Annunci

Archivi del giorno: ottobre 24, 2014

Un corso per Tiratori Scelti Anfibi (TSA) al Battaglione Scuole Caorle

23 ottobre 2014 – Il Battaglione Scuole Caorle della Brigata Marina San Marco è stato scelto per abilitare il personale provenite dai vari reparti operativi della propria Brigata a diventare tiratori scelti anfibi (TSA). 

La linea formativa del corso è stata modulata con particolare attenzione alllo studio degli scenari addestrativi in cui gli “allievi” sono stati immersi. Aspetto rilevante che non è mai venuto a mancare durante tutto l’arco del corso è quello legato al “livello di stress indotto”  nei confronti dei partecipanti al fine di abituarli ad operare, con lucidità e freddezza,  in ogni condizione.


I 10 frequentatori del corso sono stati formati da personale qualificato all’impiego di armi di precisionein ambiente terrestre e da piattaforma mobile, come le navi e gli elicotteri della Marina Militare.
L’addestramento, terminato il giorno 17 ottobre 2014, ha avuto una durata complessiva di cinque settimane, è stato articolato su due moduli: uno terrestre,di tre settimane, ed uno navale, di 2 settimane.
Scopo del corso addestrare i militari al tiro di precisione, ottenendo un livello qualitativo professionale di assoluta eccellenza.

© All rights reserved
Fonte: Marina Militare
Annunci

Aeronautica: concluso a Firenze il convegno sul futuro del dominio aerospaziale nazionale ed europeo

 

Firenze, 24 ottobre 2014 – Si sono conclusi oggi i lavori della conferenza “ The Multifunctional nature of the aerospace domain: a european approach”, organizzati nell’ambito delle attività connesse al semestre di presidenza italiana del consiglio dell’Unione Europea, alla presenza del ministro della difesa, sen. Roberta Pinotti ed al capo di stato maggiore dell’aeronautica militare, generale Pasquale Preziosa.

L’evento è stato incentrato su tre tematiche di rilevante interesse europeo e nazionale ed a connotazione “duale”: gli aeromobili a pilotaggio remoto (RPAS – Remotely Piloted Aircraft Systems), assetti di ormai indiscussa valenza militare in grado di assolvere funzioni di sempre maggiore interesse per il comparto civile; l’implementazione del futuro sistema europeo di gestione del traffico aereo (SESAR – Single European Sky Air Traffic Management Research) nell’ambito del Cielo Unico Europeo dove consentire l’impiego degli RPAS con minori limitazioni di quelle attuali; la definizione di un servizio di Space Weather, al fine di monitorare quei fenomeni fisici interplanetari che possono avere impatti diretti sulle telecomunicazioni satellitari e sull’accuratezza  dei sistemi satellitari di posizionamento, impiegati per gli RPAS.

I risultati dei lavori dei tre panel sono stati presentati nel corso di una tavola rotonda presieduta oggi dal ministro della difesa, Roberta Pinotti e dal capo di stato maggiore dell’Aeronautica Militare, generale di squadra aerea Pasquale Preziosa, alla quale hanno partecipato rappresentanti del mondo della Difesa sia nazionale che europei, nonché del settore industriale e della ricerca.

Il Ministro ha rimarcato l’attenzione e l’impegno con cui l’Italia guarda alla proposta di sviluppo congiunto europeo di capacità nel settore deli RPAS.

L’Italia – ha detto il Ministro della Difesa – è pronta a rendere disponibili le esperienze maturate e le infrastrutture tecniche ed addestrative realizzate per costruire insieme una soluzione europea in questo campo.

Il capo di stato maggiore dell’Aeronautica Militare, ha dichiarato: “La natura duale del dominio aerospazionale e delle tematiche trattate è ormai un dato acquisito. Sempre più spesso, innovazioni tecnologiche nate in campo militare sono poi transitate nelle applicazioni civili e viceversa”. Il generale Preziosa ha poi continuato evidenziando come “la scelta dell’Aeronautica Militare, presa oltre 13 anni fa di acquisire ed impiegare gli RPAS, si è dimostrata una scelta vincente e lungimirante che ha consentito alla Forza Armata di raggiungere una posizione di rilievo in ambito europeo ed internazionale e di stimolare il processo di evoluzione normativa che ha portato l’Italia all’avanguardia nel settore della regolamentazione”.

L’obiettivo del convegno è stato quello di promuovere la cooperazione militare, con particolare riferimento ai velivoli a pilotaggio remoto, parallelamente allo sviluppo di conoscenze scientifiche e capacità industriali che abbiano valenza polifunzionale in ambito nazionale ed europeo. L’evento ha coinvolto e messo a confronto attori di spicco, appartenenti al mondo accademico, industriale e militare, per favorire una visione d’insieme condivisa, che faciliti la cooperazione ed agevoli l’acquisizione congiunta, a livello europeo, di tecnologie abilitanti e capacità militari. Partner militari e civili possono, dunque, contribuire efficacemente allo sviluppo delle capacità aerospaziali europee anche a supporto della Politica di Sicurezza e Difesa Europea, di cui gli RPAS rappresentano uno dei pilastri.

L’Aeronautica Militare è da tempo coinvolta in varie iniziative a livello UE e NATO nel campo degli RPAS. I progressi tecnologici, organizzativi, addestrativi stimolati dall’impiego della linea predator, hanno consentito all’Aeronautica Militare ed all’Italia in generale, di raggiungere una posizione di primato ed eccellenza essendo la prima in Europa ad aver implementato una normativa che consente agli RPAS militari di operare nel cielo nazionale congiuntamente ai velivoli militari pilotati. Tra gli obiettivi posti dal convegno quello di costituire in Italia la prima Scuola di Volo europea per aeromobili a pilotaggio remoto, presso la base aerea di Amendola.

A margine della conferenza il generale Preziosa ha ricevuto dal Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica francese, generale Denis Mercier, la Légion d’Honneur con il grado di ufficiale dell’ordine come riconoscimento per aver saputo agevolare le relazioni bilaterali tra i due paesi. Il Suo impegno personale e l’approccio relazionale, particolarmente apprezzati, hanno permesso agli esperti francesi di poter studiare in modo approfondito i documenti sugli aeromobili a pilotaggio remoto “Reaper”.

L’iniziativa rientra nell’ambito delle attività connesse al Semestre di Presidenza Italiana del Consiglio dell’Unione Europea.

 © All rights reserved
Fonte: Aeronautica Militare
(Ufficio Pubblica Informazione)

Libano: cambio di responsabilità presso Italbatt, il reggimento Cavalleggeri guide (19°) subentra al reggimento Lancieri di Novara (5°)

Al Mansouri, 23 ottobre 2014 – Si è svolta   questo   pomeriggio, nella   base   italiana di Al Mansouri, la   cerimonia di avvicendamento delle unità   alla guida di ITALBATT, tra il reggimento Lancieri di Novara (5°) di Codroipo (UD) al comando del colonnello Elio Babbo ed il reggimento Cavalleggeri Guide (19°) di Salerno, con assetti forniti dal 7° Reggimento Bersaglieri di Altamura, agli ordini del colonnello Angelo Malizia, al loro terzo impiego in teatro operativo libanese.

Il comandante della Joint Task Force Lebanon, generale di brigata Stefano Del Col, che ha presenziato all’evento, nel suo intervento ha espresso gratitudine ai Lancieri di “Novara”, rimarcando l’encomiabile lavoro svolto ed evidenziando la forte vicinanza con la popolazione locale. In questi mesi sono stati realizzati numerosi progetti di cooperazione civile – militare e di assistenza medica con oltre 2000 persone visitate durante le attività di medical care condotte nelle 24 municipalità di ITALBATT. In particolare sono stati realizzati progetti per oltre 200.000 € come pozzi per l’acqua per la municipalità di Al Mansouri e Al Qulayla, donazioni di due ambulanze e di oltre 2500 kit di materiale scolastico distribuito in tutte le scuole dell’area di responsabilità dei caschi blu italiani altri.

Alla guida di ITALBATT dallo scorso 24 aprile 2014, il Reggimento Lancieri di “Novara” ha svolto, nelle attività di supporto alla popolazione locale in aderenza alla risoluzione 1701 delle Nazioni Unite e in assistenza alle Forze Armate Libanesi (LAF), più di 4000 attività di pattugliamento volte a garantire la sicurezza delle aree più sensibili del Libano del Sud ed oltre 500 attività congiunte con le LAF.

© All rights reserved
Fonte: Contingente italiano in Libano

Esercito: artificieri disinnescano a Napoli la mina trovata nel cantiere della metropolitana

cf5910c3-5d59-4286-85f2-68f505fefaa901Medium

Napoli, 23 ottobre 2014 – Questa mattina, un nucleo di artificieri dell’Esercito ha disinnescato una mina anticarro, risalente al secondo conflitto mondiale, rinvenuta ieri a Napoli, in piazza Municipio, nel cantiere dove sono in corso i lavori per la realizzazione della metropolitana. 

L’ordigno, una mina anticarro del tipo M1-A1 di fabbricazione americana contenente 2,7 kg di tritolo, è stato neutralizzato sul posto dagli artificieri dell’Esercito. Successivamente, la mina è stata trasportata presso una vicina cava dove è stata fatta brillare in sicurezza.

Gli artificieri intervenuti nel capoluogo campano provengono dal 21° Reggimento Genio Guastatori che è uno dei 12 reggimenti del genio dell’Esercito in grado di intervenire  per la bonifica degli ordigni esplosivi e dei residuati bellici.

Ogni reggimento genio ha una specifica competenza areale sul territorio nazionale e, dall’inizio del 2014, gli artificieri dell’Esercito hanno eseguito circa 1600 interventi specialistici per la bonifica di ordigni in tutta la penisola. Negli ultimi 10 anni gli interventi sono stati oltre 30000.

Grazie alla capacità “dual-use” dei propri reparti genio l’Esercito, oltre all’impiego operativo nelle missioni internazionali, è in grado d’ intervenire nei casi di pubbliche calamità ed utilità, in ogni momento, su tutto il territorio italiano a supporto della comunità nazionale.

© All rights reserved
Fonte: Ministero della Difesa

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa e Cooperazione Internazionale

Libano

immagini e documentazione raccolta da quotidiani libanesi

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade