Annunci

Archivi del giorno: settembre 10, 2014

Afghanistan: terminato il primo corso per la lotta agli IED, organizzato dalle forze di sicurezza nazionali afghane


Herat, 9 settembre 2014 – Nei giorni scorsi si sono conclusi due corsi pianificati e condotti per la prima volta esclusivamente da istruttori afgani a favore della Afghan National Police (A.N.P.) sotto la supervisione della componente Genio del Train Advise Assist Command West (TAAC-W), il comando multinazionale su base brigata bersaglieri Garibaldi.

Il percorso formativo, della durata di 15 giorni, ha visto la partecipazione di 25 frequentatori. L’addestramento, svolto attraverso lezioni teorico–pratiche, rientra nel quadro delle attività di “consulenza e di assistenza” che i militari italiani svolgono a favore delle forze di sicurezza afgane nell’ambito del processo di transizione in atto nella regione ovest del Paese.

Il primo dei due corsi è stato finalizzato a fornire all’Afghan Border Police (A.B.P.) le capacità idonee per l’applicazione delle tecniche, tattiche e procedure (TTP) nell’individuazione e localizzazione delle minacce derivanti dalle diverse tipologie di dispositivi IED (Improvised Explosive Device). Gli IED costituiscono la maggior fonte di pericolo per la sicurezza delle truppe e della popolazione locale.

Il secondo corso ha fornito ai futuri istruttori della Afghan Uniform Police (A.U.P.) l’adeguata preparazione per il corretto utilizzo degli apparati cerca metalli (metal detector).

Le attività si sono concluse con la consegna degli “attestati di frequenza” ai partecipanti al corso alla presenza del brigadier generale Mohammad Joma Adeel, comandante della 705^ zona dell’A.B.P. e del colonnello Ghulam Ghous Fakhruddin, comandante dell’A.U.P. di Herat e dei rappresentanti del TAAC-W.

© All rights reserved
Fonte: contingente Italiano in Afghanistan
Annunci

Evaso, infastidisce i passanti, viene arrestato

Reggio Calabria, 10 settembre 2014 – Nell’ambito del controllo del territorio i Carabinieri della Stazione Rione Modena hanno arrestato V.A.P. 29enne, celibe, disoccupato, agli arresti domiciliari per resistenza a pubblico ufficiale e rifiuto di indicazioni sulla propria identità, reati commessi a Reggio Calabria nel gennaio 2007.

I Carabinieri sono intervenuti per una telefonata al numero di emergenza 112, che segnalava la presenza di un uomo che infastidiva i passanti.

Immediatamente intervenuti, i militari della Stazione, grazie alle indicazioni fornite da chi aveva telefonato, hanno rintracciato l’uomo nei pressi di una farmacia, e riconoscendolo quale soggetto gravato dal predetto provvedimento giudiziario, lo hanno condotto in caserma e arrestato per il reato di evasione.

Inizialmente l’uomo è stato messo agli arresti domiciliari in attesa del rito per direttissima, a seguito del quale l’arresto operato dalla polizia giudiziaria è stato convalidato dal GIP, che lo ha messo nuovamente al regime di detenzione domiciliare.

© All rights reserved
Fonte: Arma dei Carabinieri
(Comando provinciale di Reggio Calabria)

Marijuana al posto del mangime per il cane, altro pusher in manette

Reggio Calabria, 10 settembre 2014 – Prosegue ininterrottamente l’azione repressiva nel settore della droga da parte dei carabinieri della compagnia di Reggio Calabria.

Dopo le brillanti operazioni portate a termine nella scorsa settimana che hanno permesso di sottrarre al mercato della droga oltre 50.000 dosi di marijuana, questa volta i Carabinieri della stazione di Rione Modena hanno arrestato in flagranza di reato V. G. di anni 27, disoccupato, con precedenti specifici in materia, poiché, a seguito della perquisizione domiciliare, è stato trovato in possesso di 1,100 kg di marijuana.

Al momento del blitz i militari hanno trovato all’interno di un contenitore in plastica, utilizzato per riporre il mangime del cane, una busta per sottovuoto contenente vari involucri della sostanza che pesava oltre un chilo. Inoltre, durante la perquisizione, i militari dell’Arma hanno trovato, occultato all’interno di un armadio a muro, un bilancino di precisione con sopra dei residui di marijuana.

Alla luce di quanto sopra, il presunto pusher è stato immediatamente arrestato e condotto presso la caserma del comando provinciale di Reggio Calabria, da dove al termine delle formalità di rito, è stato condotto davanti all’autorità giudiziaria reggina, che ha convalidato l’arresto e il 27enne è stato messo agli arresti domiciliari.

Le analisi effettuate dal laboratorio analisi sostanze stupefacenti del comando provinciale carabinieri di Reggio Calabria hanno permesso di verificare analiticamente che dalla predetta sostanza stupefacente sarebbe stato possibile ricavare circa 5.000 dosi da immettere sul mercato della droga.

© All rights reseved
Fonte: Arma dei carabinieri
(Comando provinciale di Reggio Calabria)


Ferimento carabinieri a Roma: solidarietà del capo di stato maggiore della difesa

Roma, 10 settembre 2014 – Il capo di stato maggiore della difesa, ammiraglio Luigi Binelli Mantelli, appresa la notizia del ferimento di quattro Carabinieri impegnati nel bloccare uno squilibrato che stava minacciando alcuni  passanti nella zona di Prati, ha espresso al comandante generale dell’Arma dei Carabinieri, generale Leonardo Gallitelli, la sua affettuosa gallitelli DSC_2715solidarietà e la vicinanza di tutto il personale delle Forze Armate. “Gli uomini e le donne dell’Arma – ha aggiunto il capo di SMD – dimostrano quotidianamente la loro  dedizione  e la loro disciplina nell’assolvimento del proprio dovere per garantire la sicurezza dei cittadini”.

© All rights reserved
Fonte: Stato Maggiore della Difesa


Libano: il nunzio apostolico cresima dieci militari del contingente italiano di Unifil

Shama, 10 settembre 2014 – Domenica scorsa il nunzio apostolico in Libano, monsignor Gabriele Caccia, ha visitato la base Millevoi di Shama, sede della Joint Task Force Lebanon, dove ha presieduto la funzione religiosa durante la quale ha amministrato il sacramento della cresima a dieci militari del contingente italiano, attualmente su base Brigata ARIETE.

Accolto all’arrivo dal Force Commander di UNIFIL, generale Luciano Portolano, e dal comandante del Sector West, generale Fabio Polli, l’alto prelato nel corso della celebrazione ha sottolineato l’importanza dei valori religiosi nella condotta di ogni individuo ed ha colto l’occasione per esprimere a tutti i caschi blu italiani il proprio apprezzamento per il loro impegno in favore della popolazione libanese.

La Santa Messa è stata celebrata con l’assistenza del cappellano militare del contingente, don Flavio Riva, il quale ha curato anche, nelle settimane precedenti, il cammino spirituale di preparazione dei cresimandi.

© All rights reserved
Fonte: contingente italiano in Libano


Libano: i caschi blu italiani consegnano materiale sanitario ed attrezzature ospedaliere alla croce rossa di Tiro

Donazione a Croce Rossa di Tiro

Shama, 10 settembre 2014 – Nei giorni scorsi, i caschi blu italiani hanno consegnato materiale sanitario ed attrezzature ospedaliere alla Croce Rossa di Tiro. L’attività di cooperazione civile-militare (CIMIC) a sostegno della popolazione libanese è stata condotta dai Lancieri di Novara di ITALBATT, unità di manovra della Joint Task Force Lebanon, attualmente su base brigata Ariete.

L’iniziativa, cui ha partecipato il comandante di ITALBATT, colonnello Elio Babbo, è stata resa possibile grazie alla collaborazione delle delegazioni del Triveneto di due prestigiosi sodalizi: l’associazione internazionale Regina Elena aiuti umanitari onlus ed il Sacro Ordine Costantiniano di San Giorgio.

La direttrice della croce rossa di Tiro, Muzaian Seclawi, nel corso della semplice cerimonia di consegna del materiale, ha ringraziato gli italiani per la generosità e la costante attenzione nei confronti della popolazione libanese.

L’assistenza alla popolazione locale è una delle attività più importanti condotte da UNIFIL ed è prevista dalla Risoluzione 1701 delle Nazioni Unite, unitamente al monitoraggio della cessazione delle ostilità e al supporto alle Forze Armate Libanesi.

© All rights reserved
Fonte: contingente italiano in Libano

OpinioniWeb-XYZ

Oltre il bar dello sport: opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa e Cooperazione Internazionale

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade