Annunci

Archivi del giorno: ottobre 3, 2014

Marcianise: inaugurata la nuova caserma dei carabinieri


unnamed (7)

Marcianise, 3 ottobre 2014 – Cerimonia di inaugurazione della nuova caserma sede del comando della compagnia carabinieri questa mattina a Marcianise, e intitolazione di una strada comunale

Hanno presenziato la cerimonia il ministro della difesa, Roberta Pinotti, il comandante generale dell’arma dei carabinieri, generale di corpo d’armata Leonardo Gallitelli, il comandante interregionale “Ogaden” generale di corpo d’armata Franco Mottola e del generale di brigata Gianfranco Cavallo comandante della legione carabinieri Campania, oltre a numerose autorità civili, religiose e militari.

unnamed (3)

Hanno inoltre partecipato all’evento il prefetto di Caserta S.E. Carmela Pagano ed il vescovo di Caserta S.E. Mons. Giovanni D’Alise e il sindaco della città di Marcianise Antonio De Angelis. La madrina dell’evento è stata la signora Assunta Sabatino, vedova del generale di brigata Gennaro Niglio, medaglia d’argento al valor militare. In concomitanza con l’evento si è proceduto all’intitolazione della strada comunale prospicente l’ingresso della Compagnia Carabinieri oggi inaugurata.

unnamed (2)

La strada ha preso il nome del maresciallo ordinario Rino Pio Golino, originario di Marcianise e deceduto a Roma a seguito di un grave incidente stradale avvenuto nel corso di una operazione di servizio contro un agguerrito sodalizio criminale. La breve cerimonia si è svolta alla presenza della vedova, signora Anna Arecchia e dei tre figli. Alla cerimonia erano presenti anche i familiari della medaglia d’oro al valore militare appuntato scelto Tiziano Della Ratta.

unnamed (5)

Durante le fasi successive della celebrazione di inaugurazione hanno preso la parola il sindaco di Marcianise, dott. Antonio De Angelis, il comandante provinciale carabinieri di Caserta colonnello Giancarlo Scafuri ed il ministro della difesa, on. Roberta Pinotti i quali hanno unanimemente condiviso l’importanza dell’istituzione di un necessario “presidio di legalità”, fortemente voluto dalla popolazione della città di Marcianise. Un particolare pensiero è stato rivolto al generale di brigata Gennaro Niglio e al maresciallo ordinario Rino Pio Golino “esempi di fedeltà al dovere, il cui obiettivo era di contribuire a creare un mondo migliore”. L’evento è stato, inoltre, arricchito dalla partecipazione di alcuni degli istituti scolastici di Marcianise e Caserta, in particolare del Liceo Artistico di Marcianise e l’Istituto Alberghiero “G. Ferraris” di Caserta.

© All rights rserved
Fonte: Arma dei Carabinieri
(Comando provinciale di Caserta)
Annunci

Somalia: al via la missione addestrativa italiana in favore della polizia somala

Somalia, 3 ottobre 2014 – La missione italiana di addestramento MIADIT in Somalia è ufficialmente iniziata: già da alcuni giorni un team di circa 30 militari dell’Arma dei Carabinieri, ha avviato i programmi didattici in favore di circa 150 agenti, tra cui 8 donne, della polizia somala.

Il modulo addestrativo, della durata di 12 settimane, comprende nozioni di diritto umanitario, codice penale, procedura penale, etica militare, diritto internazionale, nonché lezioni sulle principali risoluzioni ONU, con particolare riferimento alle tematiche legate alle questioni di genere.

La missione, al comando del colonnello Paolo Pelosi, è il risultato di un accordo bilaterale tra lo Stato italiano e quello somalo, ed è volta a favorire la stabilità e la sicurezza della Somalia e dell’intera regione del Corno d’Africa, accrescendo le capacità nel settore della sicurezza e del controllo del territorio da parte delle forze di polizia somale.

L’Arma dei Carabinieri, che all’estero ha già condotto con successo numerose attività di addestramento, assistenza e tutoraggio in favore delle polizie locali, ripete la positiva esperienza vissuta in occasione di una missione analoga, svolta in Palestina nella primavera di quest’anno (MIADIT I).

© All rights reserved
Fonte: Stato Maggiore della Difesa

Il 9° Reggimento della brigata Taurinense in addestramento sulle cime della Majella

​Parco della Majella, 3 ottobre 2014 – Terminata oggi l’attività addestrativa del 9° Reggimento nel parco della Majella. Gli alpini della Brigata Taurinense hanno condotto tre settimane di addestramento al movimento in montagna, in diverse zone dell’Appennino abruzzese.

Per molti giovani alpini, appena arruolati, è stata la prima esperienza in assoluto sui sentieri appenninici, con marce di difficoltà progressiva e in assetto regolamentare con arma e zaino affardellato.

Il programma delle escursioni, momento formativo essenziale per le unità di specialità alpina, ha compreso ben 6 ascensioni, ha toccato vette intorno ai 2800 metri, 4 scavalcamenti di colle, 4 marce notturne e 14 pernotti in quota, oltre a 2 itinerari su vie ferrate. Lo sviluppo lineare complessivo del movimento in montagna è stato di 160 km, con 12000 metri di dislivello da superare.

Per il 9° Reggimento, comandato dal colonnello Massimo Iacobucci, si è trattato di un gradito ritorno, dopo oltre un decennio, sulle vette della Majella, area appenninica di formidabile bellezza ed assoluta difficoltà alpinistica, luogo in cui tradizione alpina e storia militare si sono più volte incrociate durante il secolo scorso.

Numerose le località dove gli uomini e le donne del  9° hanno costituito le proprie basi dalle quali partire in marcia: gli accampamenti della 93^ compagnia “fai strada” e della 108^ compagnia “a zump de camosce” in successione sono stati allestiti nei territori di Campo di Giove, Passo San Leonardo e Pacentro  mentre il comando di reggimento ha costituito il proprio centro decisionale nelle suggestive aree del parco della Majella.

Tra le ascensioni più importanti figurano il monte Mileto (quota 2793), il monte Tavola Rotonda (q. 2403), il monte Amaro (q. 2796) ed il monte Morrone (q. 2061) quest’ultima quota conquistata dopo un passaggio suggestivo sul versante dominato dall’eremo di Celestino V.

La sicurezza è stata fornita da 2 squadre di soccorso costituite da istruttori militari di alpinismo, le sale operative delle basi hanno avuto la possibilità di tracciare in tempo reale le posizioni delle compagnie in marcia mediante l’integrazione GPS-radio, garantendo al comando del Reggimento rischierato il controllo istantaneo delle attività addestrative e logistiche.

Per il 9° Alpini, il campo marciante appena concluso ha rappresentato non solo un momento addestrativo peculiare ed importantissimo, ma oltremodo l’occasione per rivivere con i numerosi gruppi ANA della zona le tradizioni della storia degli Alpini abruzzesi e di onorare i numerosi caduti con le stellette che sui pendii della Majella parteciparono alla liberazione d’Italia alla fine seconda guerra mondiale.

© All rights reserved
Fonte: Esercito

Decolla il primo mini drone delle forze speciali dell’esercito

​Roma, 3 ottobre 2014 – La sera del 25 Settembre è decollato da un sorgitore navale, in dotazione al 9° Reggimento d’Assalto Col. Moschin, il primo mini drone denominato MANTA ASFO, acronimo che significa Army Special Forces Operations, nato da una collaborazione intensa, quanto rapida, tra il neo costituito Comando Forze Speciali dell’ Esercito (COMFOSE) e la ditta pisana Industria dei Sistemi (IDS),

Al timone dell’IDS è l’ingegnere Giovanni Bardelli, il cui padre fondò la storica SELENIA. Questa nuova realtà industriale raccoglie attorno a sé quasi 140 ingegneri provenienti dalle più affermate università d’Italia ed ha filiali in varie parti del globo.

© All rights reserved
Fonte: Esercito

L’integrazione civile-militare nella pianificazione e nella condotta delle operazioni dell’unione europea

Roma, 3 ottobre 2014 – Si è concluso ieri il seminario, di due giorni, dal titolo Civilian-Military integration in the planning and conduct of EU operations, presso la Scuola Trasporti e Materiali dell’Esercito alla Cecchignola. Un evento della Presidenza del Consiglio dell’Unione Europea, del Ministero della Difesa e dell’Esercito Italiano.

Lo scopo del seminario, che rientra tra le iniziative che il Ministero della Difesa organizza nel semestre di presidenza italiana del Consiglio Europeo, è stato quello di illustrare la necessità di un’efficace cooperazione civile – militare nella pianificazione e nella condotta delle operazioni a guida UE, evidenziando l’importanza di adottare un approccio “comprehensive”, cioè un approccio multidimensionale, integrando e coordinando strumenti d’intervento e gestione diversi, civili e militari, cinetici e non cinetici.

Al seminario erano presenti il ministro della difesa, Roberta Pinotti, il capo di stato maggiore della difesa, ammiraglio Luigi Binelli Mantelli e il capo di stato maggiore dell’esercito, generale Claudio Graziano. Tra i relatori numerosi rappresentanti civili e militari, italiani e dell’Unione Europea, docenti universitari ed esponenti di think-tanks.

Nel discorso introduttivo il ministro Pinotti ha sottolineato che “quella militare non è che una delle componenti che il Sistema Paese o il Sistema Europa deve impiegare per prevenire, limitare e fronteggiare le minaccia alla propria sicurezza”.

“Senza l’integrazione civile-militare nella pianificazione e nella condotta delle operazione dell’Unione Europea, come di qualsiasi Alleanza, coalizione o singolo Paese – ha aggiunto il ministro – non sarà possibile tutelare giustizia, stabilità e prosperità, ciò che ci chiedono i cittadini di un mondo sempre più globalizzato”. In sintesi, per trovare una soluzione alle attuali crisi internazionali è fondamentale coniugare l’azione militare a quella diplomatica, economico – finanziaria, umanitaria e di intelligence.

Un’integrazione sviluppata in ambito NATO e UE tramite il cosiddetto comprehensive approach.

Nel corso delle due giornate è stato discusso l’approccio europeo alla gestione delle crisi e del quadro giuridico-legale nel quale questo approccio si inserisce. Particolare attenzione è stata infine posta sul reale funzionamento del meccanismo civile-militare di gestione delle crisi dell’Unione Europea, attraverso la testimonianza del generale Massimo Mingiardi comandante della Missione di addestramento Europea (EUTM) in Somalia.

© All rights reserved
Fonte: Stato maggiore dell'esercito
Immagini: Ph. Monica Palermo

 

 


OpinioniWeb-XYZ

Oltre il bar dello sport: opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa e Cooperazione Internazionale

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade