Annunci

Archivi del giorno: luglio 4, 2014

Enna: militari si accorgono di un incendio, domato poco dopo dagli uomini del Genio di Palermo

Villarosa (EN), 4 luglio 2014 – Scoppiato ieri un incendio in una zona boschiva nella provincia di Enna. Ad accorgersene sono stati i genieri del  4° Reggimento Genio Guastatori di Palermo durante un’attività addestrativa, a breve distanza dalla diga in cui operavano. L’incendio stava coinvolgendo una vasta area di pini ed eucalipti.
Il colonnello Pisciotta, comandante del 4° Genio Guastatori, ha disposto l’immediato intervento dei militari e contestualmente venivano allertati telefonicamente la guardia forestale ed  i vigili del fuoco.
Con mezzi di circostanza, attrezzature del genio ed un autobotte, i militari sono riusciti a domare l’intenso incendio che aveva già coinvolto una vastissima area.

Le capacità tecniche del personale ed i mezzi in dotazione all’Esercito garantiscono il prezioso intervento in caso di pubblica utilità e per la tutela dell’ambiente. 
In particolare, i reparti genio, grazie alle esperienze maturate nelle missioni estere ed all’elevata connotazione “dual-use” (capacità di cooperare con le autorità civili a favore della cittadinanza  e quella operativa espressa nei teatri operativi), operano a favore della comunità nazionale sia in caso di pubbliche calamità, sia per la bonifica dei residuati bellici ancora ampiamente presenti sul territorio italiano.

© All rights reserved
Fonte: Comando delle Forze Operative Terrestri

Annunci

Trovato un proiettile con un chilo di esplosivo nel grossetano. L’esercito si prepara all’operazione di bonifica

87b1cadd-3dc3-4fd0-98db-9f9ac6d2b617ok_savoia

Grosseto, 4 luglio 2014 – Il proiettile di artiglieria è stato rinvenuto dai cavalieri paracadutisti di “Savoia” durante un’esercitazione in corso nel Grossetano.
Una pattuglia di Savoia Cavalleria, impegnata in una importante esercitazione in provincia di Grosseto, ha rinvenuto un grosso ordigno inesploso risalente alla seconda guerra mondiale.
In particolare il proiettile di artiglieria, contente circa un chilo di esplosivo, è stato rinvenuto 15 chilometri a nord di Grosseto, in una zona montuosa a ridosso del Poggio Tetto del Paradiso.
A seguito della segnalazione delle unità operative sul terreno sono state immediatamente attuate dalla direzione di esercitazione – che vede schierato dal 30 giugno l’intero staff del Reggimento Savoia Cavalleria di Grosseto – tutte le procedure di sicurezza inviando altresì sul posto un qualificato artificiere EOD (Explosive Ordnance Disposal) di secondo livello, ovvero abilitato anche al riconoscimento e alla bonifica degli ordigni che ha provveduto a segnalare come interdetta l’intera zona.
Sono state informate le autorità di pubblica sicurezza competenti sul territorio che provvederanno nelle prossime ore alla rimozione o distruzione degli ordigni.

© All rights reserved
Fonte: Comando delle Forze Operative Terrestri


Il comandante delle forze operative terrestri in visita al 121° reggimento artiglieria controaerei

Bologna, 4 luglio 2014 – Oggi il comandante delle Forze Operative Terrestri, generale di corpo d’armata Roberto Bernardini, ha visitato il 121° Reggimento Artiglieria Controaerei “Ravenna”, dove è stato accolto dal comandante dell’artiglieria controaerei, generale di brigata Cesare Alimenti, e dal comandante del reggimento, colonnello Massimo Mela. Il generale Bernardini ha reso omaggio alla bandiera di guerra del reparto decorata con la medaglia d’argento al valor militare.

Nel corso della visita il generale Bernardini ha assistito ad un briefing illustrativo sulle attività del reparto, ha effettuato un sopralluogo alle infrastrutture e alle aree operative del reggimento ed incontrato il personale militare e civile. Nel suo breve indirizzo di saluto, ha spronato gli uomini e le donne del reparto ad operare con sempre maggiore impegno, serietà e determinazione al fine di perseguire gli obiettivi assegnati e si è complimentato per la professionalità ed i risultati conseguiti nel corso delle numerose attività svolte sul territorio nazionale.

© All rights reseved
Fonte: COMFOTER


Chi l’ha vista? Maria Bertozzi, malata di Alzheimer, dispersa, avvisare i carabinieri

Vertemate con Minoprio (CO), 4 luglio 2014 – La signora Maria Bertozzi, nata a Mercato saraceno (FO) nell’aprile del 1931, residente a Vertemate con Minoprio, della provincia di Como, pensionata, risulta dispersa dalla sera del 2 luglio 2014. È malata di Alzheimer, si è allontanata di casa e probabilmente non trova piu la strada. I carabinieri di Cermenate hanno subito avviato le ricerche.

Chiunque avesse notizie contatti le forze dell’ordine o i carabinieri, 112.

 © All rights reserved
Fonte: Arma dei Carabinieri / Comando provinciale di Cantù


Il generale Bellini dona il giubbotto della prigionia in Iraq all’Aeronautica Militare

di Monica Palermo

Roma, 4 luglio 2014 – Forti emozioni ieri durante l’evento che si è svolto nella Sala degli Eroi del Palazzo dell’Aeronautica. Pochi giorni fa i caccia AMX sono rientrati definitivamente dalla missione NATO in Afghanistan, in concomitanza con ciò il capo di stato maggiore dell’aeronautica, generale di squadra aerea Pasquale Preziosa, e il generale di brigata aerea Gianmarco Bellini, ora in congedo, hanno ricordato i momenti importanti delle missioni di sicurezza in cui si è trovata impegnata l’Aeronautica militare, da circa cinquant’anni dal dopoguerra ad oggi

Attenzione particolare è andata alla missione Desert Storm, operazione Locusta, durante la Guerra del Golfo, iniziata nel 1990, quando nella notte tra il 17 e 18 gennaio 1991, l’unico Tornado rimasto in volo, viene attaccato dalla contraerea nemica, e l’equipaggio, formato dal maggiore pilota Gianmarco Bellini e dal capitano navigatore Maurizio Cocciolone, viene catturato dai soldati dell’esercito iracheno. Un filmato sulla vicenda è stato mostrato alla platea.

In ricordo di quei momenti, il capo equipaggio del Tornado, generale di brigata aerea Gianmarco  Bellini, attualmente in congedo, ha consegnato all’Aeronautica Militare il giubbotto indossato nel periodo di prigionia, che sarà esposto presso il Museo Storico AM di Vigna di Valle. “Un militare con un pedigree eccezionale“, così lo ha definito il generale Preziosa, un militare che “con la sua aeronauticità, il suo modo di essere italiano, lo ha testimoniato e continua a testimoniarlo anche oggi, come istruttore di volo negli Stati Uniti, preparando americani e italiani che vanno li a volare“.

L’evento si è svolto nella Sala degli Eroi di Palazzo Aeronautica, alla presenza del capo di stato maggiore dell’Aeronautica, generale di squadra aerea Pasquale Preziosa, nonché di numerosi alti Ufficiali della Forza Armata e rappresentanti del mondo civile e militare, italiani e stranieri.

È per un me un grandissimo onore poter fare dono di questo oggetto all’Aeronautica Militare – ha detto il generale Bellini – un oggetto che rappresenta la sofferenza, l’impegno ed il sacrificio non soltanto miei, ma di tutta l’Aeronautica Militare”.

Il Generale Preziosa ha ricambiato il gesto del Generale Bellini donandogli il certificato originale della Croce Rossa, che sanciva la riconsegna dell’Ufficiale al suo Paese al termine della prigionia, oltre alla medaglia commemorativa della liberazione del Kuwait, creata all’epoca dall’artista Luciano Zanelli e donata al Capo di SMA.

© All rights reserved
Foto: Ph. Monica Palermo


Interventi dei carabinieri nel frosinate a tutela del territorio

Frosinone, 4 luglio 2014 – Intense le attività investigative degli uomini dell’arma a contrasto di reati contro il patrimonio e ambientali.

COMPAGNIA DI ALATRI

Trevi nel Lazio, i militari della locale Stazione al termine di attività investigativa, hanno denunciato in stato di libertà un commerciante del luogo poiché responsabile di violazione delle norme edilizie per avere eseguito, su un immobile di proprietà, di pertinenza agricola, lavori di ristrutturazione non conformi alle concessioni edilizie rilasciate. Il manufatto è stato sottoposto a sequestro.

I Carabinieri della Stazione di Fiuggi, due giorni fa, sono stati allertati da quelli di Colleferro per la scomparsa di un bambino di 5 anni. Il bimbo di era smarrito qualche ora prima mentre era in gita parrocchiale nella città termale, e non era risalito a bordo del pulman per fare rientro a Colleferro. Avviate subito le ricerche, il bambino viene rintracciato, in ottime condizioni di salute, dai militari della locale Stazione. Il minore, dopo le formalità è stato riaffidato ai propri genitori.

Guarcino, i militari della locale Stazione nell’ambito di mirato servizio teso a contrastare il fenomeno dei reati ambientali, hanno rinvenuto, in un area di proprietà del comune, rifiuti speciali non pericolosi costituiti da guaina bituminosa, materassi, televisori, materiali plastici ed edili. Sono state interessate l’Autorità Amministrativa e l’Ente proprietario per la rimozione del materiale ed il ripristino dello stato dei luoghi.

COMPAGNIA DI CASSINO

I militari del Nucleo Operativo Radio Mobile della locale Compagnia, a conclusione di indagini avviate dopo aver arrestato all’inizio dell’anno 5 cittadini extracomunitari, per furto aggravato e continuato in concorso commesso in Sant’Elia Fiumerapido ai danni di attività commerciali del luogo, hanno denunciato in stato di libertà per lo stesso reato 3 cittadini albanesi residenti a Napoli, ritenuti responsabili di analoghi furti commessi gennaio scorso nel cassinate e nell’avellinese.

COMPAGNIA DI SORA

Isola del Liri, i Carabinieri della locale Stazione, durante un servizio teso alla prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio, hanno controllato e identificato un 26enne di Veroli, già censito, che si aggirava immotivatamente nei pressi di abitazioni isolate di quel centro. Ricorrendo i presupposti di legge, all’uomo è stato dato, per misura preventiva, il foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno in quel comune per anni 3.

© All rights reserved
Fonte: Arma dei Carabinieri
(Comando provinciale di Frosinone)


Shama: i caschi blu italiani assistono la popolazione libanese con interventi medico-sanitari

 

Shama (Libano), 4 luglio 2014 – Nel quadro delle attività di assistenza in favore della popolazione libanese, il contingente italiano di UNIFIL, attualmente su base brigata Ariete, ha avviato questa settimana un intenso programma di interventi medico-sanitari in diverse località nell’area a Sud del fiume Litani.

In particolare, gli assetti specialistici della Joint Task Force Lebanon e di ITALBATT, unità di manovra del contingente comandata dal colonnello Elio Babbo, coordinati dagli ufficiali medici, hanno effettuato in questi giorni attività ambulatoriali di medical care presso i villaggi di Majda Zun, Zibquin, Al Mansouri e Ramadyah, visitando nel complesso oltre centocinquanta pazienti, tra cui molti bambini, affetti da diverse patologie, come ustioni, traumi da caduta, polmonite, gastroenteriti, dermatiti e micosi. Tra le persone soccorse anche una bambina di pochi mesi con ferite da taglio provocate dalla rottura di un vetro. Numerosi anche i pazienti invalidi, che impossibilitati a muoversi, sono stati visitati a domicilio dai medici dei caschi blu.

Oltre agli interventi nei villaggi, il personale sanitario del contingente continua ad assicurare anche il servizio ambulatoriale per emergenze presso le infermerie delle basi militari di Shama e Al Mansouri, dove si presentano per ricevere cure mediche in media, settimanalmente, una cinquantina di pazienti.

Il programma di medical care proseguirà nei prossimi giorni con interventi in altre località dell’area ove opera il contingente italiano, secondo il piano d’interventi stabilito dal contingente in accordo con le locali municipalità.

L’assistenza alla popolazione locale è uno dei compiti principali assegnati ad UNIFIL dalla Risoluzione 1701 delle Nazioni Unite, unitamente al monitoraggio della cessazione delle ostilità e al supporto alle Forze Armate Libanesi, compiti che i militari della Brigata Ariete, comandati dal generale Fabio Polli, svolgono qui con impegno, professionalità e trasparenza.

© All rights reserved
Fonte: contingente italiano Libano del Sud


OpinioniWeb-XYZ

Oltre il bar dello sport: opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa e Cooperazione Internazionale

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade