Archivi del giorno: giugno 4, 2014

Afghanistan: 10.000 ore di volo per gli elicotteri Mangusta del regional command west

Herat, 4 giugno 2014 – Gli elicotteri A129 Mangusta dell’Aviazione dell’Esercito hanno varcato la soglia delle 10.000 ore di volo effettuate nei cieli dell’Afghanistan da quando, nella primavera del 2007, sono stati rischierati a Herat nell’ambito della missione ISAF (International Security Assistance Force).

L’importante traguardo è stato festeggiato all’aeroporto militare di Herat da tutti i baschi azzurri della task force Fenice, la componente ad ala rotante su base 7° Reggimento AV.ES. Vega di Rimini agli ordini del colonnello pilota Giuseppe Potenza.

I Mangusta sono elicotteri da esplorazione e scorta particolarmente affidabili e versatili, sono dotati dei più avanzati sistemi di bordo e grazie all’elevata professionalità ed esperienza maturata dai piloti, chiamati spesso ad operare in situazioni critiche e in condizioni climatiche talvolta proibitive, si sono rivelati uno strumento indispensabile per la condotta delle operazioni a supporto delle unità terrestri della coalizione e delle forze di sicurezza afghane.

Ogni intervento degli elicotteri Mangusta è stato caratterizzato da una percentuale di successo pari al 100%, un risultato particolarmente significativo che è stato possibile raggiungere anche grazie alla professionalità del personale tecnico preposto alla manutenzione degli aeromobili.

© All rights reserved
Fonte: Contingente Italiano in Afghanistan


Bruxelles: riunione dei ministri della difesa della NATO

Bruxelles, 4 giugno 2014 – Iniziata ieri a Bruxelles la riunione dei ministri della difesa dei paesi della NATO, a cui ha preso parte il ministro della difesa Roberta Pinotti. I temi principali affrontati nel corso della ministeriale sono stati la difesa comune e i preparativi per il prossimo vertice NATO, in programma a settembre in Galles.

I ministri si sono confrontati sulla crisi in Ucraina, focalizzandone le implicazioni strategiche e le ricadute sul mutato contesto di sicurezza internazionale. Hanno inoltre partecipato ad una sessione della commissione NATO-Ucraina per essere aggiornati dal rappresentante ucraino sulla situazione del paese alla luce dei risultati delle recenti elezioni.

Altro tema affrontato nella prima giornata di lavori, il prossimo summit NATO. I rappresentanti dei paesi membri hanno discusso dei preparativi per il vertice del Galles in termini di prontezza, capacità militari e investimenti per la difesa.

A margine del meeting, il Ministro Pinotti ha incontrato il suo omologo armeno Seyran Ohanyan, con il quale ha sottoscritto un accordo tecnico relativo alla cooperazione ed al supporto nell’ambito della missione UNIFIL (United Nations Interim Force in Lebanon).

In sintesi, l’accordo prevede l’assegnazione di un plotone di fanteria delle forze armate armene al contingente italiano di UNIFIL.

La ministeriale NATO si concluderà oggi. Tra i temi in discussione, la situazione in Georgia e la missione ISAF in Afghanistan.

© All rights reserved
Fonte: Ministero della Difesa


Le forze armate libanesi addestrate dai caschi blu italiani sulle tecniche di primo soccorso

Shama (Libano), 3 giugno 2014 – Prosegue l’intensa attività addestrativa svolta dal contingente italiano di UNIFIL, attualmente su base Brigata Ariete, in favore dei militari delle Forze Armate Libanesi (LAF).

Nei giorni scorsi, i caschi blu hanno organizzato e condotto, presso la sede della Joint Task Force Lebanon di Shama, un corso di Basic Life Support (BLS) cui hanno partecipato trentadue soldati delle LAF. L’attività, coordinata dagli specialisti medico-sanitari e dai trainers del contingente, si è sviluppata tra lezioni teoriche e pratiche con l’obiettivo di incrementare le capacità d’intervento per primo soccorso dei frequentatori.

In particolare, il personale si è addestrato sulle procedure da adottare, tra l’altro, in situazioni di arresto cardio-polmonare, di traumi da incidente stradale o da esplosione di ordigni e di ferite da conflitto a fuoco.

Il corso BLS rientra nel programma addestrativo predisposto dal contingente italiano a beneficio dei militari libanesi, programma che comprende anche corsi sulle tecniche per il controllo della folla (Anti Riot and Crowd Control Techniques), sul riconoscimento degli ordigni e delle mine (UXO and Mines Awareness) oltre che sulla condotta delle attività operative.

Il supporto alle Forze Armate Libanesi è uno dei compiti principali assegnati al contingente UNIFIL dalla Risoluzione 1701 delle Nazioni Unite, unitamente al monitoraggio della cessazione delle ostilità e all’assistenza alla popolazione locale, attività per le quali i militari della Brigata Ariete si sono a lungo preparati in patria e svolgono qui con professionalità, trasparenza e imparzialità. 

© All rights reserved
Fonte: contingente italiano in Libano


OpinioniWeb-XYZ

Oltre il bar dello sport: opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa e Cooperazione Internazionale

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade