Archivi del giorno: giugno 16, 2014

Mare Nostrum: 1812 i migranti soccorsi dalle navi della Marina Militare

Canale di Sicilia, 16 giugno 2014 – Sono 1812 i migranti soccorsi dalle Navi della Marina Militare impiegate nel dispositivo Mare Nostrum sabato scorso nelle acque dello Stretto di Sicilia. Le operazioni sono proseguite tutta la notte.

Diversi gli interventi effettuati dalla Marina Militare durante lo scorso fine settimana.

La fregata Scirocco è intervenuta in soccorso ad un natante con 104 persone a bordo, tutti uomini.

Il pattugliatore Orione ha soccorso un barcone con a bordo 104 migranti, 92 uomini e 12 donne successivamente trasbordati su Nave San Giorgio.

Il pattugliatore Orione, la CP 312 e la CP 274 delle Capitanerie di Porto hanno soccorso invece 317 migranti, 208 uomini, 84 donne e 25 minori di cui 4 neonati trasbordati sulla motonave Dinasty (Liberia).

La corvetta Chimera ha soccorso un barcone con a bordo 592 migranti, 437 uomini 67 donne e 88 minori, successivamente trasbordati su Nave Dattilo delle Capitanerie di Porto.

Nave Diciotti e il rimorchiatore Asso ZTJI hanno soccorso 407 migranti: 309 uomini, 48 donne e 50 minori. Durante il trasbordo, il medico ha evidenziato 2 casi sanitari gravi trasferiti a bordo della fregata Scirocco. Il primo migrante è stato trasbordato sulla GDF 127 (destinazione Lampedusa), mentre il secondo è stato trasportato a Lampedusa a bordo dell’elicottero AB212 di Nave Scirocco.

Nel pomeriggio di venerdì il velivolo Atlantic dell’Aeronautica Militare (Frontex) avvistava una barca in legno con numerosi migranti molto ad est delle aree di pattugliamento Mare Nostrum, area Pireo. Sul posto sono intervenute le motonavi Vento di Tramontana (Liberia) e FD Sea Wish (UK), CP 308, CP 403 delle Capitanerie di Porto e la Motovedetta G106 della Guardia di Finanza288 i migranti soccorsi (114 uomini, 34 donne, 140 minori), successivamente sbarcati nel porto di Reggio Calabria.

© All rights reserved
Fonte: Ministero della Difesa


I Carabinieri arrestano individuo che smerciava droga in abitazione “protetta” da telecamere. Altri due sottoposti a misura cautelare.

Fagnano Castello (CS), 16 giugno 2014 – Eseguiti tre provvedimenti cautelari dai Carabinieri della stazione di Fagnano Castello, nel cosentino, con l’ausilio dei colleghi del Nucleo Operativo Radiomobile della compagnia di San Marco Argentano. I provvedimenti sono stati emessi nei confronti di soggetti del posto, dal Tribunale di Cosenza, perché ritenuti responsabili del reato di spaccio di sostanze stupefacenti, alcuni dei quali già noti alle forze dell’ordine.

In particolare, è finito agli arresti domiciliari il 32enne  R.M., originario di Roggiano Gravina ma residente nell’entroterra cosentino. L’uomo era stato già arrestato lo scorso mese in flagranza di reato perché trovato in possesso di circa 40 gr. di stupefacente tipo “cocaina”, di un bilancino di precisione e di materiale idoneo al confezionamento. La percentuale di principio attivo dello stupefacente era pari al 44% e quindi idonea alla realizzazione di circa 104 dosi. In questa circostanza, l’arrestato aveva poi patteggiato per una pena di 1 anno e 6 mesi di reclusione e tremila euro di multa. Sulla base della ricostruzione compiuta dagli investigatori, R.M. sarebbe responsabile dell’attività di cessione di stupefacente, risalente al luglio 2013, eseguita all’interno della sua abitazione. Al riguardo, gli inquirenti hanno individuato e posto sotto sequestro un sofisticato sistema di videosorveglianza predisposto lungo l’intero perimetro dell’abitazione, verosimilmente per rendere più agevole l’attività criminosa e “proteggersi” dagli eventuali controlli improvvisati  da parte delle forze dell’ordine.

Il sistema di videosorveglianza trovato nell'abitazione

Il sistema di videosorveglianza trovato nell’abitazione

Altri due giovani, L.I. e M.D., rispettivamente di anni 25 e 20, sono stati invece sottoposti alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per tre giorni alla settimana. Nei loro confronti, sottoposti all’obbligo di firma presso la locale caserma, sono stati raccolti indizi tali da poterli ritenere responsabili di altrettante cessioni di stupefacente in zone isolate del centro abitato fagnanese, ad acquirenti provenienti dai vicini comuni con i quali mantenevano costanti contatti telefonici.

A carico dei tre soggetti risulterebbero gravi indizi raccolti nel corso di una prolungata attività indagine espletata dagli uomini dell’Arma, sia con attività di tipo tradizionale che tecnico. Le indagini, iniziate lo scorso anno, hanno consentito, oltre all’esecuzione dei provvedimenti elencati, anche la segnalazione, all’autorità competente, di 14 persone quali assuntori di stupefacenti e sono stati recuperati complessivamente 120 grammi circa di droga tipo “cocaina” e “marijuana”. (MNFI)

© All rights reserved
Fonte: Arma dei Carabinieri / Compagnia CC San Marco Argentano


OpinioniWeb-XYZ

Opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Ornitorinco Nano

Blog musicale personale

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

Rassegna di analisi, ricerche e studi sulle relazioni internazionali nel Mar Mediterraneo

Rassegna Stampa Militare

News e Foto su Difesa e Cooperazione Internazionale, di Antonio Conte | Edito da 08/2009

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade