Archivi del giorno: gennaio 21, 2015

Corsi di volo presso la marina USA: riconoscimento per gli ufficiali della marina italiana

d5ac1ad7-af2a-4c7b-9b9d-47e5740476d2piloti-9

Florida, 21 gennaio 2015 – Nei giorni scorsi il comandante del Training Air Wing 5, col. Gary Kling, ha consegnato l’Academic Achievement Award ai sottotenenti di vascello Tommaso Scolaro, Alberto Mussida e Piero Fanizza, ufficiali del Corso Ares in addestramento presso gli Helicopter Training Squadrons 8 e 18 nella base di NAS Whiting Field, in Florida.

I tre piloti hanno completato gli studi accademici relativi all’addestramento al volo in elicottero sfiorando il massimo punteggio previsto e distinguendosi, nettamente, tra i loro colleghi, ivi inclusi i madrelingua statunitensi.

L’Academic Achievement Award è un ambìto riconoscimento conferito solo a una minima aliquota degli ufficiali in formazione presso le scuole di volo della US Navy. Per averne diritto, gli aspiranti piloti devono completare gli esami accademici previsti dall’iter e rientrare nel miglior 10% di tutti gli Student Naval Aviators in addestramento.

In questa occasione tre frequentatori della Marina (meno del 2% del totale dei frequentatori delle scuole di volo) sono stati premiati nello stesso giorno. Solo negli ultimi mesi sono state conquistate anche:

  • tre “Navy Excellence” per l’accuratezza nell’addestramento “Aria-Suolo” (una per il STV Giuseppe Lamacchia e due per l’AUPC Marco Raciti);
  • un riconoscimento di “Studente del mese” presso il “Jet Training Squadron 9” (AUPC Raciti);
  • una Commodore List With Distinction nell’addestramento avanzato su aerei plurimotore (GM Davide Caporale);
  • una Commodore List With Distinction nell’addestramento basico su aerei monomotore (AUPC Vittorio Cottini).
© All rights reserved
Fonte: Marina Militare

Modena: l’arcivescovo ordinario militare per l’Italia in visita all’accademia militare

Modena, 21 gennaio 2015 – La scorsa settimana, in occasione dell’incontro pastorale con i cappellani militari della regione Emilia Romagna, S.E. monsignor Santo Marcianò, arcivescovo ordinario militare per l’Italia, ha fatto visita all’Accademia Militare di Modena, accolto dal generale di divisione Salvatore Camporeale, comandante dell’istituto.

Dopo la resa degli onori da parte di un picchetto in armi di allievi ufficiali, l’arcivescovo ordinario militare per l’Italia ha ricevuto un briefing informativo sulle attività dell’istituto, cui è seguita una visita alle principali infrastrutture. La visita si è conclusa con una conferenza su “Etica e Persona”, rivolta agli allievi ufficiali e al personale del quadro permanente, nel corso della quale S.E. monsignor Santo Marcianò ha sottolineato l’importanza dei valori umani e la necessità di un approccio etico nel mondo militare ed in particolare presso l’accademia, unico Istituto deputato alla formazione dei futuri comandanti.​

© All rights reserved
Fonte: COMFORDOT

I lancieri di Aosta cedono al 4° genio il comando del settore Sicilia Occidentale

Palermo, 21 gennaio 2015 – Dopo 866 giorni di intenso quanto appagante lavoro i Lancieri di Aosta cedono il comando del V raggruppamento Sicilia Occidentale composto dai sotto settori di Palermo, Trapani, Agrigento, Caltanissetta e Ragusa.

Settore che ha visto operare i rossi lancieri senza risparmio di risorse ed energie disimpegnando la missione loro affidata al meglio in un’operazione lunga, complessa e impegnativa su diversi fronti, in particolare nel controllo dei flussi migratori, dove hanno operato in prima linea presso l’isola di Lampedusa e nel sito di Pozzallo, nel contrasto alle associazioni criminali nell’area metropolitana di Palermo in concorso con le forze di pubblica sicurezza.

Sotto il comando dei lancieri di Aosta hanno operato, oltre che tutti gli squadroni del reggimento, anche molti altri reparti della forza armata e non solo. In particolare, nell’ultimo periodo, anche l’aeronautica militare ha concorso, con il suo personale, a garantire il controllo del sotto settore di Lampedusa.

In 866 giorni di operazione i lancieri di Aosta, comandati dal colonnello Spartaco Tassinari, hanno costantemente impiegato in media sempre più di 350 uomini e 30 mezzi tattici in costante coordinamento, oltre che con le forze di pubblica sicurezza, anche con le Prefetture dei principali capoluoghi di provincia siciliani. In ogni momento i valori espressi sul terreno hanno determinato per i rossi lancieri il più ampio riconoscimento sia in ambito civile che militare.

11335 servizi di pattugliamento sia appiedato che motorizzato, oltre un milione di chilometri percorsi, circa 10.000 migranti assistiti sono solo alcuni dei numeri che fotografano l’operazione che i lancieri di Aosta hanno appena concluso.

Il concorso nel recupero dei migranti a seguito del naufragio del 03 Ottobre 2013, i numerosi tentativi di fuga dai centri di espulsione sventati, i magistrati a cui è stata garantita un’adeguata cornice di sicurezza, la sorveglianza ai consolati stranieri,  rappresentano alcune delle delicate mansioni svolte dagli uomini e donne dei rossi lancieri e dal personale degli altri reparti di cui il comando dei lancieri di Aosta si è avvalso per l’assolvimento del compito assegnato. Dopo il passaggio di testimone con il 4° guastatori l’impegno dei lancieri si ridimensiona ma non cessa. Rimarrà infatti a due squadroni dei cavalieri di Sicilia la responsabilità dei sotto settori di Palermo e Trapani.​

© Al rights reserved
Fonte: COMFOTER

Carabinieri rinvengono armi a salve e munizioni nella boscaglia durante un servizio di controllo del territorio

Soveria Mannelli (CZ), 21 gennaio 2015 – Questa mattina i carabinieri della compagnia di Soveria Mannelli hanno rinvenuto due pistole a salve e numerose munizioni occultate dietro una siepe in una località isolata del comune di Martirano (CZ).

In particolare, nelle prime ore della mattina, una pattuglia della stazione carabinieri di Conflenti, in servizio di controllo del territorio, ha notato, transitando in località San Fili di Martirano, nei pressi di un casolare abbandonato, una busta di plastica che era stata occultata con cura dietro una siepe. Insospettiti dalla presenza del sacchetto, che si mostrava pieno al suo interno, i militari hanno deciso di procedere ad un accurato controllo del contenuto, constatando al suo interno due pistole a salve, di cui una dotata di tappo rosso, e diverse munizioni, sia da sparo che a salve, del seguente tipo:

  • 94 cartucce cal. 12 a palla,
  • 51 cartucce cal. 32,
  • 8 cartucce cal. 8 a salve.

Le due pistole e le munizioni in questione si presentavano in discreto stato di conservazione, come se qualcuno le avesse momentaneamente accantonate in un posto ritenuto “sicuro” per poi utilizzarle in un secondo momento. I militari eseguiranno in ogni caso i dovuti accertamenti per poter stabilire se le armi siano state utilizzate per scopi illeciti per poi essere abbandonate nella boscaglia al fine di evitare che si potesse risalire all’identità degli utilizzatori.

© All rights reserved
Fonte: (Legione Carabinieri Calabria, compagnia di Soveria Mannelli)

Afghanistan: la Joint Air Task Force assume la gestione dell’aeroporto di Herat

Herat, 21 gennaio 2015 – La Joint Air Task Force (JATF), componente dell’aeronautica militare rischierata in Afghanistan, ha di recente assunto la gestione dell’aeroporto di Herat​.

L’operazione rientra nell’ambito delle predisposizioni tattico-logistiche successive al passaggio della base di supporto avanzata (Forward Support Base – FSB) dal comando spagnolo a quello italiano.

Nel corso della cerimonia tenutasi presso la linea volo di Camp Arena, sede del Train Advise Assist Command West (TAAC-W) su base brigata bersaglieri Garibaldi al comando del generale di brigata Maurizio Angelo Scardino, è stata inoltre formalizzata la costituzione dell’Airfield Management Task Group (AMTG), neocostituita unità multinazionale alle dipendenze della JATF, comandata dal colonnello Paolo Latini, che d’ora in poi svolgerà le principali funzioni di gestione dell’aeroporto, tra cui il controllo del traffico aereo, il meteo, la sicurezza del volo e antincendio, e per la gestione delle operazioni che si svolgeranno.

Il generale Scardino ha sottolineato che il passaggio di responsabilità rientra nel quadro della futura cessione delle strutture di Camp Arena e dello stesso aeroporto alle autorità afghane.

© All rights reserved
Fonte: Aeronautica Militare

Somalia: attività umanitaria a favore della popolazione

Mogadiscio, 21 gennaio 2015 – Nell’ambito delle attività di cooperazione tra Italia e Somalia, i militari italiani hanno consegnato nei giorni scorsi viveri destinati a 450 famiglie della regione di Banadir.

Un segno tangibile della vicinanza alla popolazione civile da parte del personale italiano che nell’ambito dell’EUTM Somalia è impiegato nel rafforzamento del governo federale di transizione somalo.

L’Italia partecipa alla missione EUTM Somalia (European Union Training Mission to contribute to the training of Somali security forces) con 76 militari impiegati in vari ambiti, da quello principale dell’addestramento delle Forze armate somale alla sicurezza dei movimenti e del contingente.

Dal 15 febbraio 2014 il comandante della missione è il generale di brigata Massimo Mingiardi.

© All rights reserved
Fonte: contingente italiano in Somalia

Il comandante militare esercito Marche incontra il nuovo prefetto di Ancona

Ancona, 21 gennaio 2015 – Il comandante militare esercito Marche, generale di  brigata Rosario Silvestro Moschella si presenta al nuovo prefetto di Ancona

​Il comandante militare esercito Marche ha incontrato, nei locali dell’ufficio territoriale del governo, il nuovo prefetto della città di Ancona, dr. Raffaele Cannizzaro, insediatosi lo scorso 5 gennaio e proveniente dalla prefettura di Catanzaro.

Il generale Moschella, a margine dell’incontro, ha avuto modo di rinnovare i ringraziamenti alla prefettura, per le preziose e fattive sinergie con il comandante militare esercito Marche, volte alla realizzazione di alcuni importanti iniziative locali legate alle commemorazioni del centenario della grande guerra.​

© All rights reserved
Fonte: Comando Militare della Capitale

OpinioniWeb-XYZ

Oltre il bar dello sport: opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa e Cooperazione Internazionale

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade