Annunci

Archivi del giorno: ottobre 20, 2014

Mare Nostrum: un anno di soccorsi, aiuti e contrasto ai trafficanti di uomini. Oltre 152.000 i migranti assistiti


Roma, 20 ottobre 2014 – L’operazione Mare Nostrum (OMN) lo scorso 18 ottobre ha compiuto una anno e a bordo di nave San Giorgio, unità attualmente sede di comando del Comando del 29° Gruppo Navale (CGN29),  si è svolta la tradizionale cerimonia dell’ammaina bandiera, con l’equipaggio schierato sul ponte di volo per ricordare questo giorno.

Un anno di intenso lavoro per gli equipaggi delle nostre navi che vede la Marina Militare cooperare con enti e associazioni in una delle più imponenti missioni umanitarie del dopoguerra. Un impegno che ad oggi ha consentito di raggiungere importanti obiettivi, come aver contribuito a salvare la vita di migliaia di persone.

Il 18 ottobre 2013 il governo italiano, dopo i tragici eventi del 3 e dell’11 ottobre occorsi al largo di Lampedusa, ed anche a causa di uno straordinario incremento del fenomeno migratorio proveniente soprattutto dalle coste nord-africane, ha disposto l’attivazione dell’Operazione Mare Nostrum. La Marina Militare, in stretta sinergia con il Comando Generale delle Capitanerie di Porto, la Direzione Centrale dell’Immigrazione e della Polizia delle Frontiere del Ministero dell’Interno, con il supporto della Guardia di Finanza, dell’Aeronautica Militare, della Polizia di Stato, dei Carabinieri, inizia la sorveglianza costante delle acque dello stretto di Sicilia e a sud dell’isola di Lampedusa.

Dopo 365 giorni di attività, condotta 24 ore su 24, i migranti assistiti dai mezzi impegnati nel dispositivo Mare nostrum sono stati oltre 152.000 tra uomini, donne e bambini. 

Più di 95.000 migranti recuperati dalle navi della Marina Militare; 351 trafficanti di esseri umani assicurati alla giustizia grazie anche alla cooperazione con le procure interessate; 9 navi maggiori sequestrate. Risultati raggiunti grazie all’utilizzo di 32 navi militari, 2 sommergibili e elicotteri ed aerei che si sono avvicendati dall’inizio dell’operazione con l’impiego di una media di 900 militari al giorno; quasi 60 i trasporti sanitari con elicottero effettuati in emergenza; 13 i boarding su navi sospette da parte dei team di fucilieri della Brigata Marina San Marco.  

A un anno dall’inizio dell’OMN gli sforzi da parte della Marina Militare, Aeronautica Militare e di tutte le Amministrazioni e Corpi Armati dello Stato coinvolti, non si sono fermati. Nel corso di quest’anno numerose collaborazioni sono nate con lo scopo comune di salvaguardare la vita umana in mare e allo stesso tempo garantire una adeguata cornice di sicurezza sanitaria e controllo dei migranti che giungono sul nostro territorio. In particolare sono da menzionare:

© All rights reserved
Fonte: Marina Militare

 

 

Annunci

Scramble di due Eurofighter. I due caccia dell’Aeronautica Militare identificano un velivolo di linea indiano

Roma, 20 ottobre 2014 – Venerdì 17 Ottobre, un Boeing 787 “Dreamliner” dall’Air India, con tratta Delhi-Roma, ha fatto scattare l’allarme di scramble dopo essere entrato nello spazio aereo nazionale senza autorizzazione da parte degli enti del controllo spazio aereo. L’evento ha attivato il sistema di difesa aerea avviando la procedura di decollo rapido di due caccia Eurofighter dell’Aeronautica Militare.
Alle ore 18:26, l’Autorità Governativa Nazionale, ha ordinato il decollo immediato di due velivoli caccia intercettori in servizio di allarme sul territorio nazionale.
I due Eurofighter partiti dall’aeroporto del 4° Stormo di Grosseto in pochissimi minuti, sotto il controllo dei radar della difesa aerea assicurata dall’Aeronautica Militare, hanno eseguito la procedura di intercettazione, effettuata con un profilo di volo subsonico a circa 8000 mt (alta quota), nei cieli di Frosinone. Il velivolo di linea è stato identificato senza palesare la presenza dei due caccia, al fine di evitare l’eventuale preoccupazione dei passeggeri. A 30 km dall’aeroporto “Leonardo da Vinci” di Fiumicino, l’Autorità Governativa Nazionale, verificata l’assenza di pericoli per la sicurezza, ha comunicato l’ordine di rientro alla base per i due Eurofighter dell’Aeronautica Militare.
Come accaduto precedentemente durante gli interventi del 4 e 14 settembre e di quello ancora più recente del 7 ottobre, le procedure previste per la sorveglianza e il controllo continuo dello spazio aereo nazionale si sono confermate efficaci, nonchè prontamente e professionalmente eseguite.

L’Aeronautica Militare assicura la sorveglianza dello spazio aereo nazionale 365 giorni all’anno, 24 ore su 24, con un sistema di difesa integrato, fin dal tempo di pace, con quello degli altri Paesi appartenenti alla NATO. Il servizio è garantito dal 4° Stormo di Grosseto, dal 36° Stormo di Gioia del Colle e dal 37° Stormo di Trapani con velivoli caccia Eurofighter.

© All rights reserved
Fonte: 4° Stormo - Grosseto
Autore: Cap. Walter Pacini

Alessandria: l’esercito ha lavorato alla pulizia dell’alveo del Rio Predazzo

Alessandria, 20 ottobre 2014 – I Militari continuano a lavorare senza sosta per dare sollievo alla popolazione locale a seguito dell’alluvione. Gli esperti militari, appartenenti al 10° Reggimento Genio Guastatori di Cremona e al 2° Reggimento Alpini di Cuneo, sotto il comando del tenente colonnello Paolo Fasolino, comandante della task force locale, coordinati dal Comando Forze di Difesa Interregionale Nord di Padova, stanno continuando a lavorare senza sosta per dare sollievo alla popolazione locale che ha visto gravemente danneggiate le proprie case a seguito dell’alluvione.

In particolare lo scorso venerdì a Cassano Spinola (AL) i militari hanno pulito l’alveo del Rio Predazzo, per un tratto a monte del ponte nei pressi di via Gavazzana, una delle vie più martoriate dalle recenti precipitazioni nella provincia di Alessandria.

Il sindaco locale, avvocato Marco Traverso, vista la disponibilità di mezzi e la capacità professionale dell’Esercito, soccorso in aiuto alla popolazione, ha disposto la pulizia del torrente in questione per una lunghezza di circa 100 metri, consistente nella rimozione dei detriti accumulatisi durante la piena con trasporto e accatastamento temporaneo degli stessi in un’area designata di proprietà comunale.

© All rights reserved
Fonte: Stato Maggiore dell’Esercito


Calcio e legalità: le misure di sicurezza per le partite Napoli-Verona e Napoli-Roma

Roma, 20 ottobre 2014 – Nel pomeriggio si è tenuta la riunione straordinaria del Comitato di Analisi per la Sicurezza delle Manifestazioni Sportive.

All’ordine del giorno le prossime gare in programma presso lo Stadio San Paolo di Napoli,  “Napoli – Verona” e “Napoli – Roma”.

Sul punto, il Comitato ha preso atto di una serie di criticità strutturali che hanno recentemente interessato il settore ospiti dell’impianto partenopeo ed ha, contestualmente, valutato i profili di altissimo rischio delle gare con il Verona e la Roma.

Gli elementi di pericolosità, concordi, attuali e concreti, aggravati dalla criticità strutturale, hanno indotto l’organismo collegiale, di alta specializzazione informativa, ad indicare le seguenti prescrizioni alle competenti autorità provinciali di pubblica sicurezza:

  • per l’incontro Napoli – Hellas Verona, la vendita dei biglietti sarà esclusa per i residenti nella regione Veneto, compresi i possessori di fidelity card. Sul punto il Comitato ha, comunque, rivolto un plauso per il lavoro di legalità che sta portando avanti la Società dell’Hellas Verona con i propri tifosi insieme alla questura scaligera;
  • per l’incontro Napoli – Roma del 1° novembre P.V., la vendita dei tagliandi sarà riservata in prelazione ai possessori della fidelity card regolarmente rilasciata dalla S.S.C. Napoli e, negli ultimi 5 giorni, a tutti i tifosi partenopei con esclusione dei residenti nella Regione Lazio, compresi i possessori di fidelity card.

Le due società potranno organizzare iniziative di legalità tese a portare allo stadio giovani delle scuole e delle scuole calcio rappresentativi dei due club.

I dettagli dell’iniziativa, ove i due club confermino la propria disponibilità, saranno discussi in sede di Osservatorio.

© All rights reserved
Fonte: Polizia di Stato

 

 


Rieti: saluto di commiato del generale Gaetano Antonio Angelo Maruccia

Rieti, 20 ottobre 2014 – Oggi il comandante della legione carabinieri Lazio, generale di divisione Gaetano Antonio Angelo Maruccia, si è recato presso il comando provinciale dei carabinieri di Rieti per un saluto di commiato.

L’ufficiale generale, destinato ad altro prestigioso incarico presso il comando generale dell’arma, è stato accolto dal comandante provinciale, colonnello Giovanni Roccia, alla presenza degli ufficiali e comandanti sia dei reparti della sede che di quelli delle compagnie di Cittaducale e Poggio Mirteto. All’evento ha presenziato anche una rappresentanza dell’arma in congedo.

Il comandante della legione, nel suo intervento, ha voluto ringraziare per l’impegno profuso, tutti i carabinieri della provincia, sia per i risultati prodotti che per la convinta azione di supporto sociale, quale espressione concreta dello spirito dell’arma a favore del cittadino anche fuori dal servizio attivo.

Nel corso della cerimonia, sono stati consegnati anche 8 riconoscimenti (encomi semplici) ad alcuni militari che si sono distinti in particolari attività investigative nell’anno in corso. Nello specifico, sono stati premiati i militari che hanno partecipato attivamente all’operazione di polizia giudiziaria denominata A po’ mentu, con la quale è stato disarticolato un canale di rifornimento di sostanze stupefacenti provenienti dalla capitale e spacciate nei territori dei comuni di Poggio Moiano, Fara in Sabina e Cittaducale.

L’indagine, conclusasi nel febbraio dell’anno in corso, alla quale hanno preso parte i militari del nucleo investigativo del reparto operativo di Rieti e dell’aliquota operativa del NORM della compagnia di Rieti, ha portato all’arresto di 19 soggetti ed all’emissione di altre 3 misure coercitive della libertà personale. Dopo la visita, l’ufficiale generale si è intrattenuto con una rappresentanza di militari di ogni ordine e grado del comando provinciale.

© All rights reserved
Fonte: Arma dei Carabinieri
(Comando provinciale di Rieti)

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa e Cooperazione Internazionale

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade