Annunci

Archivi del giorno: gennaio 17, 2015

Carabinieri: il generale Tullio Del Sette è il nuovo comandante generale dell’Arma

Roma, 17 gennaio 2015 – Si è è tenuta ieri la cerimonia di avvicendamento per il nuovo comandante generale dell’arma dei carabinieri presso la caserma De Tommaso, sede della Legione Allievi Carabinieri, fra il generale Leonardo Gallitelli e il generale Tullio Del Sette.

Il ministro della difesa Roberta Pinotti, accompagnato dal capo di stato maggiore della difesa ammiraglio Luigi Binelli Mantelli, è intervenuto alla cerimonia.

​​​Nel suo intervento, il ministro Pinotti si è congratulato con il generale Gallitelli per i risultati raggiunti dall’Arma sotto il suo comando, e ha formulato i suoi auguri al generale Del Sette – già capo di gabinetto del ministro – per gli impegni e le sfide che la Benemerita dovrà affrontare in un momento particolarmente delicato.

Il Ministro ha ricordato l’opera svolta nei cinque anni del suo mandato dal generale Gallitelli, quale straordinario organizzatore di un’Arma sempre più efficiente e capace di rispondere alle esigenze del Paese.

“L’Arma è da sempre un punto di riferimento e di solidità” ha sottolineato, aggiungendo che con la leadership del generale Del Sette, fatta di dedizione, alta professionalità e umanità, l’Arma progredirà ulteriormente.

Il generale Tullio Del Sette, nominato dal consiglio dei ministri il 24 dicembre 2014, è il 59° comandante generale dell’Arma.

Alla manifestazione, che si è svolta alla scuola allievi carabinieri di Roma – luogo dove fu celebrato il primo centenario dell’Arma e dove è custodita la Bandiera di Guerra dei Carabinieri – hanno partecipato, tra gli altri, il ministro dell’interno Angelino Alfano, il ministro della giustizia Andrea Orlando, gli ex ministro della difesa Martino, Parisi, La Russa e Mauro, i sottosegretari di stato alla difesa Gioacchino Alfano e Domenico Rossi, i vertici della difesa, le associazioni combattentistiche e d’Arma, e numerose autorità civili e militari.

Biografia del generale Tullio Del Sette

Il generale di corpo d’armata Tullio Del Sette, nato a Bevagna (PG) il 4 maggio  1951, coniugato con due figli, ha intrapreso la carriera militare nel 1970 e ha frequentato il  152° corso dell’accademia militare di Modena e della scuola di applicazione carabinieri di Roma, conseguendo il grado di sottotenente il 1° settembre 1972.

È stato nominato generale di corpo d’armata il 1° gennaio 2012. È laureato in giurisprudenza, in scienze politiche e in scienze della sicurezza interna ed esterna, con il massimo dei voti.

Da ufficiale inferiore, dopo una prima esperienza quale comandante di plotone del I battaglione della scuola allievi carabinieri di Roma e dell’accademia militare di Modena, è stato comandante delle compagnie di Spoleto, Perugia, Roma – san Pietro e Roma – centro.

Da ufficiale superiore ha ricoperto gli incarichi di capo sezione e di capo ufficio pubbliche relazioni del comando generale dell’arma dei carabinieri, di comandante provinciale di Pisa, di capo di stato maggiore della regione carabinieri Campania, di comandante provinciale di Torino e, infine, di capo del I reparto del comando generale dell’arma dei carabinieri.

Da ufficiale generale è stato comandante della regione carabinieri Toscana in Firenze, capo ufficio legislativo del ministero della difesa, comandante unità mobili e specializzate carabinieri “Palidoro” e comandante interregionale carabinieri “Podgora” in Roma, nonché presidente della commissione di valutazione per l’avanzamento del comando generale dell’arma dei carabinieri. È stato vice comandante generale dell’arma dei carabinieri dall’8 luglio 2013 al 23 giugno 2014 e, per ultimo, capo di gabinetto del ministro della  difesa.

Nel corso della carriera gli sono stati conferiti 3 encomi solenni e un elogio. È stato insignito di: medaglia mauriziana al merito di dieci lustri di servizio militare, croce d’oro con stelletta per anzianità di servizio militare, medaglia d’oro al merito di lungo comando di reparto, cavaliere di gran croce dell’ordine al merito della repubblica italiana, medaglie NATO per le operazioni relative alla ex Yugoslavia e al Kosovo, medaglia d’oro al merito della Croce Rossa Italiana. È, infine, destinatario dell’insegna d’onore di appartenenza agli uffici di diretta collaborazione del ministro della difesa.

Dal 16 gennaio 2015 è comandante generale dell’arma dei carabinieri in Roma.

© All rights reserved
Fonte: Ministero della Difesa
Annunci

Marina militare: il pattugliatore Libra soccorre 490 migranti a 60 miglia da Tripoli. A bordo nasce un bimbo

Roma, 17 gennaio 2015 –  Il pattugliatore della Marina Militare Libra inserito nel dispositivo di Frontex “Triton” ha soccorso la scorsa notte, a 60 miglia nautiche dalle coste di Tripoli, due imbarcazioni con numerosi migranti a bordo. I due eventi SAR, condotti ed ultimati durante la notte, hanno portato al recupero da imbarcazioni in difficoltà di 111 e 175 migranti.

Nave Libra ha successivamente imbarcato 204 migranti soccorsi precedentemente dalla motovedetta CP905 delle capitanerie di porto.

Durante i soccorsi una donna somala, assistita dal personale medico della Marina militare, a bordo di nave Libra ha dato alla luce un bambino che è stato chiamato Hamed Idiris Ibraahim. Il piccolo e la mamma sono in buona salute.

Nave Libra, con i 490 migranti, si è poi diretta verso le coste italiane.

© All rights reserved
Fonte: Marina MIlitare

Sanità: organo ed equipe medica da Lamezia a Pisa con volo dell’aeronautica

Roma, 17 gennaio 2015 – È atterrato poche ore fa fa all’aeroporto militare di Pisa un Falcon 50 dell’Aeronautica Militare con a bordo un organo espiantato da una persona deceduta presso l’ospedale di Lamezia e l’equipe medica dell’azienda ospedaliera di Pisa che ha condotto l’operazione.

Il velivolo era decollato nella notte dalla base stanziale di Ciampino, su richiesta della prefettura di Pisa, per imbarcare presso lo scalo militare toscano l’equipe medica incaricata e condurla nel più breve tempo possibile a Lamezia per l’espianto.

Gli aeromobili del 31° stormo di Ciampino sono utilizzati per il trasporto di Stato e per missioni di pubblica utilità, quali il trasporto sanitario d’urgenza di ammalati, di traumatizzati gravi e di organi per trapianti, nonché per interventi a favore di persone comunque in situazioni di rischio. Questo servizio, coordinato dalla presidenza del consiglio dei ministri e dalla sala situazioni del comando della squadra aerea, viene svolto su tutto il territorio nazionale, isole comprese. L’attività di trasporto sanitario, dato l’imminente pericolo di vita delle persone trasportate, impone un livello di prontezza ventiquattr’ore al giorno, 365 giorni all’anno.

Sono già diversi i trasporti sanitari di urgenza svolti dal 31° stormo in questi primi giorni del 2015, l’ultimo nella notte tra il 13 e il 14 gennaio per trasportare dalla Sicilia un uomo in attesa di trapianto renale. La prima missione dell’anno, invece, è stata condotta il 5 gennaio dagli equipaggi della 46^ brigata aerea di Pisa, altro reparto sempre in prima linea per esigenze sanitarie ed umanitarie, impegnati in questo caso a trasportare – direttamente a bordo di un’ambulanza attrezzata caricata a bordo del velivolo – un bambino di appena un mese, ricoverato presso il reparto di neonatologia dell’ospedale civile di Sassari, per il quale si è reso necessario il trasporto immediato al Gaslini di Genova.

© All rights reserved
Fonte: Aeronautica Militare

Catania, arrestato stalker dalla polizia, alla donna conosciuta su facebook oltre 9.000 messaggi e 3.000 telefonate

Catania, 17 gennaio 2015 – Personale della Polizia Postale e delle Comunicazioni di Catania ha eseguito un’ordinanza di misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal Gip del Tribunale di Catania su richiesta della procura distrettuale, nei confronti di un uomo di anni 33, di Paternò (CT), ritenuto responsabile di atti persecutori (stalking) nei confronti di una donna di 25 anni residente in provincia di Catania.

La donna aveva conosciuto l’arrestato circa due anni fa tramite Facebook ma non aveva poi intrattenuto con lui alcun tipo di legame affettivo o sentimentale. Da oltre un anno ha subito  condotte persecutorie e molestie da parte dell’arrestato che si era invaghito di lei e non sopportava i suoi rifiuti.

Oltre 9000 i messaggi ingiuriosi e, talvolta, minacciosi ricevuti ai vari recapiti telefonici della donna, oltre 3000 chiamate e migliaia di comunicazioni per mezzo di contatti su Facebook, talora anche con l’utilizzo di profili falsi. Anche i familiari e le persone vicine della donna sono stati vittima di minacce ed ingiurie.

Lo stalker era giunto a pedinare la donna, appostandosi in alcuni luoghi da lei frequentati ed aggredendola anche fisicamente. L’atteggiamento dell’uomo, purtroppo, è diventato nel tempo sempre più aggressivo. Di recente, le minacce erano diventate gravi, anche nei confronti di familiari minori della giovane, creando il fondato timore per l’incolumità sua e dei prossimi congiunti, portando la vittima in uno stato di grave ansia e costringendola a modificare le sue normali abitudini di vita.

Per segnalare reati informatici alla polizia postale clicca QUI

© All rights reserved
Fonte: Polizia di Stato

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa e Cooperazione Internazionale

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade