio” di Chieti.

L’Aeronautica Militare ha sviluppato tale capacità di evacuazione aeromedica sin dal 2005, attraverso l’acquisizione di speciali sistemi detti ATI – Aircraft Transit Isolators (di brevetto britannico). La capacità di trasporto aereo in bio-contenimento è una capacità militare, disponibile ad uso e finalità civili. Essa è stata, infatti, sviluppata dall’Aeronautica Militare in coordinamento sia con il Ministero della Salute, sia con la Protezione Civile, responsabili del trasporto di terra del paziente e della gestione delle operazioni di emergenza sanitaria in ambito nazionale. Il personale deputato alle attività di trasporto in bio-contenimento assicura un servizio di reperibilità che consente, in qualsiasi momento – 24 ore su 24, 365 giorni all’anno – di avviare la procedura in tempi ristrettissimi. L’unità d’isolamento aereo impiegabile per una evacuazione sanitaria in bio-contenimento è costituita da un numero di specialisti che può variare in ragione del tipo di velivolo impiegato e del tipo e livello di minaccia presente.

© dn
© Alrghtsev
Fo: ruMapie
boniento: Aeronautica Militare


Cosenza: falsi invalidi, truffa da due milioni di euro

Cosenza, 22 gennaio 2015 – La Polizia di Stato di Cosenza e la Guardia di Finanza hanno eseguito, questa mattina, 7 provvedimenti cautelari in un’operazione per truffa da due milioni di euro, nella quale sono indagate circa 144 persone tra cui: medici, tecnici di laboratorio, avvocati e beneficiari degli indennizzi di falsi incidenti stradali.

Vari i capi di imputazione: dall’omicidio volontario al falso ideologico e materiale in atto pubblico, corruzione, peculato, frode e truffa ai danni dello Stato.

In particolare, nel corso dell’attività investigativa, condotta dalla Polizia Stradale e dalla Guardia di Finanza – Comando Provinciale, è emerso che le persone coinvolte, attraverso studi legali situati in Corigliano e Mesoraca, ottenevano, con la complicità di alcuni medici, certificazione medica attestante patologie invalidanti senza essere stati sottoposti alle visite mediche o radiografie.

L’organizzazione criminale è stata individuata con base operativa nell’ospedale civile di Corigliano Calabro, ove alcuni medici compiacenti rilasciavano certificazioni mediche in tutto o in parte viziate da falsità al fine di trarre in inganno i medici legali di compagnie assicurative e, quindi, conseguire illeciti profitti.

Agli arresti domiciliari 4 persone indiziate del delitto di infanticidio, tra questi un medico e una donna che, trovandosi in avanzato stato di gravidanza, nello specifico tra la 24esima e la 28esima settimana di gestazione, ha simulato un incidente stradale perdendo il  neonato per ottenere il risarcimento del danno. Infatti, nonostante la partoriente fosse indotta al parto prematuro, il feto nasceva vivo e poi soppresso da personale medico dell’ospedale di Corigliano Calabro.

L’inchiesta è stata sviluppata su due filoni investigativi, relativi alle truffe ai danni delle assicurazioni e ai “falsi invalidi”.

Riguardo alle truffe assicurative, gli investigatori hanno rilevato numerosi falsi incidenti stradali per lucrare sui rimborsi assicurativi. Tutte le pratiche erano istruite da un avvocato di Corigliano Calabro, anch’esso coinvolto negli illeciti.

Indagando sui “falsi invalidi”, le indagini hanno portato all’individuazione di una vera e propria associazione di circa 45 persone, tra cui impiegati del patronato di Corigliano Calabro e un avvocato patrocinatore di cause previdenziali e assistenziali finalizzate al perseguimento di truffe ai danni dell’INPS conseguenti  all’indebito riconoscimento giudiziario delle indennità di invalidità civile e/o di accompagnamento.

Nei confronti del medico dell’ospedale di Corigliano Calabro inoltre sono stati verificati casi di falsa attestazione di presenza in servizio, in particolare, il sanitario,  nonostante facesse risultare la presenza in servizio avendo timbrato il cartellino, spesso si allontanava dalla struttura ospedaliera.

Nel complesso, tra indebite indennità percepite e rimborsi assicurativi erogati sulla base di documentazione falsa si stima un danno economico di circa due milioni di euro.

Infatti, a seguito di normali visite specialistiche che i medici tenevano anche presso strutture pubbliche e che venivano pagate dai 50 ai 300 euro, erano concordati e perfezionati certificati in grado di poter garantire, al termine dell’iter peritale con l’ente assicurativo o previdenziale, rimborsi consistenti anche in decine di migliaia di euro nonché pensioni di invalidità in danno degli enti previdenziali e assistenziali dello Stato.

La posizione dei soggetti destinatari di pensioni di invalidità e accompagnamento è stata segnalata ai competenti enti previdenziali per l’avvio di opportune procedure di revisione, allo stesso modo analogo indirizzo è stato adottato per gli enti assicurativi.

© All rights reserved
Fonte: Polizia di Stato


Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa e Cooperazione Internazionale

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade