Archivi del giorno: agosto 28, 2014

Cordoglio della Marina Militare per il decesso dell’ammiraglio di suqadra Filippo Ruggiero


Roma, 25 agosto 2014 –
Tutto il personale della Marina Militare, nel giorno delle esequie, esprime ai familiari dell’ammiraglio di squadra Filippo Ruggiero (Capo di Stato maggiore della marina militare dal 28 novembre 1989 al 15 febbraio 1992) profondo cordoglio e affettuosa vicinanza.

 

Filippo Ruggiero
Capo di stato maggiore della Marina Militare dal 1989 al 1992

Filippo Ruggiero (Bari 14/02/1929 – Roma 25/08/2014)

Ha frequentato l’Accademia Navale dal 1946 al 1949, uscendone col grado di aspirante guardiamarina.
Promosso tenente di vascello nel 1955 e capitano di corvetta nel 1962, laureato in ingegneria, è stato imbarcato su diverse unità della Squadra Navale con incarichi nell’ambito del servizio telecomunicazioni e di comando, su unità minori e sommergibili, alternando gli incarichi a bordo con altri a terra presso lo Stato Maggiore Marina e il Comando delle Forze Alleate del Mediterraneo, prima a Malta e poi a Napoli.

Dal 1971 al 1972 ha comandato, nel grado di capitano di fregata, la fregata Alpino; promosso capitano di vascello nel gennaio 1974, ha comandato l’incrociatore Caio Duilio prima di essere assegnato al Comando in Capo della Squadra Navale con l’incarico di Sottocapo di Stato Maggiore.
Contrammiraglio dal gennaio 1980 e dal successivo settembre fino al gennaio 1983 Ruggiero ha comandato l’Accademia Navale dalla quale nel luglio 1981 è stato celebrato il 1° centenario e, dal febbraio 1983 al giugno 1984, la 1^ Divisione Navale. Dal giugno 1984 al settembre 1985 è stato Capo di Stato Maggiore del Comando in Capo della Squadra Navale e del Mediterraneo Centrale; promosso ammiraglio di squadra nel luglio 1985, dal dicembre dello stesso anno al gennaio 1987 è stato Sottocapo di Stato Maggiore della Marina e, dal gennaio 1987 al settembre 1988, Comandante in Capo della Squadra Navale e del Mediterraneo Centrale.

Comandante in Capo del Dipartimento MM del Basso Tirreno e delle Forze Navali Alleate del Sud Europa fino al novembre 1989, Ruggiero ha ricoperto l’incarico di Capo di Stato Maggiore della Marina dal 28 novembre 1989 al 15 febbraio 1992, nel periodo di massimo impegno della Forza Armata chiamata ad offrire il proprio contributo all’intervento nel Golfo Persico.
L’ammiraglio Ruggiero è insignito delle onorificenze di Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, di Commendatore della Legione al Merito degli Stati Uniti e di Ufficiale della Legion d’Onore francese, medaglia d’oro della Croce Rossa Italiana nonché della Croce commemorativa della missione militare in Libano.

© All rights resereved
Fonte: Marina Militare

I Lancieri di Novara ricordano in Libano l’anniversario della battaglia di Jagodnij

Al Mansouri (Libano), 28 agosto 2014 – Il reggimento Lancieri di Novara (5°), attualmente impegnato nella missione UNIFIL come unità di manovra del contingente italiano, su base brigata Ariete, ha ricordato ieri con una sobria cerimonia il 72° anniversario della carica di Jagodnij, località sul fronte russo dove nell’agosto del 1942, i lancieri si distinsero per valore e spirito di sacrificio nel contrastare le forze nemiche. Per il valore espresso in quella battaglia, allo Stendardo, il più decorato dell’Arma di Cavalleria, vennero conferite una medaglia d’oro e una d’argento al Valor Militare.

Nel corso della cerimonia, dopo la deposizione di una corona al monumento ai caduti, il comandante, colonnello Elio Babbo, ha richiamato i valori fondanti della Cavalleria, esprimendo il proprio apprezzamento al personale dell’unità per l’impegno e la professionalità finora dimostrati nella difficile esperienza libanese, esortando a mantenere elevato il rendimento operativo.

Il reggimento Lancieri di Novara è per la quarta volta in Libano, ove opera in ottemperanza al mandato della risoluzione 1701 delle Nazioni Unite.

© All rights reserved
Fonte e immagini: contingente italiano in Libano

Novara, operazione Flaco: fermata attività di furti sulle autovetture in sosta, arrestato il ricettatore

Novara, 28 agosto 2014 – Con l’approssimarsi del periodo estivo, ed in conseguenza dell’aumento delle denunce di cittadini vittime di furti sulle proprie autovetture in sosta, il Reparto Operativo di Novara aveva iniziato un’attività di indagine mirata a porre un freno a tale fenomeno.

Dall’esame delle denunce presentate presso le Caserme dei Carabinieri del novarese, è risultato evidente che in genere i furti sulle autovetture avvenivano nei parcheggi dei centri commerciali, degli ospedali, delle stazioni ferroviarie e degli aeroporti. Anzi, con l’inizio delle vacanze estive, si è evidenziato un notevole incremento proprio in queste ultime due aree e in quelle delle località di villeggiatura e turistiche.

L’attività delittuosa, in genere, si concretizzava con l’asportare i bagagli lasciati, anche per brevi periodi, sulle autovetture in sosta e ad essere maggiormente ricercati dai ladri erano oltre le borse di noti marchi, le apparecchiature elettroniche ed i telefonini.

L’attività di indagine ha permesso di individuare diversi soggetti di varie nazionalità e provenienza, autonomi tra loro, ma accomunati, i più, dal rivolgersi a ricettatori specializzati in quel genere di refurtiva, ed è proprio nei confronti di uno di questi, M. L. 53enne di Sesto San Giovanni (MI), che il Reparto Operativo di Novara è intervenuto sottoponendolo a fermo per ricettazione.

I Carabinieri nel corso della perquisizione, presso la sua abitazione ed un ampio garage a lui riconducibile, hanno potuto recuperare un incredibile quantità di beni, più di 200 computer portatili, tablet e Ipod, 100 telefoni cellulari, quasi 300 orologi, più di 150 macchine fotografiche digitali e videocamere, centinaia di occhialistrumenti musicali, un centinaio di borse e valige di noti marchi e diversi oggetti in oro ed argento. Il tutto, provento di oltre duecento furti ai danni di moltissimi cittadini italiani e turisti stranieri per un valore complessivo superiore a 700.000 euro, era conservato ordinatamente suddiviso in base alle caratteristiche dei singoli oggetti.

Sono in corso gli accertamenti per la restituzione della refurtiva alle vittime.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Arma dei Carabinieri
(Comando provinciale di Novara)

Mare Nostrum: in arrivo 546 migranti su navi marina militare (video)

20140826_131125

Roma, 28 agosto 2014 – In arrivo a Taranto e Palermo due navi della Marina Militare con a bordo in totale 546 migranti soccorsi ieri nello Stretto di Sicilia.

Il pattugliatore Sirio ha soccorso 221 migranti (49 donne e 73 minori) che sbarcherà domani mattina a Palermo.

La corvetta Fenice ha invece imbarcato i 325 migranti soccorsi dalla motonave HS Medea (70 donne e 122 minori). Saranno sbarcati domani mattina a Taranto.

La motonave Proteas (Grecia) ha recuperato 222 migranti (28 donne e 10 minori). Saranno sbarcati domani ad Augusta.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Marina Militare

Roma: grande l’impegno della polizia ferroviaria contro la criminalità nella stazione di Roma Termini

Roma, 28 agosto 2014 – Continua l’impegno della Polizia Ferroviaria, in stretta sinergia con la Questura, nel contrasto dei fenomeni di illegalità nell’ambito della stazione ferroviaria Roma Termini, attraverso il rafforzamento dei servizi di controllo sull’intera area di superficie dello scalo, lungo i binari e nelle zone adiacenti.

Solo negli ultimi giorni sono state identificate oltre 600 persone, di cui oltre 110 indagate in stato di libertà (la maggior parte delle quali per inottemperanza al foglio di via obbligatorio e furto.)

Ben 17 gli arresti eseguiti per reati contro il patrimonio commessi ai danni di viaggiatori.

Sono stati infine emessi dal Questore 12 fogli di via obbligatori, comportanti l’allontanamento dalla Capitale di altrettanti soggetti ritenuti pericolosi per l’ordine e la sicurezza pubblica.

Nella scorsa serata, in particolare sono stati tratti in arresto due cittadini romeni avevano tentato il furto di un portafogli ai danni di una cittadina svedese.

© All rights reserved
Fonte: Polizia di Stato

Rieti: trovata una piantagione di marijuana, arrestato un 44enne

carabinieri

 

PIANTAGIONE-MARIJUANACasperia (RI), 28 agosto 2014 – Nel bosco demaniale di Casperia i carabinieri della locale stazione, già da giorni avevano individuato una enorme piantagione di marjuana.

Una piantagione rigogliosa, al riparo da occhi indiscreti e circondata da alberi ad alto fusto, di quasi 140 piante alte tra il metro e mezzo ed i tre metri, oltre a 40 piante già tagliate ed in attesa di essere essiccate e tritate per l’uso.

I militari dell’Arma si appostano per giorni interi in attesa di scoprire qualcosa. Ecco che un uomo si reca sul posto e con un impianto a caduta di irrigazione, preleva l’acqua direttamente dal vicino torrente e inizia ad innaffiare la piantagione. In quel momento i militari intervengono ed arrestano l’uomo. Si tratta del quarantaquattrenne d. A. S. del luogo, già noto alle forze dell’ordine.

Le piante sono state estirpate dal terreno e sequestrate, in attesa di essere analizzate. L’uomo è stato portato a casa sua e messo agli arresti domiciliari, a disposizione della procura di Rieti.

© All rights reserved
Fonte: Arma dei Carabinieri
(Comando provinciale di Rieti)

Repubblica  Centrafricana: completato lo schieramento dei genieri del contingente italiano che partecipa alla missione dell’Unione Europea

10 JFHQ airport

DeploymentBangui, 28 agosto 2014 – Completato ieri schieramento del contingente italiano inquadrato nella missione militare dell’Unione Europea nella Repubblica Centrafricana (EUFOR RCA), di stanza nella capitale Bangui, presso la base Ucatex.

Cinquanta i militari dell’Esercito Italiano che nell’ultima settimana si sono integrati nella forza multinazionale UE, che opera nella capitale del Paese africano dallo scorso 15 giugno.
L’obiettivo è di creare un ambiente sicuro e consentire l’assistenza umanitaria alla popolazione civile, minacciata dai violenti scontri interni tra fazioni opposte iniziati alla fine del 2013, che hanno causato migliaia di vittime e l’esodo di più di un milione e trecentomila persone.

In risposta alla crisi, l’Unione Europea ha messo in atto un’iniziativa politica, militare e di assistenza umanitaria e allo sviluppo. La componente militare EUFOR RCA a Bangui è attualmente costituita da circa 750 soldati di diverse nazioni e comprende anche una forza di polizia.

Le attività avvengono nel quadro della risoluzione ONU 2134 del 28 gennaio 2014, e della decisione del Consiglio Europeo del 10 febbraio, con le quali veniva rispettivamente autorizzata e poi costituita un’operazione militare di stabilizzazione per assicurare in prospettiva la transizione verso la missione delle Nazioni Unite denominata MINUSCA (Multidimensional Integrated Stabilization Mission in the Central African Republic). In ambio nazionale la missione è stata inserita nel decreto legge del Consiglio dei Ministri dello scorso 23 luglio, che proroga fino al 31 dicembre 2014 le missioni internazionali e fa seguito alla decisione dell’Italia di aderire alla missione annunciata al termine del summit Unione Europea – Africa dello scorso aprile.

EUFOR LINCEIl contributo militare italiano è costituito da un distaccamento dell’8° reggimento genio guastatori della brigata paracadutisti Folgore, cui si aggiungono alcuni elementi nell’ambito dello staff del comando di EUFOR RCA a Bangui. Tra i compiti previsti per i genieri quello di garantire la mobilità delle forze europee, la bonifica di residuati bellici e la realizzazione di lavori infrastrutturali di base in favore della popolazione e del governo locale;  i genieri italiani avranno tra l’altro il compito di monitorare un importante progetto di ricostruzione di un ponte, finanziato dall’UE e affidato a imprese locali.

Il contingente italiano disporrà di un importante parco macchine operatrici del genio e di un congruo numero di veicoli blindati Lince dotati di torretta remotizzata Hitrole, il sistema d’arma italiano ad elevata tecnologia sviluppato per la protezione degli equipaggi.

Che cosa è EUFOR RCA

La Repubblica Centrafricana è stata teatro, dal marzo del 2013, di violenti scontri e diffuse violazioni dei diritti umani ad opera di gruppi armati contrapposti, che hanno causato la dissoluzione dell’autorità statale e più di 2000 vittime tra la popolazione civile, oltre all’esodo di un milione di persone. A seguito dell’emergenza che si è verificata, l’ONU ha emanato la risoluzione n. 2134 del 28 gennaio 2014, che autorizza l’Unione Europea a lanciare un’operazione militare nel Paese africano.

Attualmente EUFOR RCA consiste di un Comando Operativo con sede a Larissa (Grecia) e di un contingente militare multinazionale schierato a Bangui, costituito da un battaglione di manovra, integrato da una forza di polizia operante sotto l’egida di EUROGENDFOR.

L’Italia, attualmente, su richiesta dell’UE, fornisce un’aliquota di personale,  prevalentemente con compiti logistici, da destinare per il dispiegamento della Forza Militare.

La Francia ha assunto il comando della missione dell’Unione Europea con il generale di divisione Philippe Pontiès, quale operational commander presso l’EU OHQ di Larissa e con il generale di brigata Thierry Lion, quale force commander a Bangui.

Con il contingente italiano si completerà lo schieramento di EUFOR (970 militari) con la partecipazione di Francia, Spagna, Polonia, Finlandia, Gran Bretagna, Germania, Ungheria, Estonia, Paesi Bassi, Lussemburgo, Lituania, Lettonia e Georgia.

Che cosa è MINUSCA

È un mandato per proteggere i civili e i processi di transizione di supporto nella Repubblica Centrafricana.

I suoi altri compiti iniziali oltre al sostegno del processo di transizione sono di facilitare l’assistenza umanitaria, la promozione e la protezione dei diritti umani, il supporto per la giustizia e lo Stato di diritto, e processi di disarmo, smobilitazione, reinserimento e rimpatrio.

La missione, di nuova costituzione, è stata impostato per assumere l’autorità in questioni militari e di polizia della missione di peacekeeping dell’Unione africana guidata.

© All rights reserved
Fonte: Stato Maggiore della Difesa

OpinioniWeb-XYZ

Oltre il bar dello sport: opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa e Cooperazione Internazionale

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade