Archivi del giorno: agosto 19, 2014

Scontro tra due Tornado: aggiornamento delle 23,15

Aggiornamento delle ore 23,15 Ascoli, 19 agosto 2014 – L’Aeronautica Militare continuerà per tutta la notte le ricerche degli equipaggi dispersi, con elicotteri dotati di visori notturni in stretto coordinamento con le prefetture. Domani il Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, generale Pasquale Preziosa si recherà sul luogo dell’incidente.

La priortà per la forza armata è il recupero degli equipaggi dispersi. L’Aeronautica vuole fare luce sulle dinamiche che hanno causato l’incidente.

© All rights reserved
Fonte: Aeronautica Militare
© Ph. Gian Luca Onnis (per gentile concessione)
Le fotografie di Gian Luca Onnis sono visionabili CLICCANDO QUI


Scontro tra due Tornado sopra i cieli di Ascoli. Tutti gli aggiornamenti

Ascoli, 19 agosto 2014 – L’Aeronautica Militare conferma che nell’incidente aereo, di oggi pomeriggio nelle Marche, sono coinvolti due velivoli Tornado che stavano svolgendo una missione addestrativa nell’area. Un team di esperti è gia sul luogo dell’incidente per le prime verifiche. Sono in volo elicotteri del soccorso aereo e altri caccia per ricognizione nell’area.

Ancora non si hanno notizie sui piloti e sono in corso accertamenti sulla dinamica dei fatti.

Aggiornamento delle ore 21,00 – I due Tornado, con a bordo due piloti e due navigatori, erano partiti dalla base aerea di Ghedi (Brescia) e stavano svolgendo una missione addestrativa pianificata ed approvata secondo le regole del volo.

Al momento sono in corso le ricerche degli equipaggi da parte degli elicotteri del soccorso aereo. Un elicottero si concentra nelle aree da dove sembrerebbero pervenire i segnali di emergenza.

Aggiornamento delle ore 23,15 – L’Aeronautica Militare continuerà per tutta la notte le ricerche degli equipaggi dispersi, con elicotteri dotati di visori notturni in stretto coordinamento con le prefetture. Domani il Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, generale Pasquale Preziosa si recherà sul luogo dell’incidente.

La priorità per la forza armata è il recupero degli equipaggi dispersi. L’Aeronautica vuole fare luce sulle dinamiche che hanno causato l’incidente.

Ascoli, 20 agosto 2014 – Aggiornamento delle ore 01,15 – Sono ancora in corso le ricerche da parte degli elicotteri dell’Aeronautica Militare dei membri degli equipaggi dei due velivoli Tornado del 6° Stormo di Ghedi. A bordo dei due caccia: sul primo velivolo il capitano pilota Alessandro Dotto e il capitano navigatore Giuseppe Palminteri; sul secondo velivolo il capitano pilota Mariangela Valentini e capitano navigatore Paolo Piero Franzese. Le ricerche non si interromperanno.

Aggiornamento delle ore 11,30 – L’Aeronautica Militare conferma il ritrovamento di un corpo senza vita di uno dei piloti dispersi a seguito dell’incidente aereo di ieri pomeriggio nei pressi di Ascoli Piceno.

Al momento non è possibile stabilire l’identità del militare. Le ricerche proseguono congiuntamente alle squadre di soccorso a terra.

Aggiornamento delle ore 21,30 – Sale a 2 il bilancio delle vittime dell’incidente aereo che ha coinvolto due velivoli Tornado del 6° Stormo di Ghedi (BS).

Al momento ancora non è stato possibile risalire alle loro identità. Nella zona continuano le ricerche degli altri due piloti, ad opera delle squadre civili di soccorso a terra, alle quali nelle ultime ore si sono aggiunti un centinaio di Fucilieri dell’Aria e personale addetto alla difesa terrestre dell’Aeronautica Militare.

In serata è arrivato il capo di stato maggiore dell’Aeronautica Militare, generale Pasquale Preziosa, presso il luogo dell’incidente a testimoniare come tutta l’Aeronautica Militare si è unita in questo momento difficile.

Il generale Preziosa, ha poi partecipato ad una riunione presso la prefettura di Ascoli Piceno. Oltre al prefetto, al sindaco ed al presidente della provincia erano presenti tutte le locali istituzioni. “È il momento del cordoglio” ha affermato Preziosa “Voglio esprimere un sentito ringraziamento a tutte quelle realtà che si stanno prodigando come le Istituzioni locali, l’Esercito Italiano, l’Arma dei Carabinieri, la Guardia di Finanza, la Polizia, il Soccorso Alpino, e la Protezione Civile insieme ai Vigili del Fuoco. Tutti insieme alla ricerca dei figli dell’Italia che sono ancora dispersi. Tutti uniti in un abbraccio ideale alle famiglie di chi è stato coinvolto in questo tragico incidente“.

Tanti messaggi di vicinanza e trepidazione giungono in questi minuti all’Aeronautica Militare. All’indomani dell’incidente che ha coinvolto i due Tornado e i quattro membri degli equipaggi, anche il generale Frank Gorenc, dai vertici della NATO, ha manifestato al generale Preziosa i sensi di una forte stima e compartecipazione per il tragico incidente. Messaggi di vicinanza pervenuti anche dal mondo politico e dalle Forze Armate, mentre continuano le ricerche dei dispersi.

Ascoli, 21 agosto 2014 – Aggiornamento delle ore 14,30 – Continuano per fasi ben definite le attività sul luogo dell’incidente che ha coinvolto lo scorso martedì 19 agosto due Tornado IDS del 6° Stormo di Ghedi (Brescia).  

La priorità al momento è la ricerca e il recupero dei due militari ancora dispersi, attività che vengono condotte senza sosta in volo dagli elicotteri dell’Aeronautica Militare e a terra dalle squadre dei soccorritori civili e militari. La massima attenzione è posta anche al recupero sul terreno dei materiali e di tutto ciò che è necessario per portare a compimento l’indagine tecnica.

La fase successiva, dopo la messa in sicurezza delle aree, sarà il ripristino ambientale e paesaggistico delle aree coinvolte, in coordinamento con le autorità ed istituzioni territoriali competenti.

È in corso, nel frattempo, l’incontro del capo di stato maggiore dell’Aeronautica Militare, generale di squadra aerea Pasquale Preziosa, con i familiari e i colleghi dei quattro piloti coinvolti, ai quali ha voluto portare il messaggio di cordoglio del ministro della difesa Roberta Pinotti e delle autorità istituzionali che in questi giorni si sono strette intorno all’Aeronautica Militare per manifestare la loro vicinanza. Nelle ultime ore sono giunte alla Forza Armata i messaggi, tra gli altri, del presidente della camera Laura Boldrini e dei presidenti delle commissioni difesa e bilancio di camera e senato, nonché dell’ex ministro della difesa Mario Mauro.

Ascoli, 22 agosto 2014 – Aggiornamento delle ore 13,00 – Sale a tre il bilancio delle vittime dell’incidente aereo dei due Tornado del 6° Stormo di Ghedi. Il terzo corpo è stato ritrovato alcuni minuti fa dalle squadre del Soccorso Alpino. Continuano le ricerche del quarto pilota disperso.

Ascoli, 22 agosto 2014 – Aggiornamento delle ore 17,00 – In relazione all’incidente aereo del 19 agosto l’Aeronautica Militare comunica che “deve categoricamente escludersi la possibilità di inquinamento radioattivo. I due velivoli erano privi di armamento a bordo“.

La maggior parte del contenuto di cherosene dei due serbatoi si è disperso in aria a seguito dell’impatto e solo una minima quantità è precipitata al suolo, per la quasi totalità in zona boschiva. Al termine delle ricerche dei dispersi e di quanto utile alle inchieste in corso l’Amministrazione della Difesa, di concerto con le Autorità civili e giudiziarie, provvederà all’individuazione dei danni e al ripristino ambientale e paesaggistico, nonché al risarcimento degli eventuali danni causati a patrimoni privati.

Ascoli, 23 agosto 2014 Aggiornamento delle ore 09,40 – L’areonautica militare comunica che è statoritrovato il corpo del quarto pilota dell’incidente di volo dei due velivoli Tornado del 6° Stormo di Ghedi (BS).

La redazione di MNFI si unisce al lutto della forza armata, per la perdita dei quattro militari deceduti in servizio, e invia un pensiero e una preghiera alle famiglie dei quattro piloti in un momento così difficile per loro. R.I.P.

Aggiornamento delle ore 12,40 Poco dopo il ritrovamento del corpo del quarto pilota, l’areonautica militare comunica che è stata recuperata anche la seconda scatola nera, individuata a circa 700 metri a sud della fusoliera di uno dei due velivoli Tornado del 6° Stormo di Ghedi (BS), coinvolti nell’incidente aereo del 19 agosto.

© All rights reserved
  Fonte: Aeronautica Militare
  © Ph. Gian Luca Onnis (per gentile concessione)
  Le fotografie di Gian Luca Onnis sono visionabili CLICCANDO QUI


Fiumicino: giornalista RAI perde il portafoglio, la polizia di frontiera lo ritrova, fermato un addetto alle pulizie

polizia fiumicino

Fiumicino (RM), 19 agosto 2014 – Poche ore fa, un giornalista RAI, di ritorno da un viaggio di lavoro, perde portafogli con documenti, carte di credito, tesserino RAI e abbastanza contante a bordo aereo.

Subito sporge denuncia e nel giro di 20 minuti gli agenti della Polizia di Frontiera, fatti gli accurati controlli a bordo dell’aeromobile, dopo che tutti i passeggeri erano scesi, ritrovano i soldi, nascosti nella paratia dello sportello di un furgone in uso agli addetti alle pulizie, e  il portafogli con i documenti in uno dei contenitore per i rifiuti. Fermato un addetto alle pulizie e portafogli restituito alla vittima. 

La Polizia di Stato ha previsto un incremento dei servizi di prevenzione nell’aeroporto di Fiumicino, anche nei giorni del rientro dalle vacanze. Moltissime le pattuglie impegnate a garantire la sicurezza dei passeggeri in transito e, proprio per questo, la brutta disavventura capitata al giornalista RAI si è risolta in pochissimo tempo.

© All rights reserved
Fonte: Polizia di Stato


Polizia stradale: controlli a tappeto nel settore autotrasporti, merci e viaggiatori

Proseguono le operazioni “alto impatto” della Polizia di Stato sulle principali arterie del Paese. Circa il 21% dei veicoli controllati risulta irregolare.

Roma, 19 agosto  2014 – Si è da poco conclusa l’operazione della task force della Polizia Stradale che, in quest’occasione, ha focalizzato l’attenzione sul rispetto delle regole in materia di autotrasporto di vettori italiani e stranieri.

Le pattuglie della Polizia Stradale di tutto il Paese hanno sottoposto a controllo circa 2680 veicoli,  il 21% dei quali è risultato irregolare. Un servizio che ha portato, tra l’altro, al ritiro di 24 carte di circolazione e 6 patenti di guida. Le violazioni maggiormente ricorrenti sono il mancato rispetto dei tempi di guida e di riposo, l’elusione dei controlli annuali di revisione, la negligenza nella manutenzione del veicolo e, in generale, il mancato rispetto delle norme di comportamento del Codice della Strada.

I servizi alto impatto della Polizia Stradale sono finalizzati, oltre al contrasto all’abusivismo nel settore, anche a fenomeni che mettono in estremo pericolo la sicurezza di tutti, a partire dai conducenti professionali.

Queste operazioni, ordinarie per gli obiettivi istituzionali, ma straordinarie per l’impiego di unità e mezzi, rispondono anche alle istanze dei rappresentati di categoria e dei diversi organi di settore, cointeressati alle emersione delle irregolarità.

L’attività in considerazione garantisce inoltre la tutela sociale del lavoratore, che potrebbe essere indotto a violare la normativa in argomento o gli stessi limiti di velocità, proprio per effettuare un maggior numero di viaggi.

© All rights reserved
Fonte: Polizia di Stato


Latina: responsabile di casa di cura minacciato da un paziente con un arma bianca

Aprilia (LT), 19 agosto 2014 – Un paziente minaccia con un’arma il responsabile di una casa di cura, con un arma da punta e taglio. I militari dell’Arma del locale Reparto Territoriale lo hanno quindi denunciato all’autorità giudiziaria. L’uomo, con precedenti di polizia, asseriva di non ricevere un’assistenza sanitaria adeguata.

© All rights reserved
Fonte: Arma dei Carabinieri
(Comando provinciale di Latina)


Aeronautica Militare: doppio trasporto sanitario per un Falcon 900, due missioni concluse con successo

Sassari, 19 agosto 2014 –  Nella notte tra domenica 17 e lunedì 18 agosto la Sala Situazioni di Vertice dello Stato Maggiore Aeronautica, allertata dalla Prefettura di Sassari, ha ordinato il decollo immediato di un Falcon 900 EASY per trasportare da Alghero a Linate un uomo di 39 anni in attesa di trapianto di rene, per il quale si era reso disponibile un organo compatibile presso l’Ospedale San Carlo Borromeo di Milano.

Il velivolo è quindi decollato da Ciampino alle 05:50 del mattino per atterrare ad Alghero e ripartire, non appena imbarcato il paziente, alla volta della capitale lombarda.

Durante il trasferimento a Linate l’equipaggio è stato contattato via radio dalla Sala Operativa del 31° Stormo, e ha ricevuto un nuovo ordine per una nuova missione, questa volta, dalla Prefettura di Olbia: un trasporto immediato da Olbia Costa Smeralda a Linate a favore di una ragazza di 29 anni in imminente pericolo di vita.

Il velivolo ha dunque completato con successo la prima missione, giungendo all’aeroporto di Linate con il primo paziente alle 07,40 e, dopo soli 30 minuti, è ripartito per Olbia, dove ha imbarcato la paziente, affetta da una rara neoplasia, che necessitava di un ricovero urgente presso l’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano.

Ad accompagnarla durante il volo, oltre alla sorella, erano presenti anche un medico ed un’infermiera per garantirle tutta l’assistenza necessaria.

Il velivolo è giunto per la seconda volta all’Aeroporto di Linate alle 12,30 dove un’ambulanza era già in attesa della paziente.

I velivoli del 31° Stormo svolgono un duplice compito istituzionale: Trasporto di Stato e Trasporti Sanitari d’Urgenza, compresi i Trasporti Umanitari e gli interventi in caso di pubbliche calamità. Per l’attività sanitaria in favore di connazionali bisognosi in Italia ed all’estero i velivoli e gli equipaggi del 31° Stormo hanno una prontezza operativa di sole due ore 365 giorni l’anno, 24 ore su 24.

© All rights reserved
Fonte: Aeronautica Militare
(31° Stormo, Ciampino – Capitano Ida Casetti)

 


OpinioniWeb-XYZ

Oltre il bar dello sport: opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa e Cooperazione Internazionale

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade